Challenger Milano, Zeppieri avanza nelle qualificazioni

Esordio vincente nelle qualificazioni del Challenger di Milano per Giulio Zeppieri

Foto Francesco Peluso

Parte l'edizione 2021 dell'ASPRIA Tennis Cup – Trofeo BCS (44.820€, terra battuta). Sui campi dell'ASPRIA Harbour Club di Milano il torneo si è aperto con i match di qualificazione. Esordio vincente per Giulio Zeppieri che nonostante l'offerta di una wild card in main draw, ha deciso con il coach Piero Melaranci di giocare le qualificazione. Il tennista di Latina ha dunque iniziato la sua avventura vincendo il derby contro Francesco Passaro con il punteggio di 7-5 6-3. A fine match ha parlato Melaranci che ha raccontato gli ultimi mesi vissuti dal suo allievo: "Giulio è stato fermo per un'infiammazione al ginocchio di cui soffre ancora, altrimenti avremmo giocato già a Parma. Si è portato dietro il problema per un po', si è fermato e poi ha effettuato terapie con il dottor Pierfrancesco Parra. Lo stop di quasi due mesi è dovuto essenzialmente a quello, adesso cercheremo di giocare il più possibile. Il desiderio di giocare tanto è all'origine della scelta di rinunciare alla wild card - spiega Melaranci -. Abbiamo scelto di giocare le qualificazioni proprio per giocare più partite possibili, entrare in condizione e gestire la seconda parte della stagione in modo tranquillo e intenso. Da qualche giorno abbiamo intensificato anche il lavoro atletico". Per entrare in tabellone Zeppieri non avrà un secondo turno, dovrà infatti vedersela contro Michael Vrbensky, numero uno del tabellone di qualificazione. "Ci siamo allenati con lui in passato, quindi lo conosciamo. È un buon giocatore, pericoloso, ma se Giulio fa il suo credo che abbia tante chance di vittoria. Vediamo, la cosa che mi interessa di più è la condizione generale".

Nella giornata di domenica 20 giugno sono arrivate le sconfitte di Stefano Napolitano e Jacopo Berrettini. Il primo si è arreso 6-4 6-1 al croato Ajdukovic, mentre c'è maggiore rimpianto per il fratello minore del numero 1 azzurro, battuto 7-5 7-6 dal francese Furness, proprio mentre Matteo giocava la finale al Queen's. Sotto 7-5 2-0, Berrettini ha raccolto cinque giochi di fila, ha avuto un setpoint, ma non è riuscito a prolungare il match al terzo. Il tie-break gli è poi stato fatale.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA