L’Adria Tour parte in una bolla di festa: Djokovic, più divertimento che tennis contro Troicki

L’Adria Tour parte in una bolla di festa: Djokovic, più divertimento che tennis contro Troicki

Novak Djokovic fa il debutto nella sessione diurna dell'Adria Tour. Il serbo regola l'amico Viktor Troicki, ma sul piano tennistico il match regala pochi spunti

L'Atp Cup trainata dagli Old Gen: Nadal raggiunge Djokovic in finale

L'Atp Cup trainata dagli Old Gen: Nadal raggiunge Djokovic in finale

Rafa supera in rimonta De Minaur, Nole in tre set su Medvedev: Spagna e Serbia si contenderanno la prima edizione della neonata competizione per nazioni

Grigor Dimitrov torna ad essere un enigma

Grigor Dimitrov torna ad essere un enigma

Undici mesi fa, Grigor Dimitrov vinceva il Masters: oggi si trova lontanissimo dalle posizioni che contano, respinto in tutti i tornei più importanti. Va fuori anche a Pechino, battuto da Dusan Lajovic. La stagione sembra ormai compromessa: nel 2019 avrà voglia e umiltà necessarie per ripartire da zero?

Sascha, l'accento dello Yorkshire e i dati sbagliati

Sascha, l'accento dello Yorkshire e i dati sbagliati

Per un paio d'ore, Alexander Zverev ha temuto di andare incontro all'ennesimo fallimento in uno Slam. Si è risollevato in tempo, battendo Dusan Lajovic in cinque set. Come a voler esorcizzare la tensione, si è concesso un siparietto in conferenza stampa. Ma ha anche ricordato quel vecchio incoraggiamento di Roger Federer...

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Djokovic, ritorno da star. Anche se...

Djokovic, ritorno da star. Anche se...

La rinascita della partnership Djokovic-Vajda viene inaugurata alla grande: all'esordio a Monte Carlo l'ex n.1 ATP passeggia contro Dusan Lajovic, lasciandogli un solo game. Tuttavia, il connazionale gli ha dato pochissimo filo da torcere. Per capirne di più sulle condizioni di "Nole" sarà interessante il prossimo match, contro Borna Coric.

Tsonga, l’importanza di un vero numero uno

Tsonga, l’importanza di un vero numero uno

Jo-Wilfried Tsonga non fa scherzi a Lille: batte in quattro set Dusan Lajovic, fa dimenticare la brutta sconfitta di Pouille e porta la Francia in finale, vincendo il suo ventesimo match in Coppa Davis. Per i galletti sarà la finale numero 18: a novembre ospiteranno il Belgio da favoriti, e con il talismano Noah, che da capitano ha vinto due finali su due.

Il miracolo di Lajovic fa sudare la Francia

Il miracolo di Lajovic fa sudare la Francia

COPPA DAVIS - Sorpresa a Lilla: uno splendido Dusan Lajovic fa venire a galla tutta la fragilità di Lucas Pouille quando deve gestire le responsabilità. Il serbo manca di killer instinct, ma il francese non ne approfitta, perde due tie-break e cade in 4 set. Jo-Wilfried Tsonga sistema le cose contro Laslo Djere, ma in Francia c’è partita. Date le premesse, è una notizia.

Nadal così così, ma avrà tempo di crescere

Nadal così così, ma avrà tempo di crescere

Sotto il tetto dell’Arthur Ashe il neo numero uno del mondo soffre un set contro Dusan Lajovic, ma lo intasca al tie-break e poi chiude senza più problemi. Una vittoria più di intensità che di tennis: le sue chance di vincere il torneo passeranno anche da posizione in campo e aggressività, entrambe da migliorare. Per sua fortuna, il tabellone gli sembra amico.

Diesel Federer accelera verso Mischa Zverev

Diesel Federer accelera verso Mischa Zverev

Roger Federer impiega un set a ingranare contro Dusan Lajovic, ma appena il suo tennis inizia a funzionare per il serbo non c’è scampo. Lo svizzero la spunta in tre set e si prepara al duello contro Mischa Zverev, passato in cinque set su Kukushkin. In Australia l’ha sconfitto passeggiando, a Halle decisamente meno. Sarà facile, ma non così facile.