Rotterdam, Murray: "Rublev sarà ai vertici del tennis mondiale per molti anni"

Lo scozzese elogia il suo prossimo avversario al secondo turno dell'ATP 500 di Rotterdam

Foto Ray Giubilo

Andy Murray, dopo aver superato in lotta l'ostacolo Robin Haase all'esordio in quel di Rotterdam, giocherà questa sera contro Andrey Rublev una partita che vale un posto per i quarti di finale. Lo scozzese, ancora fisiologicamente non al top della propria condizione fisica, ha analizzato l'imminente sfida elogiando il suo prossimo avversario.

"Ho giocato contro di lui quando era ancora molto giovane e aveva già una straordinaria capacità di colpire la palla, ma gli mancava il fisico. È migliorato molto sotto questo aspetto" spiega Andy ."Ha un'eccellente etica del lavoro e mette in campo un'intensità brutale fin dal primo minuto. Il suo prossimo step sarà alzare il livello negli Slam. In ogni caso, penso che sarà ai vertici del tennis mondiale per molti anni".

Anche Andrey Rublev ha speso parole di stima e rispetto nei confronti di Murray. "Andy è una vera leggenda. Con lui ho un ottimo rapporto" confessa il russo. “Lo apprezzo molto come persona e come giocatore. Mi ha distrutto una volta in passato. Sono sicuro che daremo vita a un grande match".

Nell'unico precedente giocato fra i due, l'ex numero uno al mondo vinse nettamente 6-3 6-0 6-2 al secondo turno degli Australian Open 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE