Il Governo ha deciso: nessuna espulsione per Djokovic, il serbo resta in Australia

Le ultime novità sul caso Novak Djokovic: il serbo, non essendoci stata l'espulsione dal Governo nelle quattro ore successive al processo, potrà passare la notte in Australia

Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

Secondo quanto riporta il media australiano 'The Age', il Governo australiano non ha esercitato il diritto, possibile nelle 4 ore successive al processo, di espellere dalla nazione Novak Djokovic. Questo vuol dire che il numero 1 del mondo è libero di passare la notte in Australia: la decisione di deportazione potrà ancora essere presa in qualsiasi momento a partire dalla giornata di domani, ossia da martedì 11 gennaio. Insomma, il caso sembra ancora lontano da una definizione, nel frattempo il serbo potrà iniziare ad allenarsi in vista degli Australian Open.

Intanto, come riportato dallo stesso giornale australiano, c'è stata una rivolta per le strade della metropoli, con un gruppo di tifosi che ha bloccato il percorso di un auto sulla quale, secondo loro, c'era proprio Djokovic. I fan hanno lanciato bottiglie contro l'automobile e due persone ci sono addirittura saltate sopra. Dunque, per sopprimere la rivolta, la polizia ha spruzzato uno spray lacrimogeno al peperoncino sulla folla.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA