Redazione
13 September 2022

Francesco Passaro: "Quest'anno punto alle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals. Sogni? Difendere l'azzurro in Coppa Davis"

Le dichiarazioni del talento umbro rilasciate in occasione del corso di formazione per giornalisti organizzato la scorsa settimana allo Junior Tennis Club Perugia

Foto Ray Giubilo 

Francesco Passaro è senza dubbio uno degli azzurri più in crescita nel panorama tennistico mondiale. In questa stagione, il ventunenne perugino ha scalato la classifica ATP, regalandosi il best ranking alla posizione numero 121 e la possibilità di esordire nel main draw degli Internazionali BNL d'Italia; ad agosto, nelle qualificazioni degli US Open, ha anche disputato le sue prime partite in uno uno Slam.

Alla quarta finale della stagione, Passaro ha conquistato a Trieste il suo primo titolo Challenger, battendo Zhizhen Zhang in una finale giocata punto a punto. La settimana successiva, l'azzurro ha raggiunto a Como un'altra finale, ma si è arreso in tre set a Cedrik-Marcel Stebe.

Risultati importanti, che hanno portato l'allievo di Roberto Tarpani ad un passo dalle qualificazioni alle Next Gen ATP Finals di Milano: "Il mio obiettivo è entrare tra i primi otto che si qualificano per le Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals. Sto lavorando per questo, ma se non dovessi farcela non sarà un dramma. Continuerò comunque la stagione per provare a scalare ancora la classifica. Desideri? Da italiano il sogno è sicuramente difendere l'azzurro in Coppa Davis. Ma anche andare il più avanti possibile agli Internazionali d'Italia" - ha rivelato il perugino al Corriere dell'Umbria, in occasione del corso di formazione per giornalisti organizzato la scorsa settimana allo Junior Tennis Club Perugia.

Attualmente, Passaro occupa la nona posizione della Race, distante 164 punti dal Chun Hsin Tseng, ma la stagione può regalare ancora tante emozioni e l'azzurro ha tutte le carte in regola per poter continuare a sognare.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA