Fabio Fognini sulla discussione con Caruso: "Quello che succede in campo rimane lì. De Minaur? È favorito"

Il tennista ligure non vuole più tornare sulla questione e chiude ogni polemica assicurando che chiarirà con Salvatore Caruso

Foto Ray Giubilo - Fabio Fognini e Salvatore Caruso

"Quello che succede in campo rimane sul campo. Io e Salvo siamo buoni amici e nessuno meglio di me può capire la sua reazione a fine partita, perché questo match è girato su pochissimi punti. Sulla vicenda non ho altro da aggiungere". Così Fabio Fognini ha voluto chiudere la discussione in conferenza stampa dopo l'alterco avuto con Salvatore Caruso (queste le parole del siciliano sulla vicenda) al momento del saluto a fine gara. L'episodio, sicuramente spiacevole, potrebbe esser archiviato in breve tempo non appena i due avranno modo di confrontarsi. "Se ho parlato con Salvatore dopo la partita? Non ancora - afferma il numero due d'Italia -. Avremo modo di farlo e ti farò sapere" ha detto rivolgendosi a un giornalista.

Fognini si è anche soffermato anche sull'analisi della partita. "Sono felice perché sono reduce da un infortunio e penso di non aver giocato il mio miglior tennis oggi. Credo di aver avuto più chance di lui nel quinto set, ma questo è lo sport". Al prossimo turno se la vedrà contro il beniamino di casa, Alex De Minaur. "È un avversario difficile - spiega Fabio -. Ritengo sia favorito, anche perché ha vinto Antalya ed è in fiducia. Inoltre qui nei primi due turni non ha ancora perso un set. È uno dei giocatori più veloci del circuito ed è molto solido da entrambi i lati. Ho 33 anni, quasi 34, spero che il mio corpo recuperi velocemente".


© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE