Wimbledon pensa all'erba sintetica!

Wimbledon pensa all'erba sintetica!

La grande usura dei campi e la richiesta di più match sul Centre Court stanno convincendo gli organizzatori di Wimbledon a una sperimentazione: inserire una piccola percentuale di erba sintetica sui prati di Church Road. Non si dovrebbe andare oltre il 10%: la soluzione è già stata sperimentata sul rugby, con buoni risultati.

Il campo da tennis più remoto al mondo

Il campo da tennis più remoto al mondo

Si chiama Bunabhainneadar e si trova nell'Isola di Harris, a nord della Scozia, in un luogo quasi disabitato. Lo hanno inaugurato 20 anni fa ed è diventato un luogo di culto per i super-appassionati. Serve una popolazione di 2.000 abitanti e vi si tengono anche lezioni di fitness. Si trova a oltre 1.000 chilometri da Wimbledon: qualcuno avrebbe voluto farci giocare Isner-Anderson...

Andy Murray si ricicla come telecronista

Andy Murray si ricicla come telecronista

Approfittando del suo forfait, BBC ha reclutato Andy Murray come commentatore: martedì ha partecipato al talk show con Sue Barker e Tim Henman (“Chi è più noioso tra me e Tim?”), mentre per i quarti maschili entrerà in cabina di commento. Sul campo lo rivederemo a Washington, mentre per Wimbledon vede un possibile outsider: Novak Djokovic.

Londra, 9 luglio 2001. Il giorno del miracolo

Londra, 9 luglio 2001. Il giorno del miracolo

Forse non è stata la più grande impresa nella storia del tennis. Di sicuro, la più emozionante. Il 9 luglio del 2001, in un lunedì pieno di colori, Goran Ivanisevic vinceva Wimbledon fuori tempo massimo, alla quarta finale, al termine di un torneo da fiaba. "Cavallo Pazzo" ha riguardato quella partita insieme a noi.

La Polo di Edmund è diventata una Ferrari

La Polo di Edmund è diventata una Ferrari

Grande sorpresa a Melbourne Park: Kyle Edmund sfoderà un'altra prestazione di grande qualità e fa fuori anche Grigor Dimitrov, diventando il sesto britannico a conquistare una semifinale Slam nell'Era Open. Il bulgaro fallisce un'altra occasione importante, ma il 23enne nativo di Johannesburg ha i mezzi per fare cose importanti.