BANDA ROSSA

Wozniacki-Giorgi alle 10.30, poi Shapovalov-Berrettini

0

Tante incognite, ma il favorito è di nuovo Federer

TABELLONE MASCHILE - Secondo i più, il principale candidato al titolo dell'Australian Open è Roger Federer, e un buon sorteggio è pronto a dargli una mano nella prima settimana. Va bene anche a Nadal, mentre piange Zverev: agli ottavi può trovare Djokovic, ai quarti Wawrinka o Thiem. Chance di 3° round per Fognini e Seppi.
Tante incognite, ma il favorito è di nuovo Federer
0
Marco Caldara
11 January 2018

Con l'avvento dei social media e l'abitudine ad avere tutte le notizie in tempo reale, il sorteggio dei tabelloni dei tornei del Grande Slam è diventato a tutti gli effetti un evento, attesissimo dagli appassionati di tutto il mondo. I tornei l'hanno capito e si sono impegnati per rendere la cerimonia sempre più importante. Quella dell'Australian Open, addirittura, si è trasformata in quasi un'oretta di show in diretta tv, sulla Margaret Court Arena, con Roger Federer e Maria Sharapova presenti come ospiti. La scelta di invitare la russa ha fatto discutere, visto che - in assenza della campionessa in carica Serena Williams - le candidate a sostituirla erano diverse, ma malgrado la sospensione per doping il peso del personaggio "Masha" resta comunque superiore a quello di tutte le colleghe. Tuttavia, il vero senso della serata era appunto quello di conoscere quali saranno i primi match, e tutti i possibili scenari, del primo torneo stagionale del Grande Slam. Di seguito l'analisi del tabellone, quarto per quarto.

PRIMO QUARTO
Rafael Nadal può tirare un sospiro di sollievo: ha detto di non avere più dubbi sulle condizioni del suo ginocchio, ma sarà comunque felice di poterlo testare in un primo turno contro Victor Estrella. Anche se ha appena vinto tre buoni match al Challenger di Canberra, acciuffando la semifinale, il dominicano non ha un grande rapporto col cemento, e soprattutto non ha il “peso” per infastidire il numero uno del mondo. Potrebbe averlo al secondo l’argentino Leonardo Mayer, che allo scorso Us Open lo obbligò agli straordinari giocando a un livello impressionante per un set e mezzo, ma poi sparì dal campo. Un’autonomia troppo breve per battere un Fab Four. La prima testa di serie attesa sul cammino di “Rafa” è la n.28, Damir Dzumhur, che nel 2017 ha fatto progressi enormi e quest’anno punta alla top-20, ma non ha l’aria di un particolare pericolo. Idem per uno fra Isner e Schwartzman (a meno di sorprese) negli ottavi, così come il potenziale quarto di finale contro Marin Cilic. Insomma, indipendentemente dai soliti tristissimi discorsi fra tifosi su chi dei loro idoli abbia avuto o meno un tabellone favorevole nella prima settimana (come se poi cambiasse realmente qualcosa…), a Nadal è andata bene. Privilegi della prima testa di serie. In questo spot c’è Paolo Lorenzi: poteva pescare un avversario più facile rispetto a Dzumhur, ma contro il 25enne di Sarajevo potrà giocare il match che piace a lui, con scambi lunghi e tanta corsa. Un successo non è impossibile.

PRIMI TURNI PIÙ INTERESSANTI
Millman vs. Coric, Ebden vs. Isner

ITALIANI IN GARA
Lorenzi vs. Dzumhur (BIH) (0-1)

QUARTO DI FINALE IPOTETICO
Rafael Nadal vs. Marin Cilic

SECONDO QUARTO
A governare il secondo quarto, per la prima volta in carriera in un torneo del Grande Slam, è Grigor Dimitrov, che difende la semifinale di dodici mesi fa. Il bulgaro ha vinto 2 degli ultimi 5 tornei più importanti (Cincinnati e le ATP Finals), e secondo l'ex capitano di Davis australiano Wally Masur ha buone chance di primo titolo Slam. L’urna gli ha garantito un qualificato sia al primo sia al secondo turno, con Rublev (ma occhio al primo turno con Ferrer) al terzo. A New York ha vinto il russo in tre set, ma la musica può cambiare. Il problema più grosso arriva dopo, e non solo perché prima o poi almeno uno di quei 3-4 giocatori più forti di lui lo deve incontrare, ma anche perché negli ottavi di finale dovrebbe vedersela con Nick Kyrgios. L’australiano l’ha sconfitto a Brisbane e sembra un giocatore nuovo, con la serenità giusta per fare grandi cose. Nella parte bassa dello spicchio il principale candidato ad approdare ai quarti è Jack Sock, anche se fra lo statunitense, Kevin Anderson e pure Lucas Pouille non è facile indicare un vero favorito. Nel secondo quarto del tabellone anche il match più affascinante dell’intero primo turno, ovvero il duello da stropicciarsi gli occhi Shapovalov-Tsitsipas (conviene augurarsi che diventi un classico del tennis del futuro), e anche Andreas Seppi. L’altoatesino deve difendere i 180 punti del 2017, fondamentali per restare nei top-100, e ha buone chance di farne almeno 90. All’esordio ha la wild card francese Corentin Moutet, che diventerà fortissimo ma ha solo 18 anni ed è pur sempre al suo primo Slam, mentre al secondo round ci sarebbe Kohlschreiber.

PRIMI TURNI PIÙ INTERESSANTI
Ferrer vs. Rublev, Tsitsipas vs. Shapovalov, Anderson vs. Edmund

ITALIANI IN GARA
Seppi vs. Moutet (FRA) (0-0)

QUARTO DI FINALE IPOTETICO
Grigor Dimitrov vs. Jack Sock

Tante incognite, ma il favorito è di nuovo Federer

TERZO QUARTO
Il grande deluso del sorteggio 2018 è Alexander Zverev: normalmente, la quarta testa di serie l’avrebbe messo al riparo da grandi pericoli prima delle fasi caldissime, invece ci sono sia Wawrinka sia Djokovic fuori dai primi 8, ed entrambi sono finiti nel suo quarto. Addirittura, la sfida con “Nole” potrebbe arrivare già agli ottavi di finale, con big match di apertura della seconda settimana. Zverev non sarà felicissimo, anche se va ricordato che con un ottavo di finale eguaglierebbe comunque quello che sin qui è il suo miglior risultato Slam. Il tedesco esordirà contro Thomas Fabbiano (che sfortuna per il pugliese!), e potrebbe giocare un affascinante derby famigliare col fratello Mischa al terzo, sempre che il più grande dei due riesca a farsi strada fra Chung, Kokkinakis e Medvedev. Nel 2017 arrivò ai quarti battendo Murray, ma sembra aver smarrito buona parte di quello smalto. Djokovic invece se la vedrà al primo turno contro Donald Young, mentre al secondo dovrebbe avere il primo vero test del suo Australian Open, con un match che allo Us Open di due anni fa fu addirittura una semifinale. Dall’altra parte della rete Gael Monfils, reduce dal titolo al Qatar Exxonmobil Open di Doha. Nella parte alta del quarto, invece, i favoriti per un posto fra gli ultimo otto del torneo sono Thiem e Wawrinka, l’unico dei big che ancora non si è fatto vedere nel 2018. Se il ginocchio dello svizzero sta bene (e lui giura sia così), il più forte è lui, altrimenti la situazione potrebbe essere molto più aperta.

PRIMI TURNI PIÙ INTERESSANTI
Bautista-Agut vs. Verdasco, M. Zverev vs Chung, Kokkinakis-Medvedev

ITALIANI IN GARA
Fabbiano vs. A. Zverev (GER) (0-0)

QUARTO DI FINALE IPOTETICO
Dominic Thiem vs. Alexander Zverev

ULTIMO QUARTO
… e finalmente eccoci a Roger Federer, secondo i più il favorito per un altro titolo a Melbourne. Il rodaggio della Hopman Cup ha detto che lo svizzero è (ancora) quello che sta meglio di tutti, e i campi rapidi di Melbourne sono pronti a esaltarne di nuovo il tennis super-aggressivo visto dodici mesi fa. Il cammino del campione uscente parte contro Aljaz Bedene, fresco di ritorno sotto la bandiera slovena, con Struff (o la wild card Kwon) al secondo turno e Richard Gasquet al terzo. Avversari che per il vero Federer non rappresentano affatto un problema, così come Raonic o Querrey agli ottavi di finale. Fino alla seconda settimana per Federer c’è la possibilità di non fare troppa fatica, ma dai quarti l’asticella si alza in maniera importante. Se tutto andrà come deve andare, l’avversario di Federer uscirà dalla sfida fra David Goffin e Juan Martin Del Potro, gli ultimi due giocatori capaci di batterlo nella scorsa stagione. Visto che si tratta di un torneo dello Slam mette in guardia soprattutto “Delpo”, appena rientrato fra i primi 10: a lui il nome Federer non fa paura, perché l’ha già battuto sei volte (di cui due nei Major, sempre a New York), e di recente sulla lunga distanza ha ottenuto i suoi risultati migliori. Per l’Italia nell’ultimo quarto c’è Fognini, che ha iniziato alla grande la stagione. Da numero 25 del seeding, il ligure ha pescato l’argentino Zeballos, battuto tre volte su tre, e al secondo turno avrebbe uno fra Donskoy e Florian Mayer. In sintesi, le chance di terzo round (contro Goffin) sono ottime.

PRIMI TURNI PIÙ INTERESSANTI
Berdych vs. De Minaur, Del Potro vs Tiafoe

ITALIANI IN GARA
Fognini b. Zeballos (ARG) (3-0)

QUARTO DI FINALE IPOTETICO
Roger Federer vs. David Goffin

Tante incognite, ma il favorito è di nuovo Federer

Sposta