Daniil Medvedev: "Concordo con Djokovic, non dirò pubblicamente se sono vaccinato"

Daniil Medvedev ha riferito la propria opinione riguardo all'obbligo vaccinale imposto dal governo australiano per i tennisti che vorranno partecipare agli Australian Open: il suo parere non si discosta da quello di Novak Djokovic

Foto Ray Giubilo

Continua a tenere banco il dibattito giornalistico sulle regole sanitarie in vigore per gli Australian Open 2022. Ci sono alcuni tennisti, come Andy Murray, Simona Halep, Victoria Azarenka e Matteo Berrettini, i quali si sono apertamente schierati a favore della vaccinazione e dell'obbligo vaccinale, mentre altri tennisti, come Novak Djokovic, Alexander Zverev ed Ekaterina Alexandrova hanno riferito di non essere intenzionati a rivelare pubblicamente la loro situazione sanitaria, dichiarando, di conseguenza, di essere in dubbio per il primo Slam della stagione.

Di questo secondo gruppo fa parte Daniil Medvedev, che si è più volte rivelato vicino a Djokovic nella varie conferenze stampa, dichiarandosi spesso un suo stimatore. Durante un colloquio con i giornali tenutosi a Mosca, il numero 2 del mondo, che a Melbourne difende la finale persa contro il serbo ad inizio anno, ha voluto ribadire che il suo parere non si discosta da quello del suo grande amico, nonché rivale: "Mi sono molto piaciute le dichiarazioni che ha rilasciato Djokovic sulle regole del governo australiano - afferma il campione degli US Open -: credo fortemente che il vaccino faccia parte di una sfera di scelte prettamente individuali, dunque non ho alcuna intenzione di dire pubblicamente se ho ricevuto il siero oppure no. Se il governo australiano non dovesse ammorbidire le regole, mi reputo anch'io in dubbio per l'Australian Open".

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA