di Giona Maffei
- 12 September 2020

Il piano strategico dell'ATP: investimenti digitali e nuovo calendario dal 2022

Secondo "L'Equipe" il circuito maschile punta a rilanciarsi per il pubblico giovane e a creare un nuovo calendario

Foto Ray Giubilo

L'ATP è pronta a varare il nuovo piano strategico di 92 pagine per rilanciare il circuito maschile nei suoi vari settori. Secondo quanto riportato da "L'Equipe", sarebbero in via di definizione diverse nuove misure che riguarderanno sia gli aspetti mediatici che il calendario dei tornei nel corso dell'anno solare. Il quotidiano francese parla di una rivoluzione digitale per aumentare in maniera massiccia gli introiti dello sport, attualmente ancora troppo legati alla vendita dei biglietti per i singoli eventi e troppo poco dalla diffusione televisiva delle partite. L'obiettivo è anche quello di avvicinare un pubblico più giovane al tennis con la creazione di contenuti che possano attirare una nuova fascia di appassionati tramite la partnership con piattaforme in rapida ascesa come Netflix e Amazon.

L'altra parte fondamentale del piano riguarda invece il calendario, che dovrebbe subire importanti modifiche a partire dal 2022. L'ATP ha intenzione di creare tre Masters 1000 di una durata superiore rispetto al normale. I tre tornei interessati sarebbero Madrid, Shanghai e Roma. Inoltre il montepremi dovrebbe subire un aumento del 2,5%, mentre i profitti degli eventi verrebbero divisi a metà tra i tornei e un fondo riservato ai giocatori, in risposta probabilmente al lancio della PTPA da parte di Novak Djokovic e Vasek Pospisil, che poche settimane fa avevano lamentato l'assenza di un organo che tutelasse i tennisti in maniera concreta.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE