L'Atp apre un'indagine su Alexander Zverev dopo le accuse di violenza domestica

Dopo le tante chiacchiere su quanto accaduto con l'ex fidanzata Sharypova, l'ATP ha deciso di aprire un'indagine sulle accuse a Zverev di violenza domestica.

Foto Ray Giubilo

Dopo diverse voci, arriva la prima decisione ufficiale sul caso Zverev-Sharypova. L'ATP ha deciso infatti di aprire un'indagine interna sulle accuse mosse al numero 4 del mondo da parte dell'ex fidanzata. Quest'ultima ha segnalato episodi in cui sarebbe stata vittima di intimidazioni e percosse da parte del campione tedesco durante il Masters 1000 di Shanghai 2019.

"L'ATP ha come obiettivo quello di condannare ogni forma di abuso o violenza ed indagherà su queste accuse relative al comportamento in un torneo membro della nostra associazione" - ciò è quanto si apprende nel comunicato dell'ATP. Questo principio è stato poi sottolineato dal direttore esecutivo Massimo Calvelli proprio per ciò che concerne Zverev: "Le accuse contro di lui sono gravi e dobbiamo affrontarle. L'augurio è che la nostra indagine ci permetta di stabilire i fatti e determinare le azioni di follow-up appropriate. Sappiamo che Zverev ha accolto con favore la nostra indagine ed ha negato tutte le accuse. Ovviamente - ha concluso Calvelli - monitoreremo anche eventuali sviluppi legali dopo l'ingunzione preliminare ottenuta da Zverev nei tribunali tedeschi".

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA