Corrado Barazzutti sul caso Djokovic: "Ogni giorno ci arriva una notizia diversa, bisogna fare chiarezza"

L'ex capitano di Coppa Davis ha detto la sua sul caso Novak Djokovic, affermando che sarebbe importante per tutti fare chiarezza sulla situazione

Foto Ray Giubilo

Il caso di Novak Djokovic è senza dubbio l'argomento del mese e continuano a dividersi le opinioni dei colleghi e degli addetti ai lavori.

Anche Corrado Barazzutti, ex capitano in Coppa Davis della squadra azzurra ha detto la sua: "La situazione è grottesca, ogni giorno ci arrivano notizie diverse, mi auguro che su questa storia piena di ombre vengano fuori informazioni chiare, sulla posizione del governo australiano e su Djokovic, che resta un grandissimo atleta e deve avere, se ci sono i presupposti, la possibilità di giocare".

"Adesso sembrerebbe che Djokovic ha fatto una dichiarazione falsa, però questo è un discorso completamente diverso dall’essere esentato dal vaccino. È una situazione molto complessa, anche un po' curiosa. Io ho sempre detto e ribadisco che Djokovic aveva il diritto di chiedere di partecipare se pensava ci fossero i presupposti per chiedere l’esenzione dal vaccino. Adesso il ministro dell’immigrazione dovrà valutare un po’ tutto e far luce sul perché Djokovic ha scritto il falso nel formulario, presumo che qualche sanzione verrà presa. È importante fare chiarezza anche per Djokovic che dopo questa vicenda, se dovesse giocare, potrebbe trovare una certa ostilità da parte del pubblico in un Paese che sulla lotta al Covid ha adottato una politica di estremo rigore" - ha concluso Barazzutti.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA