Benoit Paire: "Sospensione? Ho il diritto di stare qui a giocare"

Le parole di Benoit Paire dopo la sconfitta contro Lorenzo Musetti al Miami Open

Foto Ray Giubilo

"Ho giocato contro un ottimo giocatore. Oggi ho sentito bene la palla e sono contento del mio match, su questo proverò a costruire. Ci ho provato fino alla fine e devo dire che ero molto calmo in campo, ho approcciato con un'ottima mentalità". Benoit Paire ha commentato così il match di secondo turno del Miami Open perso 6-3 6-3 contro l'azzurro Lorenzo Musetti. "Quando tornerò a casa vedrò la mia famiglia, i miei amici e farò una passeggiata con il mio cane. Non vedrò match di tennis, non mi interessano - il francese commenta ciò che lo attende al ritorno in Europa, sottolineando poi come gli altri non debbano preoccuparsi per lui -. Ho sentito le parole di tanti, ma non mi interessano. L'unica eccezione sono quelle di Toni Nadal che conosco e rispetto, ma la Evert può fare quello che vuole e non critico ciò che ha detto però non credo la mia vita riguardi lei". Prima di salutare, Benoit ha poi risposto a chi invoca la sua sospensione: "Perché dovrebbero sospendermi? Non ho il diritto di stare qui? Io in campo provo a fare il mio massimo, purtroppo a volte il mio livello nonostante ciò non è altissimo. Ci vediamo a Montecarlo".


© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE