Giacomo Fantozzi
30 September 2022

Djokovic: “mi piacerebbe giocare in doppio con Kyrgios”

Dopo la vittoria al ritorno in campo, il fuoriclasse serbo ha parlato ai microfoni del torneo di Tel Aviv. Djokovic ha analizzato la sua situazione attuale, e ha rilasciato dichiarazioni interessanti su Nick Kyrgios.

Foto Ray Giubilo

Novak Djokovic è tornato. Nel torneo ATP 250 di Tel Aviv il campione serbo ha sconfitto agevolmente lo spagnolo Andujar 6-0 6-3, e ha dimostrato di sentire bene il campo nonostante la lunga assenza dal circuito. Dopo la partita, Nole si è trattenuto in una rapida conferenza stampa, in cui ha parlato del suo stato di forma e…di Nick Kyrgios. “Oggi è stato un gran giorno. – ha esordito Djokovic. – Nonostante il risultato, il secondo set è stato faticoso, come dimostra il game che è durato più di 25 minuti (il secondo, ndr.). Senza dubbio, si tratta di uno dei game più lunghi della mia carriera. Successivamente, sono riuscito a conquistare il break e ho chiuso la partita tranquillamente. Credo di aver giocato una gran partita, soprattutto all’inizio. Sono stato molto a mio agio all’inizio, senza innervosirmi, e sento di essermi mosso alla perfezione. D’altra parte, l’atmosfera è stata incredibile, mi piace molto giocare in questo campo così piccolo. Sento l’appoggio del pubblico, che mi dà la forza di andare avanti. La mia squadra e io siamo molto felici di essere qui.” Un giornalista gli ha poi domandato se fossero vere le voci che lo vogliono accanto a Nick Kyrgios nei match di doppio, in futuro. “Il mio prossimo avversario è Posipsil (sorride), che è anche uno dei miei migliori amici nel circuito. Nonostante questo, è chiaro che mi piacerebbe giocare con Nick, finché è motivato. È un grande giocatore di doppio, lo so. So che ha vinto Slam con Jack Sock e Thanasi Kokkinakis. È fantastico quando si concentra, mi aspetto che possa continuare su questo livello.” C’è da aspettarsi quindi una collaborazione tra i due tennisti, che dal punto di vista mentale sembrano essere lontanissimi in campo. Ha proseguito, parlando del suo ritorno nel circuito: “So che può suonare come un cliché, ma sono felice ogni volta che posso giocare e fare quello che mi piace di più. Il tennis mi ha dato tutto, essendo io il primo nella mia famiglia che ha praticato questo sport e lo ha fatto poi diventare un lavoro. Rappresentare il mio paese, che ha passato tante difficoltà negli anni, mi riempie di orgoglio. Sono un privilegiato e ho intenzione di ricordare a me stesso che devo continuare a giocare nel miglior modo possibile.”

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA