Wimbledon distribuisce il prize money: 10 milioni suddivisi tra 620 tennisti

La polizza assicurativa dei Championships permette la distribuzione del montepremi a coloro che avrebbero partecipato a qualificazioni, main draw, doppi o torneo wheelchair

Foto Ray Giubilo

Wimbledon scende in campo e aiuta i giocatori. L'All England Lawn Tennis Club balza ancora una volta agli onori della cronaca con un altro bel gesto in epoca della pandemia: dopo aver istituito un fondo da 1.2 milioni di sterline da parte della Wimbledon Foundation con donazioni di fragole, asciugamani e palline non utilizzate nell'edizione dei Championships del 2020, l'AELTC annuncia con un comunicato ufficiale la distribuzione del prize money a tutti i giocatori che sarebbero stati ai nastri di partenza del terzo Slam stagionale. Dopo una consultazione sulla copertura assicurativa, i 10 milioni di sterline verranno suddivisi per un totale di 620 tennisti. Ai 224 che avrebbero preso parte alle qualificazioni andranno 12.500 sterline, 25.000 ai 256 del main draw e 6.250 a 120 doppisti. Infine saranno gratificati 16 tennisti wheelchair (6.000 sterline) e 4 del quad wheelchair (5.000 sterline) per un totale di premi distribuiti che ammonta a 10.066.000 sterline.

"Subito dopo la cancellazione dei Championships abbiamo rivolto la nostra attenzione sul modo per aiutare tutti coloro che vi avrebbero preso parte - le parole di Richard Lewis, Chief Executive AELTC - Molti giocatori hanno avuto difficoltà finanziarie durante questo periodo, siamo lieti che la nostra polizza assicurativa ci permetta di offrire questi pagamenti come riconoscimento nei confronti del duro lavoro di chi ha investito per la propria classifica". I pagamenti, inoltre, hanno riguardato anche gli 'officials', figure fondamentali per la buona riuscita dell'evento mentre per il sorteggio dei biglietti - il cosiddetto 'Ballot' - l'intenzione è quella di assicurare ai fortunati le stesse sessioni degli stessi giorni per il 2021, con la messa a disposizione di ticket aggiuntivi per la prossima edizione che verrà messa al vaglio prossimamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE