di Giona Maffei
- 22 July 2020

Il Challenger di Todi diventa un '90', Marchesini: "Sarà un torneo di livello altissimo"

Presentato il Challenger di Todi organizzato da MEF Tennis Events. Il torneo diventerà un '90', con un importante aumento del montepremi

Foto Marta Magni

L'Italia sarà tra le protagoniste della vera ripartenza del tennis mondiale. Il Bel Paese, tra agosto e settembre, è pronto a ospitare ben quattro eventi del circuito ATP Challenger, oltre al WTA di Palermo che inaugurerà il nuovo calendario del circuito maggiore femminile. Due dei quattro tornei maschili saranno organizzati da MEF Tennis Events, che dopo gli Internazionali di Parma ha presentato anche gli Internazionali di Tennis Città di Todi, che come il torneo dell'Emilia Romagna vedrà aumentare il suo prestigio e, di conseguenza, il suo montepremi.

Il Challenger di Todi, città che ha già ospitato un mese fa i Campionati Italiani Assoluti e presto sarà teatro delle finali di Serie A1, prenderà il via sabato 15 agosto con le qualificazioni, per concludersi domenica 23 con la finale. "Dopo la cancellazione dell’ATP 500 di Washington, il Challenger di Todi, oltre a quello di Praga, sarà il primo torneo del circuito - ha annunciato con orgoglio Marcello Marchesini, presidente di MEF -. Per dare ai campioni la possibilità di esserci abbiamo deciso di alzare il livello, da ATP Challenger 80 ad ATP Challenger 90: ciò comporta un aumento del montepremi di oltre $25.000 e il diritto di assegnare due wild card a giocatori tra l’undicesima e la cinquantesima posizione della classifica mondiale. Stiamo anche lavorando affinché ci sia una straordinaria copertura televisiva dell’evento, così come avvenuto ai Campionati Italiani Assoluti con Sky Sport e SuperTennis TV. Gli Internazionali di Tennis Città di Todi saranno un torneo di livello altissimo".

Todi, quindi, sempre più al centro del tennis nazionale e non solo, con ben due tornei e la fase finale del massimo campionato italiano organizzati in pochi mesi. Tutto questo assume maggiore importanza visto il periodo difficile che attraversano tutti gli sport. Più che soddisfatto, quindi, il sindaco della città umbra, Antonino Ruggiano. "Le ottime sensazioni di giugno sono adesso amplificate - ha affermato -. Gli enormi sforzi della macchina organizzativa hanno reso indimenticabili i Campionati Italiani Assoluti, in cui tutto ha funzionato a meraviglia anche dal punto di vista della sicurezza. Ora accogliamo con grande gioia la notizia che, oltre alle finali di Serie A1, ospiteremo un ATP Challenger 90. È per noi una fortuna poter collaborare con MEF, che ci dà la forza di andare avanti. È veramente incredibile pensare che, dopo tutto ciò che abbiamo passato nei mesi scorsi, abbiamo adesso difficoltà a reperire camere d’albergo per chi viene nella nostra città. L’Umbria si è rilanciata con il tennis, siamo orgogliosi ma anche stupefatti. Todi si è trasformata, scoppiamo di felicità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE