Caso Djokovic, il Governo sta decidendo se esercitare l'espulsione

Secondo alcune fonti vicine all'ambiente di Novak Djokovic, il Governo australiano, nonostante la sentenza del tribunale, starebbe valutando se espellere o meno il numero uno del mondo

Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

Non basta essere stati scagionati dal tribunale contro questo Governo australiano: secondo fonti vicine al serbo, infatti, Novak Djokovic sarebbe ricercato, nonostante la ragione datagli dalla corte in tribunale. A tal proposito, Djordje, il fratello di Djokovic ha dichiarato: "L'unica cosa che possiamo fare è renderlo noto ai media: vogliono arrestare e rinchiudere Novak nuovamente. In questo momento, si trova con gli avvocati per trovare e pensare a una soluzione".

Inoltre, secondo il media australiano 'Melbourne The Age', il Ministro sta seriamente pensando in cancellare il visto di Djokovic, pur senza applicare il divieto di ingresso per 3 anni previsto dalla legge. Secondo le regole australiane, infatti, il Governo può cancellare un visto se, indipendentemente dalle sentenze legali, ritiene che una persona possa essere considerata un rischio per la salute, la sicurezza o l'ordine pubblico della comunità australiana o di una parte di essa.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA