Assoluti Todi: Fonio non delude. Rianna: "Lo stop? Alcuni potrebbero essere maturati"

In archivio la seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti. Da lunedì 22 giugno i primi match del main draw e l'apertura al pubblico

Foto Marta Magni

Il secondo giorno dei Campionati Italiani Assoluti di Todi ha registrato il debutto delle ragazze ed il proseguimento del tabellone di qualificazione maschile. La giornata è stata poi resa speciale dalla notizia sulla presenza del pubblico, da lunedì 22 giugno infatti si giocherà a porte aperte con scartamento ridotto. In campo non stecca la prima uscita, Giovanni Fonio che parte nelle qualificazioni con il seeding più alto. Fonio ha battuto Samuel Vincent Ruggeri con il punteggio di 7-6 6-4, al termine del match ha dichiarato: "Non è stato un match facile. Ero avanti 5-2 nel primo set, mi sono un po’ complicato la vita, al tie-break ho annullato un set point e l’ho spuntata. Il secondo parziale è stato leggermente meno combattuto, sono contento di aver portato a casa l’incontro. È bello tornare a provare le sensazioni di un match ufficiale. Ci mancava molto giocare, competere: abbiamo tantissima voglia di stare in campo". Successo con il brivido per Matteo Arnaldi, che l’ha spuntata su Simone Roncalli per 6-4 2-6 13/11. Bene Francesco Passaro (doppio 6-2 a Gianluca Di Nicola) e Luca Giacomini (6-1 6-0 a Riccardo Di Nocera), avanzano di un soffio anche Marco Mosciatti (1-6 7-6 10/8 ad Andrea Guerrieri) ed Erik Crepaldi (5-7 7-5 12/10 a Stefano D’Agostino). Tra le donne si è messa in mostra Enola Chiesa, vincente nel match contro Elisa Camerano con il punteggio di 6-1 6-4. Vincono al debutto anche Denise Valente, Aurora Zantedeschi e Nuria Brancaccio.

Sugli spalti era presente Umberto Rianna, responsabile over 18 della FIT che ha commentato i primi sprazzi di torneo: "Sto vedendo quello che mi aspettavo. Bisogna evidenziare lo spirito dei ragazzi che non vedevano l’ora di poter giocare, sentivano la mancanza della competizione. Si va al di là dei contenuti tecnici dopo il periodo che tutti abbiamo vissuto - spiega Rianna - È importante riuscire a riprendere da dove ci eravamo fermati, considerando che alcuni giovani potrebbero essere addirittura maturati in seguito alla situazione paradossale dei mesi scorsi. Speriamo di poter mettere in luce tutte le cose positive che gli atleti stanno mostrando in queste prime giornate di gara".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE