di Aliosha Bona
- 09 March 2020

A Indian Wells non si gioca, protagonisti sotto shock. Nadal: "State al sicuro"

Le reazioni dei giocatori a poche ore dall'ufficialità della notizia. Da Alexander Zverev a Jamie Murray che rivela della presenza di casi nella sede del torneo di Miami. Nadal: "Spero che le autorità troveranno presto una soluzione"

1 di 2

Il coronavirus ferma il grande tennis a Indian Wells. Cancellati il Masters 1000 e il Wta Premier Mandatory che si sarebbero dovuti tenere da questa settimana. Un caso confermato nella Coachella Valley: dichiarato lo stato di emergenza con il conseguente annullamento del torneo combined. I primi comunicati via social da parte del torneo stesso, dell'Atp e della Wta nella notte italiana. Tifosi e giocatori sotto shock, a testimonianza della gravità del problema non solo sul territorio italiano, bensì a livello internazionale. Puntuale è arrivata la reazione di Rafael Nadal: “La notizia l’avete probabilmente sentita tutti. Indian Wells cancellato. Siamo qui e stiamo ancora decidendo cosa fare. Molto triste per quello che sta succedendo a causa di questa situazione nel mondo. Spero che le autorità troveranno presto soluzione. State tutti bene e al sicuro“, ha scritto il maiorchino sul proprio profilo Twitter, mettendo in prima piano la salute.

"Senza parole", cita Alexander Zverev su Instagram, riportando la notizia ufficiale. Jamie Murray invece pone lo sguardo sui prossimi eventi, a serio rischio soprattutto quello di Miami a fine marzo: “Non è un bel segnale per il tour se Indian Wells è stato cancellato per un caso confermato nella Coachella Valley. La contea di Broward (dove si disputa il Miami Open) ha più casi confermati - rivela il britannico - Monte Carlo confina con il nord Italia attualmente sotto blocco. Il Masters di Roma? Il Roland Garros? Wimbledon?!!”. Differente puntualizzazione quella espressa da Diego Schwartzman, insoddisfatto per la superficialità con cui è stata trasmessa la notizia ai giocatori: “Avrebbe fatto bene l’ATP Tour a comunicare un po’ meglio ai giocatori una sospensione di un torneo come questo quando siamo tutti qui - scrive su Twitter 'El Peque' - scoprirlo dai social o da Whatsapp è abbastanza triste“. Di seguito le varie reazioni dal mondo del tennis, da Belinda Bencic a Naomi Osaka che si limitato ad esprimere con una emoji tutta la propria delusione e preoccupazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE