US Open, Djokovic rischia l'esclusione e Sandgren non ci sta: "È una vergogna, dovrebbero concedergli un'esenzione"

Dopo gli Australian Open, Djokovic potrebbe saltare anche gli US Open: le parole del tennista americano, che si è schierato dalla parte del 20 volte campione Slam

Foto Felice Calabrò

Il mondo del tennis si appresta forse a rivivere la stessa telenovela che aveva inaugurato la stagione 2022. Dopo l'esclusione dagli Australian Open per non essersi sottoposto al vaccino contro il Covid-19, Novak Djokovic rischia infatti di mancare anche agli US Open. Se infatti l'USTA ha pubblicato un comunicato ufficiale per confermare l'ammissione al torneo di tennisti russi e bielorussi, niente è ancora stato rilasciato per quanto riguarda i giocatori che si trovano nella stessa situazione del serbo. Tutt'oggi infatti ai cittadini stranieri non vaccinati è vietato l'ingresso negli Stati Uniti.

Sulla questione è intervenuto anche il tennista americano Tennys Sandgren, attuale numero 208 del mondo. Queste le sue dichiarazioni, pubblicate attraverso i profili social: "È abbastanza vergognoso che l'USTA non si batterà per un'esenzione per Novak. Non sorprende che il governo non abbia cambiato la sua politica arcaica. Io posso giocare ma lui no? È ridicolo".

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA