Australian Open, Dominic Thiem recupera due set di svantaggio ed elimina Kyrgios

L’austriaco, dopo aver subito il gioco esuberante di Kyrgios nei primi due parziali, la spunta in lotta al quinto. Il prossimo avversario sarà Grigor Dimitrov

Foto Ray Giubilo - Dominic Thiem

Un match ad alta tensione ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte all'interno di una cornice a dir poco rovente. Dominic Thiem è uscito vincitore dalla battaglia ingaggiata con Nick Kyrgios dopo 3 ore e 21 minuti di gioco recuperando uno svantaggio di due set. Il numero tre al mondo, reduce dalle vittorie in tre set con Kukushkin e Koepfer, ha battuto il beniamino di casa col punteggio di 4-6 4-6 6-3 6-4 6-4 realizzando in totale 57 vincenti a fronte di 28 errori non forzati. Una prestazione inizialmente sottotono quella sfoggiata dall'austriaco, che ha avuto bisogno di oltre un'ora e mezza di gioco per carburare e trovare le contromisure al proprio avversario. Kyrgios, al contrario, è partito subito a gonfie vele confezionando giocate di pregevole fattura salvo poi disunirsi con qualche gratuito e lamentarsi col giudice di sedia. Per via di questi fattori, complice anche la stanchezza subentrata col passare dei minuti, l'eclettico tennista australiano ha perso la lucidità necessaria per rimanere aggrappato al match. Thiem è stato bravo e attento ad approfittarne crescendo in maniera esponenziale minuto dopo minuto non dando modo all'australiano di rientrare in carreggiata. Per l'austriaco, alla sua quarta qualificazione in carriera agli ottavi di Melbourne, si tratta della quarta vittoria in tornei dello Slam recuperando due set di svantaggio (l'ultima in finale agli Us Open contro Zverev), la seconda agli Australian Open dopo la rimonta contro Denis Kudla di tre anni fa. Il prossimo avversario di Dominic Thiem agli ottavi di finale sarà Grigor Dimitrov. Il bulgaro, che si presenterà probabilmente più fresco all'appuntamento contro il numero tre del ranking dopo la vittoria arrivata in nottata col ritiro di Pablo Carreno Busta, ha vinto tre dei cinque precedenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE