10 settembre 2014

Parigi chiama, Rozzano risponde

Il tennis team dell'Università Bocconi invitato in Francia per un prestigioso torneo a squadre, che si disputerà niente meno che sui campi del Roland Garros...

Parigi chiama, rozzano risponde

Dal Tennis Rozzano al Roland Garros. Un privilegio che toccherà presto al team agonistico dell’Università Bocconi di Milano, che fa base sui campi del club milanese e che è stato invitato a Parigi per la nona edizione dell’Hec European Clay Court Tournament, uno dei più importanti appuntamenti d’Europa riservati agli studenti universitari. La particolarità? La manifestazione andrà in scena proprio sui campi dello Slam parigino, gli stessi che ogni anno, per due settimane a cavallo fra maggio e giugno, ospitano i migliori tennisti del pianeta. Dal 3 al 5 ottobre, invece, a darsi battaglia saranno numerosi studenti provenienti da ogni parte d’Europa, per un grande torneo a inviti a squadre, in stile Coppa Davis. La formula prevede tre incontri per ogni sfida: un singolare maschile, un singolare femminile e un doppio misto, in modo da dare spazio a quattro atleti per ogni ateneo. “Per la ‘Bocconi’ - spiega Amanda Gesualdi, responsabile della Training Team e capitano del team - i tennisti selezionati sono il napoletano Mattia Prodomo e il faentino Lorenzo Capucci fra gli uomini, mentre fra le donne andranno in Francia la toscana Giulia Cecchi, tesserata proprio per il Tennis Rozzano, e l’emiliana Francesca Bellosi, vincitrice a marzo del Bocconi Tennis Tournament e a maggio dell’EuroValencia, una sorta di Olimpiade di tutti gli atenei del Vecchio Continente”. Come se non bastasse, i ragazzi dell’ateneo milanese non avranno soltanto la possibilità di competere su alcuni tra i campi più famosi al mondo, ma riceveranno anche il medesimo trattamento dei campioni, con ospitalità in hotel, pasti al ristorante dei giocatori, visita guidata al museo del Roland Garros, transportation e possibilità di giocare sui campi principali, compreso il Court Suzanne Lenglen. Roba che solitamente tocca a Rafael Nadal e compagnia.

 

Il prestigioso invito rappresenta una sorta di premio per il lavoro svolto negli ultimi anni, da quando i ragazzi della Bocconi si allenano sui campi del Tennis Rozzano. “Il mio obiettivo era quello di contribuire a dare spazio allo sport anche nelle università - spiega Amanda Gesualdi - e la mia idea ha trovato supporto in Alessandro Ciarlo, presidente di Bocconi Sport Team, che si occupa delle attività sportive all’interno dell’Ateneo. Così è nata questa partnership”. Da allora, la Training Team organizza sessioni d’allenamento per gli agonisti, e mette a disposizione il proprio staff per dei corsi aperti a tutti gli studenti. “In più, da parte nostra - chiude la Gesualdi -, c’è l’interesse di allargare la collaborazione anche alle discipline bionaturali, sia con una convenzione che permetta agli studenti di partecipare ai nostri seminari in sede, sia provando a portare qualche corso in università. Ci stiamo lavorando”.

 

Ufficio Stampa Asd Training Team

© RIPRODUZIONE RISERVATA