Roger Federer pronto all'addio definitivo a Nike?

Il 6 luglio attendetevi un importante annuncio da Federer. La rivelazione arriva dallo stesso Roger e pare sia legata al suo nuovo ruolo in On Running. Sarà l'addio a Nike? Intanto Luthi rassicura sulla sua condizione...

Foto dal sito On Running

Prima notizia: Roger Federer sta bene. «La riabilitazione sta procedendo come previsto dopo la seconda operazione al ginocchio - ha dichiarato a Srf Sport il suo amico e coach Severin Luthi - Per ora non si allena con grande intensità, ma presto inizierà un bocco di preparazione fisica con Pierre Paganini».

Seconda notizia: il 6 luglio Federer potrebbe annunciare la fine definitiva del suo rapporto con Nike. Dopo il passaggio del 2018 a Uniqlo per quanto riguarda l’abbigliamento - con un accordo decennale del valore di 300 milioni di dollari -, Roger potrebbe ora abbandonare il ‘baffo’ anche per quanto riguarda le calzature. Da novembre 2019 il campione svizzero è diventato infatti socio del noto marchio ‘On Running’, un’azienda con base a Zurigo che opera nel settore da circa dieci anni. Negli ultimi mesi il giro d’affari è aumentato notevolmente, grazie al lancio del nuovo modello CloudNova, e Federer si sente decisamente parte dell’avventura. «Il sei di luglio ci sarà un grande lancio, e un importante annuncio», ha dichiarato al sito Highsnobiety. «Gli appassionati di sneakers che non conoscono ancora il marchio On guarderanno all’azienda in una maniera del tutto nuova. Per me, avere un impatto su un'azienda come On è davvero emozionante. Essere lì nella stanza del workshop, nelle riunioni, dare il mio contributo, e subito dopo vedere che viene preso incredibilmente sul serio e diventa qualcosa di molto bello… Voglio solo far parte di questa incredibile storia, perché è stata molto interessante negli ultimi 10 anni e speriamo di poter rendere i prossimi 10 anni altrettanto emozionanti. Sento di poter dare un contributo su qualsiasi linea, e loro possono accettarlo o lasciarlo perdere. Con un marchio importante come Nike è letteralmente impossibile. On è un'azienda svizzera, e credo che sia nel nostro Dna: se facciamo qualcosa, la facciamo bene».

Fra due giorni scopriremo se Federer vorrà continuare solo a mettere bocca negli affari di On, o vorrà metterci anche i piedi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE