Niente colpo di stato per Sinner, Nadal passa in tre set

L'altoatesino si ferma, sarà Nadal-Schwartzman ai quarti

Foto Ray Giubilo

Niente da fare per Jannik Sinner, che deve salutare il Roland Garros agli ottavi di finale. Il numero 19 del mondo cede dinanzi al 13 volte campione di questo torneo con il punteggio di 7-5 6-3 6-0. Non c'è la rivincita dei quarti di finale dello scorso anno, anzi stavolta si assiste ad un vero e proprio dominio del maiorchino, che, dopo un primo set difficile, sale di livello e mette all'angolo l'azzurro. Lo spagnolo vola, dunque, ai quarti, dove troverà, proprio come accaduto nella semifinale dell'edizione 2020, Diego Schwartzman. Le speranze dell'Italia rimangono legate a Matteo Berrettini.

Nadal parte fortissimo nel primo parziale, scagliando due ace e volando subito 2-0. Poi, però, qualcosa si inceppa, arrivano doppi falli ed errori di dritto, mentre Jannik trova continuità e mette a segno 4 giochi consecutivi, andando in vantaggio di un break. Sinner, tuttavia, gioca alla pari solo fino al 3-5: da lì in poi, il bolzanino tiene la battuta solo una volta in tutto il resto del match. Inizia un'emorragia di 8 giochi consecutivi e Rafa sale sul 7-5 4-0. A quel punto, si vede una piccola reazione del numero 18 del seeding, il quale recupera entrambi i break di svantaggio e si presenta al servizio sul 3-4. Ma non basta neanche questo a regalargli fiducia: oggi il suo atteggiamento non è all'altezza della situazione e permette a Nadal di sentire l'odore della preda. Il maiorchino, come suo solito, non si fa pregare due volte prima di azzannarla e conclude la partita con un'altra super serie di 8 game di fila: il punteggio finale è 7-5 6-3 6-0, al termine di un match durato 2 ore e 17 minuti.

Le statistiche parlano chiaro: 81% di resa con la prima per Nadal, che colpisce 31 vincenti contro gli 11 appena di Sinner, il quale chiude con un pauroso bilancio vincenti/gratuiti di -29.

Adesso, per il re, ci sarà la sfida con Schwartzman, contro cui ha perso solo uno degli 11 scontri diretti, ma attenzione: l'argentino sa come metterlo in difficoltà e venderà cara la pelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA