ATP 250 di Los Cabos: Seppi si fa rimontare da Bolt e manca l'accesso agli ottavi di finale

Si chiude al primo turno l'avventura sul cemento messicano dell'altoatesino, che domina il primo set ma poi cede ad Alex Bolt

Foto Ray Giubilo

Nella notte italiana Andreas Seppi ha giocato il suo match di primo turno nel torneo ATP 250 di Los Cabos contro l'australiano Alex Bolt. Un'ottima partenza che poi lo ha visto capitolare in tre set: 0-6 6-2 6-3 il risultato finale.

Il primo set sembra lasciare poco spazio alle analisi. Il n.87 del mondo parte subito fortissimo, riuscendo a strappare il servizio all'avversario. Poi tiene bene il suo turno di battuta e piazza un altro break. È un dominio totale quello dell'azzurro, che non dà respiro a Bolt. Seppi chiude il primo set con il risultato di 6-0, 3/3 nelle palle break e un parziale di 26 punti a 11.

Anche l'inizio di secondo set sembra essere favorevole all'italiano, che come nel primo riesce subito a piazzare il break. Ma è il secondo gioco che vede la partita cambiare del tutto. Seppi non riesce a tenere il servizio e Bolt vince il primo game della sua partita, chiudendo una serie negativissima di 7 game persi. Riesce poi a salire sul 2-1. Nel quarto gioco arriva il break decisivo per portare il secondo set nelle casse dell'australiano. Siamo sul risultato di 5-2 quando Seppi serve per allungare il secondo parziale, ma perde il servizio a zero e cede a Bolt il set, con il risultato di 6-2.

L'inizio del terzo e decisivo set è sicuramente più equilibrato. I due giocatori vincono senza problemi i primi game al servizio. Nel quinto gioco Seppi ha un'opportunità per fare il break e salire 3-2, ma non la sfrutta. L'equilibrio si rompe definitivamente nel sesto gioco: il numero 148 del mondo riesce a strappare il servizio a Seppi per salire sul 4-2. Due break nel settimo e nell'ottavo gioco non cambiano la storia del terzo set. Bolt non si distrae quando deve servire per chiudere il match e lo fa con il risultato di 0-6 6-2 6-3.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA