di Aliosha Bona
- 05 March 2020

Azarenka, ritorno amaro a Monterrey: cosa ha fatto 'Vika' nei 6 mesi di stop?

Con un doppio 6-2 Azarenka saluta Monterrey, sconfitta da Tamara Zidansek: l'ultimo torneo di Vika risaleva agli Us Open 2019. Nel mezzo tanto tempo passato col figlio e prove di business ad Harvard.

Victoria Azarenka è tornata. Questa è una delle notizie più positive della settimana. Che il ritorno non sia stato di quelli eccelsi non è in dubbio, ma rivedere l'ex numero uno al mondo di nuovo in campo scaccia le ipotesi di un imminente ritiro. Al Wta International di Monterrey, la bielorussa è stata sconfitta da Tamara Zidansek (71 Wta) con un doppio 6-2 al primo turno. Tante le difficoltà a reggere lo scambio da fondo e un ritmo partita che inevitabilmente manca. L'ultima apparizione era datata agli Us Open 2019 quando fu rimontata dalla connazionale Aryna Sabalenka all'esordio. Poi la cancellazione dal Wta di Wuhan a fine settembre. Vika ora risulta iscritta ai Wta Premier di Indian Wells e Miami, dove è costretta ad inanellare qualche risultato di spicco per mantenere un ranking che la vede attualmente al 56° posto. Aprile e maggio saranno mesi fondamentali per la trentenne di Minsk, ma sarà soprattutto marzo a dirci qualcosa in più sulla competitività e la voglia di far ancora parte dei vertici.

In questi mesi di stop, anche piuttosto inaspettato, le indiscrezioni e le ipotesi legate al ritiro non sono mai state scartate definitivamente. Con gli addii di Wozniacki e Sharapova, quello di Vika sarebbe stato un duro colpo da digerire: il tennis non è ancora pronto a lasciare tre ex numero uno nel giro di tre mesi. La domanda che molti si pongono è cosa abbia fatto effettivamente Azarenka in questo lungo periodo ai box. Di notizie ufficiali ben poco, anzi solamente il forfait agli Australian Open - dove tra l'altro vinse per due anni di fila tra il 2012 e 2013 - dovuto a "motivi personali". Che gli ultimi anni non siano stati sereni non lo scopriamo certo ora. La battaglia per la custodia del figlio Leo ha caratterizzato in negativo le prestazioni della bielorussa dal lontano 2017, anno in cui è iniziato un'infinito scontro legale con l'ex compagno Billy McKeague. Pochi tornei, una continuità che è sempre venuta a mancare e una lotta ben più importante da vincere. Dal 2016, anno di nascita del piccolo Leo, Azarenka non è stata più la stessa.

Ritornano al recente passato, tra fine 2019 ed inizio 2020, la pluri-campionessa Slam ha potuto dedicarsi in maniera concreta proprio al figlio: a testimoniarlo sono i suoi vari post su Instagram, social in cui è mediamente attiva. I commenti dei fan sotto le sue foto riguardano il possibile ritiro, domande a cui Azarenka non ha mai dato una risposta chiara. Non solo la famiglia però. Una recente pubblicazione di Monica Puig la raffigura a Boston, dove ha preso parte ad un programma di business ad Harvard: prove generali per una seconda carriera professionale? Nel programma semestrale che indirizza gli atleti professionisti ad attività commerciali o imprenditoriali, non sono mancate le presenze delle già citate Maria Sharapova e Caroline Wozniacki, oltre a nomi di Christina Mchale e Alla Kudryavtseva. Un futuro tutto da scrivere, per ora ci godiamo Vika in campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE