di Tommaso Vitali
16 November 2022

Serie A1, per i prossimi cinque anni le finali si disputeranno al Circolo Stampa Sporting di Torino: la conferenza di presentazione

Sono state presentate le finali della Serie A1 maschile e femminile, che a partire da dicembre di quest'anno si svolgeranno sui campi del circolo torinese

Conferenza stampa di presentazione delle finali di Serie A1 al Circolo Stampa Sporting di Torino - Foto Giampiero Sposito/FIT

Sono state presentate le finali della Serie A1 maschile e femminile, che a partire dall'edizione 2022 si svolgeranno sui campi del Circolo Stampa Sporting di Torino per i prossimi cinque anni. Lo scudetto di quest'anno sarà assegnato al circolo torinese dal 10 all'11 dicembre e le sfide saranno trasmesse in diretta su SuperTennis.

"Iniziamo a sfruttare la legacy delle Nitto ATP Finals - ha dichiarato il presidente della Federazione Italiana Tennis e Padel, Angelo Binaghi in conferenza stampa - il Circolo Stampa Sporting rappresenta una società per noi storica che si è legata con passione al grande evento fin dal primo momento. Una decina di anni fa il campionato a squadre di tennis era la competizione a squadre con più partecipanti, contando tutte le categorie, tra tutti gli sport in Italia dopo il campionato di calcio maschile".

Queste invece le parole di Fabrizio Ricca, Assessore Sport della Regione Piemonte. "Daremo la possibilità non solo ai migliori giocatori del mondo, ma anche ai migliori circoli italiani di sfidarsi qui. E i circoli sono la base della pratica del tennis in tutto il territorio nazionale. Si tratta di un investimento strutturale per lasciare qualcosa alla collettività e portare il grande tennis a Torino. Dobbiamo partire dal basso per costruire i campioni del futuro come Lorenzo Sonego che è partito dallo sporting e l'anno scorso è arrivato con gli occhi che brillavano a giocare la Coppa Davis al Pala Alpitour".

Domenico Carretta, assessore allo Sport di Torino, sottolinea: "Dobbiamo valorizzare quanto di bello sta avvenendo in questi giorni, in questi anni, a Torino e fare i conti con quello che il grande evento ha lasciato quando viene arrotolato il blue carpet. Lo facciamo nelle scuole, nei circoli, dove promuovere l'educazione sportiva, importante per costruire una società che si fondi su valori diversi rispetto a quelli della competizione. I grandi eventi rendono tutto più vicino: grazie alle Nitto ATP Finals il tennis entra nel cuore dei torinesi in modo dirompente e li fa avvicinare al grande sport. Ma questo è stato possibile a Torino perché, come ci insegna anche l'Eurovision, abbiamo strutture, maestranze, tutto quel sistema Torino figlio della capacità di organizzare eventi che deriva dalle Olimpiadi invernali del 2006".

"Spesso i circoli in Italia sono in alcuni dei luoghi più belli delle nostre città più importanti, ma hanno delle barriere psicologiche che impediscono al nostro sport di essere sempre più popolare. Noi le stiamo abbattendo in due modi. Il primo, cercando di avvicinare i bambini delle scuole, quest'anno saranno 350mila ma voglio che tutti i ragazzini d'Italia conoscano il tennis alle scuole elementari. Il secondo è attraverso il padel, che ha abbattuto i muri e li ha trasformati in vetri" - ha continuato Binaghi.

L'occasione del centesimo anniversario della Serie A1 rinforza il messaggio del presidente, che ha concluso: "Vogliamo valorizzare questo campionato come merita, perché il campionato affiliati valorizza la dimensione sociale del nostro sport, che credo sia molto più importante e punto di arrivo per noi dirigenti. Venerdì incontrerò il presidente della Federazione francese che verrà con i dirigenti della loro scuola di formazione per capire i segreti del successo della scuola italiana. Ci ha mandato una lista lunghissima di domande, ma non ci ha chiesto niente del campionato affiliati. Invece credo che sia proprio uno dei segreti del nostro successo e combatto perché non ne venga snaturata l'impostazione che è stata la chiave di volta della crescita del movimento giovanile".

Nel maschile sono16 le squadre partecipanti, divise in quattro gironi da quattro. Le prime classificate di ogni girone partecipano ad un tabellone di play-off, con incontri di andata e ritorno al primo turno. A una giornata dalla fine della fase a gironi, le neopromosse CT Palermo e il TC Sinalunga sono già qualificate per le fasi finali. Vicina alla qualificazione anche il Park Genova, vincitore dell'edizione 2020, che può contare su Fabio Fognini, Lorenzo Musetti, Gianluca Mager e Simone Bolelli.

In campo femminile, al via otto squadre divise in due gironi da quattro. Le prime due classificate di ogni gruppo parteciperanno a un tabellone di play-off, con incontri di andata e ritorno al primo turno. Dopo cinque delle sei giornate previste, sono certe della qualificazione il Canottieri Casale (che può schierare Sara Errani, Jessica Pieri e Lisa Pigato), e il Tennis Beinasco. Al termine della fase a gironi, le terze e le quarte classificate sia al maschile sia al femminile parteciperanno a un tabellone di play-out a otto, sempre con formula di andata e ritorno.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA