NAVA VS. ALCARAZ GARFIA: ESPECTACULAR!

NAVA VS. ALCARAZ GARFIA: ESPECTACULAR!

Lo spagnolo Carlos Alacaraz Garfia, classe 2003, e l’americano di origini messicane Emilio Nava, classe 2001, hanno dato vita a uno dei migliori match delle ultime edizioni del Trofeo Bonfiglio. Ha vinto Nava al tie-break del terzo set, ma c’è da giurare che questo incontro si riproporrà tante volte anche a livello pro

IL GENIO DI NOVAK DJOKOVIC

IL GENIO DI NOVAK DJOKOVIC

Le qualità del numero uno del mondo sono spesso sottostimate perché meno sexy rispetto a quelle di altri giocatori, Federer soprattutto. Ma Charlie Eccleshare in un articolo pubblicato sul quotidiano The Telegraph di Londra ha invece spiegato perché appare così imbattibile

FABIO FOGNINI: COSÌ È SUCCESSO

FABIO FOGNINI: COSÌ È SUCCESSO

Sul numero in edicola di Tennis Italiano si racconta Fabio Fognini sotto diversi punti di vista, dopo il successo di Monte Carlo e con la speranza di un nuovo exploit al Foro Italico. «A questo serve il talento, a farci pensare che possa ancora accadere. Qualcosa, o tutto. Rompere una racchetta, vincere al Foro Italico»

JANNIK SINNER ESALTA IL FORO ITALICO

JANNIK SINNER ESALTA IL FORO ITALICO

A diciassette anni, Jannik Sinner supera il primo turno al Masters 1000 di Roma (e al prossimo affronterà Stefanos Tsitsipas) e si conferma il baby fenomeno del tennis azzurro, mostrando un bel tennis e la giusta mentalità. Il coach che lo ha scoperto ci ha raccontato la sua storia: "Aveva 13 anni e giocavamo su un campo a Ortisei..."

SINNER VS. MUSETTI, CON VISTA SUL FUTURO

SINNER VS. MUSETTI, CON VISTA SUL FUTURO

Il Foro Italico è stato teatro del primo scontro tra le nostre due migliori promesse, Jannik Sinner e Lorenzo Musetti. A tratti si è visto un ottimo tennis, certamente è stata la conferma delle qualità di questi due ragazzi. Che adesso ritroveremo agli Internazionali BNL d’Italia

IL COACH, VINCENZO SANTOPADRE: «IL TENNIS È UNA MARATONA, NON I 100 METRI»

IL COACH, VINCENZO SANTOPADRE: «IL TENNIS È UNA MARATONA, NON I 100 METRI»

Con Matteo Berrettini ha intrapreso un viaggio fin da quando era ragazzino e che lo sta portando lontano: «Non posso dire di essere stupito dei suoi progressi, forse sono troppo crudo ma mi aspetto di tutto, da lui. E lui mi ha aiutato a pensarla così»

IL MASTERS A TORINO: DAL 2021 AL 20’25, IL TOP DEL TENNIS IN ITALIA

IL MASTERS A TORINO: DAL 2021 AL 20’25, IL TOP DEL TENNIS IN ITALIA

L?ATP ha ufficializzato Torino come città che ospiterà il Masters di fine stagione dal 2021 al 2025. Un grande riconoscimento organizzativo per il tennis italiano. Sconfitta soprattutto la concorrenza di Tokyo e Singapore grazie anche al fondamentale appoggio del governo. Si giocherà al PalaAlpitour

FOGNINI, IL PRINCIPE DI MONACO

FOGNINI, IL PRINCIPE DI MONACO

Fabio Fognini sembrava già fuori dal torneo al primo turno, sotto 6-4 4-1 contro Andrey Rublev. L’ha salvato un ace di seconda. Ora ha scherzato il più forte giocatore della storia sulla terra rossa ed è pronto a giocarsi il titolo di Monte-Carlo

BEHIND THE RACQUET

BEHIND THE RACQUET

Noah Rubin, giocatore americano di 23 anni, attualmente numero 144 ATP, ha creato un profilo Instagram dove diversi giocatori, anche poco conosciuti, hanno condiviso episodi spesso drammatici. C’è chi ha ammesso la sua balbuzie, chi i suoi problemi di depressione, chi era diventata paranoica per il proprio peso, chi ha dovuto lottare per emergere e chi ha affrontato il problema del razzismo. Tutti fotografati col viso dietro la propria racchetta. Perché dietro giocatori e giocatrici ci sono sempre uomini e donne con una storia da raccontare

LE MAGIE DI DUSTIN BROWN

LE MAGIE DI DUSTIN BROWN

Dustin Brown, 34 anni, è tornato a deliziare gli appassionati non solo vincendo l'ATP Challenger di Sophia Antipolis all'accademia di Mouratoglou, ma soprattutto per alcune giocate straordinarie, al limite della follia tennistica. Mostrando che talento e fantasia non temono il passare degli anni. IL VIDEO

IN EDICOLA: CELEBRATING ROGER, ANCHE SE LUI...

IN EDICOLA: CELEBRATING ROGER, ANCHE SE LUI...

Il numero di aprile di Tennis Italiano celebra i 100 tornei vinti da Roger Federer (ma nel frattempo lui ha già vinto il numero 101). Ma ci sono tanti altri argomenti: Federico Ferrero ha incontrato Denis Shapovalov, il punto di vista dello scrittore Matteo Codignola sul fenomeno Nick Kyrgios. E tanto altro ancora (per esempio, sapete chi era Jozsef Asboth?)

Giulio Zeppieri: «Il tennis ti fa sentire figo»

Giulio Zeppieri: «Il tennis ti fa sentire figo»

Diciassette anni, una semifinale all’Australian Open junior appena conquistata e persa contro l’amico Lorenzo Musetti. E una crescita tecnica costante, pur restando lontano dai riflettori che non ama particolarmente, tranne quando scende in campo perché «il tennis ti fa sentire figo». Le ambizioni sono notevoli, ma vissute con i piedi ben piantati per terra. Come insegnano in famiglia

È SCOMPARSO CINO MARCHESE, TRA I PIÙ GRANDI MANAGER DELLO SPORT ITALIANO

È SCOMPARSO CINO MARCHESE, TRA I PIÙ GRANDI MANAGER DELLO SPORT ITALIANO

Cino Marchese, 81 anni, è scomparso nella sua Roma. Per conto di IMG ha lavorato con alcuni dei più grandi campioni del nostro sport, ha organizzato eventi e tornei ATP e creato il celebre Villaggio VIP degli Internazionali. Un manager e una persona assolutamente straordinaria

TEST CORDE: LUXILON SMART 1.25

TEST CORDE: LUXILON SMART 1.25

Il nuovo monofilamento Luxilon è stato definito intelligente perché la composizione di due materiali diversi che agiscono insieme, permette di ottenere una corda sensibile nei colpi morbidi e a bassa velocità, e una maggior rigidità quando si tira forte, offrendo spin e controllo. Ideale per giocatori agonisti che cercano una nuova sensibilità all'impatto

CHANCE AZZURRE A INDIAN WELLS?

CHANCE AZZURRE A INDIAN WELLS?

Welcome to Tennis Paradise, così il meraviglioso centro di Indian wells accoglie gli spettatori, nel deserto della California. Tutti i big presenti (a eccezione di Juan Martin del Potro) e i migliori giocatori italiani: con quali prospettive? Grande attesa per una possibile semifinale Federer vs. Nadal e un terzo turno Djokovic vs. Kyrgios

ROGER FEDERER: «NON GIOCO PER DIVENTARE IL GOAT»

ROGER FEDERER: «NON GIOCO PER DIVENTARE IL GOAT»

Federer insegue nella finale di Dubai il 100esimo titolo in carriera ma nega che lo stimolo per continuare sia determinato dal fatto di voler convincere tutti che sia il miglior giocatore di sempre. Tsitsipas già certo di entrare nella top 10 mondiale

CAMBIO DELLA GUARDIA: MARCO CECCHINATO NUMERO UNO D’ITALIA

CAMBIO DELLA GUARDIA: MARCO CECCHINATO NUMERO UNO D’ITALIA

Cecchinato supera Fognini per un solo punto su oltre duemila in classifica mondiale e diventa il numero uno azzurro. Il sedicesimo posto è anche il suo best ranking. Ora, per crescere ancora, è necessario fare risultati nei tornei più importanti, anche lontano dalla terra rossa. A caccia di quella top 10 che manca in Casa Italia da oltre 40 anni.

PERCHÉ FEDERER HA SCELTO MADRID

PERCHÉ FEDERER HA SCELTO MADRID

Federer ha scelto Madrid per prepararsi a Roland Garros. Tuttavia, una sconfitta prematura potrebbe indurlo a partecipare anche al torneo di Roma. Tuttavia, non dovesse iscriversi, avrebbe bisogno di una wild card, inviti tradizionalmente riservati ai giocatori italiani. Ma si potrebbe rifiutare la richiesta di ErreEffe?

RICCARDO PIATTI, IL MECCANICO DEI CAMPIONI / PARTE I

RICCARDO PIATTI, IL MECCANICO DEI CAMPIONI / PARTE I

Figlio di un imprenditore tessile comasco, ha sempre preferito il tennis. Buon seconda categoria, è diventato il miglior coach italiano di sempre. Ha allenato Furlan, Caratti, Camporese, Ljubicic, Djokovic, Gasquet, Raonic, adesso Coric. Senza considerare le decine di coach che ha formato. Un’avventura cominciata quando il maestro di Villa d’este si è rotto un femore

CECCHINATO IN FINALE A BUENOS AIRES. E A CACCIA DEL BEST RANKING

CECCHINATO IN FINALE A BUENOS AIRES. E A CACCIA DEL BEST RANKING

Marco Cecchinato domina Guido Pella in 69 minuti di gioco e si qualifica per la sua terza finale ATP in carriera. Con la chance di migliorare la sua miglior classifica di sempre. In finale affronterà Diego Schwa

RESTO DEL MONDO BATTE ITALIA 4 A 2. IN ARGENTINA, BENE CECCHINATO, DELUDE FOGNINI

RESTO DEL MONDO BATTE ITALIA 4 A 2. IN ARGENTINA, BENE CECCHINATO, DELUDE FOGNINI

Sei italiani impegnati nei tornei del circuito maggiore, solo due si sono qualificati per i quarti di finale: Paolo Lorenzi a NYC e Marco Cecchinato a Buenos Aires. Dove è arrivata la sconfitta di Fabio Fognini contro Jaume Munar

LE MAGIE DI GAEL MONFILS

LE MAGIE DI GAEL MONFILS

Gael Monfils e David Goffin hanno giocato uno dei match più spettacolari della stagione. In particolare, il francese (prossimo avversario di Andreas Seppi, ha mostrato alcuni recuperi straordinari. Un minuto di highlights da non perdere

TEST! BABOLAT PURE DRIVE 98

TEST! BABOLAT PURE DRIVE 98

Una Pure Drive più agonistica: queste erano le premesse, questo è il responso di laboratorio e del campo. Accoppiate per peso (con una tolleranza massima di 1,9 grammi), l’ovale contenuto a 98 pollici e il profilo più stretto sono le principali differenze con la PD100. Ideale per giocatori agonisti che cercano ottimi compromessi tra spinta e controllo, manovrabilità e precisione.

URNA POCO FORTUNATA: AI PLAY-OFF DI FED CUP CI TOCCA LA RUSSIA

URNA POCO FORTUNATA: AI PLAY-OFF DI FED CUP CI TOCCA LA RUSSIA

Servirà una mezza impresa il 20 e 21 aprile per restare almeno nel Gruppo II: l’Italia affronterà in trasferta la Russia di Daria Kasatkina, Anastasia Pavlyuchenkova e dell’emergente Anastatasia Potapova. Probabile si giochi su cemento indoor, in sede da definire.

SONEGO BATTE JARRY E (RI)VEDE LA TOP 100

SONEGO BATTE JARRY E (RI)VEDE LA TOP 100

Il 23enne piemontese gioca un grande match contro il numero 41 ATP Nicolas Jarry e si qualifica per il secondo turno del torneo di Buenos Aires. Dopo qualche problema sul finale della scorsa stagione, Lorenzo Sonego è pronto a rientrare nella top 100, dopo essere stato numero 86 l'anno scorso. Per poi puntare ancora più in alto

TROFEO BONFIGLIO: READY, SET, GO!

TROFEO BONFIGLIO: READY, SET, GO!

Sui campi del Tennis Club Milano è cominciata la sessantesima edizione del trofeo Bonfiglio, uno degli appuntamenti juniores più importanti della stagione. E i protagonisti non mancano

FORO ITALICO: LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

FORO ITALICO: LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

Nessun italiano nei quarti di finale ma nel complesso la conferma che l’Italia può puntare su diversi giocatori, con un futuro brillante in cui sperare. A partire da quel Jannik Sinner che ha entusiasmato tecnici e appassionati

L’IMPERO DELLA PERFEZIONE

L’IMPERO DELLA PERFEZIONE

Il regista Julien Faraut ha ripescato dozzine di bobine che avevano come protagonista John McEnroe a Roland Garros 1984, quando giocò il miglior tennis d’attacco di sempre su terra rossa. Le aveva girate Gil de Kermadec, celebre studioso del nostro gioco, convinto che i gesti dei fuoriclasse si potessero analizzare e scomporre per insegnare ai giovani talenti francesi la tecnica perfetta. Ma ben presto si accorse che era un’impresa impossibile. E che entrambi cercavano qualcosa che non esiste

IL TENNIS ITALIANO DI MAGGIO È IN EDICOLA

IL TENNIS ITALIANO DI MAGGIO È IN EDICOLA

Il nuovo numero di Tennis Italiano è in edicola: cover story dedicata a Fabio Fognini dopo il successo a Monte-Carlo con gli interventi di Marco Bucciantini e Marco Imarisio. E poi Federico Ferrero ha visto in anteprima il nuovo film su John McEnroe e ha provato a rispondere a una domanda scomoda: gli eroi dello sport sono intelligenti? E ancora: siamo andati a scoprire com''è nata la Wilson Clash che promette di rivoluzionare il mondo della racchetta, mentrre Federico Mariani ha realizzato un bel reportage da casa Joma. E poi...

SANTO KYRGIOS, COMMEDIANTE E MARTIRE

SANTO KYRGIOS, COMMEDIANTE E MARTIRE

Nick Kyrgios divide gli appassionati tra chi lo accusa di scarso rispetto per il gioco e gli avversari e chi lo adora per il suo talento e lo spettacolo che sa mettere in atto a ogni match. Personalità indubbiamente affascinante, paga quel retrogusto di autenticità che hanno i suoi comportamenti e le sue dichiarazioni

BOOM BOOM BERRETTINI

BOOM BOOM BERRETTINI

Matteo Berrettini, 23 anni ad aprile, servizio e dritto che spaccano. Ma anche una spiccata personalità: educato, competitivo, onesto, rispettoso, intelligente, mai scorretto. E forte, dannatamente forte. Domani giocherà la finale all'ATP di Budapest, con ambizioni di arrivare presto molto in alto

CHE FINE HANNO FATTO? GIANLUCA POZZI

CHE FINE HANNO FATTO? GIANLUCA POZZI

Un tennis d'altri tempi, una persona tranquilla e dall'atteggiamento molto professionale, con tanta voglia di trasferire le sue conoscenze ai giovani che puntano al professionismo. E dopo quindici anni a Milano, ha deciso di provarci tornando nella sua Bari

ANA, 85 ANNI, PROFESSIONE NONNA-TENNISTA

ANA, 85 ANNI, PROFESSIONE NONNA-TENNISTA

Negli anni 50, Ana Obarrio de Pereyra Iraola prometteva di diventare una campionessa. Poi un doppio misto di troppo ha interrotto i suoi sogni, pur senza rimpianti. Ora, punta a diventare comunque campionessa del mondo. Tra le Super Seniors, le tenniste over 80

IL COLPO IMPOSSIBILE

IL COLPO IMPOSSIBILE

Difficile che uno scambio di tennis finisca nella top 10 di SportsCenter, uno dei programmi di punta di ESPN, cannibalizzato dalle giocate di basket, football e baseball. Ma Eddie Gutierrez c'è riuscito con questo miracolo nel suo match del campionato universitario americano per la sua LIberty University

IL TENNIS L’È MINGA IL PATTINAGGIO

IL TENNIS L’È MINGA IL PATTINAGGIO

Nel nostro gioco, lo stile non è sempre sinonimo di successo. E, ancor di più, vale il discorso opposto. Perché anche un giocatore grezzo e di rimessa può diventare forte. Come insegna il garage di Snoopy

FAME DI TENNIS. E DI CAMPIONI EDITORIALE

FAME DI TENNIS. E DI CAMPIONI

Il tennis italiano vuole fare un salto di qualità e per riuscirci serve la giusta ambizione. Nei risultati sul campo e sul piano organizzativo. Le ATP Finals sembrano sempre più vicine a Torino, Monza è un’ottima candidata per un nuovo torneo ATP. E Jannik Sinner & Co. fanno ben sperare…

JANNIK SINNER, IL PREDESTINATO

JANNIK SINNER, IL PREDESTINATO

Diciassette anni, è il nuovo baby fenomeno del tennis azzurro, capace di vincere un torneo Challenger importante come quello di Bergamo, mostrando un bel tennis e la giusta mentalità. Ci siamo fatti raccontare la sua storia da chi l’ha scoperto, a 13 anni, giocandoci insieme su un campo a Ortisei...

EDOARDO SANTONOCITO: CHIAMATEMI MAESTRO, MA NON DI INSTAGRAM

EDOARDO SANTONOCITO: CHIAMATEMI MAESTRO, MA NON DI INSTAGRAM

Edoardo Santonocito, 26 anni di Genova, miglior classifica 2.6, mai conquistato un punto ATP e ora istruttore di secondo grado nel piccolissimo Tennis Club Castelletto, ha accumulato un milione di follower su Instagram. Perché è bello, ha gli addominali scolpiti ma anche un cervello che viaggia veloce. E mentre l’invidia dei colleghi cresce, lui ai soldi facili dei social network preferisce il sogno di portare dei giovani allievi a diventare dei tennisti professionisti

ROGER FEDERER: «NESSUNO È PERFETTO, NEMMENO IO»

ROGER FEDERER: «NESSUNO È PERFETTO, NEMMENO IO»

Il fuoriclasse svizzero riflette sulle reazioni dei fans, su come sia fondamentale imparare a conoscere il proprio corpo e capire come comportarsi per evitare infortuni. E spende belle parole su un suo possibile avversario a Indian Wells: Kei Nishikori

DIGITAL TENNIS: IN OR OUT?

DIGITAL TENNIS: IN OR OUT?

Un Occhio di Falco decisamente economico? Sulla carta una vera rivoluzione, di grande fascino e praticità, ma in campo non ha superato il nostro test perché i limiti tecnici sono ancora troppo marcati. Ecco tutti i dettagli

LE SCARPE DI JOHNNY MAC

LE SCARPE DI JOHNNY MAC

Uno dei prodotti simbolo degli anni 80 sono state le calzature Nike Air Trainer 1. Ecco un racconto da parte del creative director, Peter Moore

LE AMBIZIONI DI JANNIK SINNER

LE AMBIZIONI DI JANNIK SINNER

Il 17enne altoatesino, che si allena al Piatti Tennis Center, vince il suo primo torneo ATP Challenger: nessun classe 2001 ci era ancora riuscito. Nel ranking mondiale scala 222 posizioni e raggiunge quota 324, primo under 18 della classifica ATP. Impressiona, per l’età, la facilità con cui genera velocità e angoli

MATTEO BERRETTINI, MENTALITÀ DA TOP PLAYER

MATTEO BERRETTINI, MENTALITÀ DA TOP PLAYER

Matteo Berrettini, prossima cover del nostro magazine, vince un bel match a Marsiglia contro Jeremy Chardy, nonostante influenza e mal di stomaco e con un atteggiamento davvero positivo, che lascia ben sperare. A Rio, escono subito Marco Cecchinato e Fabio Fognini, mentre a Delray Beach Andreas seppi conferma il suo buon stato di forma.

TUTTO FACILE PER CECK: A BUENOS AIRES ARRIVA TITOLO E BEST RANKING

TUTTO FACILE PER CECK: A BUENOS AIRES ARRIVA TITOLO E BEST RANKING

Marco Cecchinato ha vinto in solo 65 minuti la finale del torneo ATP di Buenos Aires contro uno spento Diego Schwartzman per 6-1 6-2. Il terzo successo in carriera gli vale anche il best ranking al numero 17. Un anno fa era numero 102 e in questo torneo era dovuto passare dalle qualificazioni…

CECCHINATO E WAWRINKA/NISHIKORI, GLI HIGLIGHTS DI GIORNATA

CECCHINATO E WAWRINKA/NISHIKORI, GLI HIGLIGHTS DI GIORNATA

Marco Cecchinato si qualifica per le semifinali di Buenos Aires che affronterà da favorito contro Guido Pella. Match clou a Rotterdam

ATTREZZATURA
Video
NICK KYRGIOS, PAZZO E VINCENTE

NICK KYRGIOS, PAZZO E VINCENTE

Il protagonista di questa giornata è Nick Kyrgios che serve dal basso il primo punto e continua con il suo folle comportamento, tra SABR, tweener, volée no look. Però intanto ha sconfitto Daniil Medvedev, confuso da tanta irregolarità. Tuttavia, Kyrgios non può che dividere gli appassionati tra chi lo accusa di scarso rispetto per il gioco e gli avversari e chi lo adora per il suo talento e lo spettacolo che mette in scena. Personalità indubbiamente affascinante, paga quel retrogusto di autenticità che hanno i suoi comportamenti e le sue dichiarazioni

Fabio Fognini, la grande bellezza NUOVO NUMERO

Fabio Fognini, la grande bellezza

Il grande protagonista del nuovo numero de Il Tennis Italiano è Fabio Fognini, splendido vincitore del torneo di Monte-Carlo e per tale ragione atteso protagonista ai prossimi super appuntamenti sulla terra battuta.

LA SFIDA DI SMATCHME

LA SFIDA DI SMATCHME

Questa nuova app può diventare una risorsa importante per lanciare nuove sfide, ovunque ci si trovi e con un semplice click. Ma non è da sottovalutare nemmeno da parte di club e maestri. Attualmente SmacthMe conta già 4.500 iscritti ma è destinata a crescere. Non solo in Italia

QUANDO IL TENNIS FECE BOOM

QUANDO IL TENNIS FECE BOOM

Raffaele Cirillo, giornalista ed economista, ha ripercorso nel suo nuovo libro il periodo del boom del tennis in Italia. Scoppiato grazie alle gesta di un fuoriclasse come Adriano Panatta. Con ricordi e aneddoti che vale la pena di conoscere

IL TRIONFO DI FOGNINI: IL TITOLO DI MONTE-CARLO È SUO

IL TRIONFO DI FOGNINI: IL TITOLO DI MONTE-CARLO È SUO

Fabio Fognini ha vinto il torneo di Monte-Carlo battendo in finale il serbo Dusan Lajovic per 6-3 6-4. È la prima volta che un giocatore azzurro vince un torneo Masters 1000 da quando è stata creata la categoria (1990). Da domani sarà numero 12 del mondo (best ranking), con la top 10 (che manca all'Italia da 40 anni) sempre più vicina

MONTE CARLO, C'EST CHIC!

MONTE CARLO, C'EST CHIC!

Il Country Club di Monte-Carlo ha un fascino senza tempo, capace di riempire gli occhi di bellezza. Una tradizione che si ripete ogni primavera

STRING PROJECT ROCKET

STRING PROJECT ROCKET

Un monofilamento che rientra nella categoria soft che offre ottima potenza ma anche un discreto comfort di gioco. Il target di utenza è piuttosto vario, anche se resta indicata soprattutto per i giocatori agonisti. Ottima anche in versione ibrida, è ideale sui telai più tecnici e agonistici per sfruttare al meglio la sua reattività all'impatto

QUANDO IL TENNIS VA K.O.

QUANDO IL TENNIS VA K.O.

Campionati siciliani under 13 (già, under 13), una palla dubbia, un padre che si scaglia contro il maestro Gianmarco Calvo. E quel pugno che lo manda in ospedale in codice rosso. Un episodio grave che deve far riflettere e che merita una sanzione altrettanto dura

EDOARDO SANTONOCITO: CHIAMATEMI MAESTRO, MA NON DI INSTAGRAM

EDOARDO SANTONOCITO: CHIAMATEMI MAESTRO, MA NON DI INSTAGRAM

Edoardo Santonocito, 26 anni di Genova, miglior classifica 2.6, mai conquistato un punto ATP e ora istruttore di secondo grado nel piccolissimo Tennis Club Castelletto, ha accumulato un milione di follower su Instagram. Perché è bello, ha gli addominali scolpiti ma anche un cervello che viaggia veloce. E mentre l’invidia dei colleghi cresce, lui ai soldi facili dei social network preferisce il sogno di portare dei giovani allievi a diventare dei tennisti professionisti

MAKIWA, UNO DI NOI

MAKIWA, UNO DI NOI

Fino a 36 anni non aveva mai preso in mano una racchetta. È diventato 4.1 servendo dal basso, poi è arrivato alla soglia della seconda categoria con uno stile...ehm... personale. «Ne ho fatti impazzire tanti che si credevano migliori. Io sarò anche brutto da vedere ma vinco con quello che ho. E credo sia un bel messaggio»

STORIE ITALIANE SU… TENNIS ITALIANO

STORIE ITALIANE SU… TENNIS ITALIANO

Sono italiani i protagonisti del nuovo numero di Tennis Italiano: la cover story è dedicata a Matteo Berrettini, intervistato a Marsiglia da Federico Ferrero. Poi, la straordinaria storia di Makiwa e quella dell’istruttore da un milione di follower, Edoardo Santonocito. E ancora, l’intervista del Direktor con una delle giovani speranze azzurre, Giulio Zeppieri, mentre per il nuovo fenomeno, Jannik Sinner ci siamo rivolti a chi lo ha scoperto: coach Massimo Sartori

IL PALPA BATTE TUTTI: IN TESTA AL BESTSELLER RANKING DI AMAZON

IL PALPA BATTE TUTTI: IN TESTA AL BESTSELLER RANKING DI AMAZON

A un mese dall’uscita, il libro di Federico Ferrero sulla drammatica storia di Roberto Palpacelli, è ancora in testa alla classifica bestseller di Amazon nella sezione Tennis e nella top 10 della sezione Sport

ROGER FEDERER VINCE DUBAI E RAGGIUNGE QUOTA 100 (MA NON VA IN PENSIONE)

ROGER FEDERER VINCE DUBAI E RAGGIUNGE QUOTA 100 (MA NON VA IN PENSIONE)

A Dubai, Roger Federer conquista il titolo numero 100 della sua straordinaria carriera battendo in due set Stefanos Tsitsipas, che lo aveva sconfitto all’Australian Open. Ora parte la caccia al record assoluto di 109 successi, che appartiene a Jimmy Connors

LES PETITS AS

LES PETITS AS

Fame, all’inglese, a indicare gloria, popolarità, successo. Fame, all’italiana, perché senza quella voglia è impossibile sfondare nel tennis. Siamo andati a Tarbes dove le migliori promesse del mondo si radunano al torneo Les Petits As. Giovani che vivono lo stesso sogno, accompagnati da genitori ambiziosi, manager, sponsor e talent scout, tutti a caccia dei futuri fuoriclasse

LORENZO MUSETTI: THE CHAMPION?

LORENZO MUSETTI: THE CHAMPION?

A nemmeno sedici anni, Lorenzo Musetti è il quinto giocatore italiano ad aver conquistato uno Slam juniores dopo Corrado Barazzutti, Andrea Gaudenzi (due volte), Diego Nargiso e Gianluigi Quinzi. Ma quali sono le reali possibilità di confermarsi a livello pro? Ci siamo affidati ai numeri per scoprire che vincere da junior non è garanzia di successo ma è una condizione quasi essenziale

RICCARDO PIATTI, Il MECCANICO DEI CAMPIONI / PARTE II

RICCARDO PIATTI, Il MECCANICO DEI CAMPIONI / PARTE II

Figlio di un imprenditore tessile comasco, ha sempre preferito il tennis. Buon seconda categoria, è diventato il miglior coach italiano di sempre. Ha allenato Furlan, Caratti, Camporese, Ljubicic, Djokovic, Gasquet, Raonic, adesso Coric. Senza considerare le decine di coach che ha formato. Un’avventura cominciata quando il maestro di Villa d’este si è rotto un femore

CHE FINE HANNO FATTO? PAOLO CANÈ

CHE FINE HANNO FATTO? PAOLO CANÈ

È stato uno dei più grandi talenti della storia del tennis italiano, ora insegna in un piccolo circolo nella provincia di Bergamo: «Per il mio passato, qualche volta mi sento un po' sprecato. Da giovane ero uno tsunami, ora invece voglio trasmettere valori importanti».

SORTEGGGIO DAVIS: L’ITALIA PESCA MALE, E CON PIQUÈ SPUNTA ANCHE MESSI...

SORTEGGGIO DAVIS: L’ITALIA PESCA MALE, E CON PIQUÈ SPUNTA ANCHE MESSI...

La nuova formula della Coppa Davis ha preso forma col sorteggio effettuato a Madrid: sei gironi, con le prime classificate e le migliori due seconde che si qualificheranno per i quarti di finale. Due singolari e un doppio al meglio dei tre set sul cemento indoor. L’Italia in un girone di ferro con Stati Unitii e Canada