Australian Open, cancellato il visto di Novak Djokovic: il comunicato ufficiale del Ministro Alex Hawke

Il Ministro dell'Immigrazione Alex Hawke ha deciso di annullare il visto di Novak Djokovic

Foto Ray Giubilo

Il Ministro dell'Immigrazione Alex Hawke ha preso la sua decisione: il visto di Novak Djokovic va annullato. Come si legge nel comunicato ufficiale la decisione sarebbe stata presa "per motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che fosse nell'interesse pubblico".

IL COMUNICATO UFFICIALE:

"Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi della sezione 133C(3) della legge sulla migrazione per annullare il visto detenuto dal sig. Novak Djokovic per motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che ciò era nell'interesse pubblico. Questa decisione ha fatto seguito alle ordinanze del Circuito Federale e del Tribunale della Famiglia del 10 gennaio 2022, che annullavano una precedente decisione di annullamento per motivi di equità procedurale. Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Dipartimento degli affari interni, dall'Australian Border Force e dal signor Djokovic. Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell'Australia, in particolare in relazione alla pandemia di COVID-19".

Djokovic ora potrebbe accettare la decisione e lasciare il Paese, rinunciando alla possibilità di partecipare agli Australian Open, oppure impugnare la decisione, chiedendo un riesame giurisdizionale della decisione del Ministro.

Secondo quanto riportato da fonti vicine al team Djokovic, i legali sarebbero già pronti a presentare appello contro l’annullamento del visto presso il Circuito Federale e il Tribunale della Famiglia, come già successo in seguito al primo annullamento.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA