Statistiche web

Challenger Tenerife 2, tanti azzurri pronti a partire. Lloyd Harris si carica: "Voglio vincere e rientrare in top 100"

Tante partecipazioni di lusso nel secondo dei tre eventi ATP Challenger organizzati da MEF Tennis Events sui campi in cemento dell'Abama Tennis Academy di Tenerife

Foto Ray Giubilo 

Con i primi match del tabellone di qualificazione, ha preso ufficialmente il via il Tenerife Challenger 2, il secondo dei tre eventi ATP Challenger organizzati da MEF Tennis Events sui campi in cemento dell'Abama Tennis Academy di Tenerife.

Sono quattordici i tennisti azzurri, tra tabellone principale e cadetto, che prenderanno parte al torneo. Francesco Passaro, Matteo Arnaldi e Raul Brancaccio saranno le prime tre teste di serie del main draw.

Occhi puntati anche su Benoit Paire e Lloyd Harris. Proprio il sudafricano, rientrato ad inizio stagione da un lungo infortunio, ha parlato delle sue ambizioni nel torneo e delle prime uscite del 2023, dove si è tolto anche la soddisfazione di battere Lorenzo Musetti all'esordio negli Australian Open: "Sono molto contento di essere a Tenerife per questi due tornei, quest’isola è bellissima e sono motivatissimo. Ho passato quattro mesi senza toccare la racchetta e dal Roland Garros fino a fine stagione non ho più giocato. È stato un periodo lungo e difficile, ma devo dire che ci ho messo meno del previsto a recuperare la migliore condizione. A questo livello non esistono partite scontate. Chiaramente voglio provare a vincere entrambi i tornei e voglio rientrare in top 100, ma la mia priorità a breve termine è stare bene fisicamente. Poi in generale punto a fare anche meglio del mio best ranking".

Il main draw sarà inaugurato dal match di Francesco Passaro, testa di serie numero 1, che sul Campo Centrale se la vedrà con Yaroslav Denim, diciassettenne russo che si allena alla Rafa Nadal Academy. Al secondo turno, possibile l'incrocio con Lloyd Harris, che all’esordio se la vedrà invece con Ivan Gakhov.
Già un derby azzurro in programma nel tabellone principale, quello tra il numero due del seeding Matteo Arnaldi ed Alessandro Giannessi.
La wild card Martin Landaluce, diciassettenne di Madrid campione in carica degli US Open junior, sfiderà Riccardo Bonadio al primo turno. Per Benoit Paire, ci sarà invece la sfida con Santiago Rodriguez Taverna.

Nelle qualificazioni, Gian Marco Moroni e Lorenzo Giustino hanno vinto i rispettivi derby contro Alexander Weis (6-3 6-4) e Giovanni Fonio (6-3 6-4). Nei confronti tra giocatori spagnoli sono invece arrivati i trionfi di Alvaro Lopez San Martin e Alejandro Moro Canas su Nikolas Sanchez Izquierdo (7-5 7-6) e Daniel Merida (6-7 6-0 6-4).

Attesa anche per il debutto nel torneo dell'Hawk-Eye sul Campo Centrale dell’Abama Tennis Academy.

I risultati di domenica 29 gennaio
1° turno qualificazioni

Daniel Cox b. Clement Tabur (11) 6-0 3-6 6-2
Matteo Gigante (2) b. Miguel García (WC) 6-2 6-1
Stefano Travaglia (7) b. Dominik Palan 7-5 ret.
Lorenzo Giustino (3) b. Giovanni Fonio 6-3 6-4
Gian Marco Moroni (8) b. Alexander Weis 6-3 6-4
Alvaro Lopez San Martin b. Nikolas Sanchez Izquierdo (4) 7-5 7-6 (5)

Alejandro Moro Canas (9) b. Daniel Merida (WC) 6-7 (5) 6-0 6-4
Miguel Damas (Alt) b. Steven Diez (5) 7-5 7-5
Shintaro Mochizuki (10) b. Massimo Giunta (WC) 6-4 6-0
Bu Yunchaokete (6) b. Hillel Rousseau (WC) 6-3 6-0

© RIPRODUZIONE RISERVATA