ATP 500 Queen's: Jannik Sinner esce all'esordio, sconfitto da Jack Draper

Il britannico ottiene la sua prima vittoria nel circuito maggiore

Foto Ray Giubilo

L'ATP 500 del Queen's Club perde, già nel primo match di tabellone principale, una delle più quotate teste di serie: Jannik Sinner, numero 3 del seeding, è stato sconfitto all'esordio da un suo coetaneo, il finalista di Wimbledon Junior nel 2018, Jack Draper. Il punteggio finale è stato di 7-6 7-6, ma l'altoatesino ha sprecato tantissime occasioni: l'azzurro ha, infatti, servito avanti 5-3 nel set d'apertura e 5-4 nel secondo e non ha concretizzato due set point consecutivi nel primo parziale. La wildcard di casa vola così agli ottavi di finale, dove incontrerà il vincitore della sfida tra Alexander Bublik e Jeremy Chardy.

Sinner parte fortissimo nel match: dopo un primo gioco faticoso al servizio, l'azzurro porta a casa ben due break, volando sul 4-0 40-15. In questo game da ben 22 punti, però, perde la battuta e rimette il britannico in partita. Ciò non sembra compromettere il primo parziale, dal momento che il numero 3 del seeding, tenuto il servizio a zero nel settimo game, si presenta, sul 5-3, a servire per per il set: qui arriva un passaggio a vuoto. Il padrone di casa si prende anche il secondo controbreak e costringe il 9° tennista della Race al tiebreak: Sinner si procura delle nuove opportunità, avendo a disposizione ben 2 set point, uno in risposta ed uno al servizio. Draper, allora, mette 4 punti in fila e chiude i discorsi per 8 punti a 6: la frazione iniziale, inaspettatamente, è sua.

Il secondo parziale inizia in maniera combattuta: nei primi 6 giochi, sono soltanto 4 i punti concessi dal giocatore alla battuta. Nel settimo game arriva la svolta: come accaduto anche in precedenza, è proprio Jannik a portarsi in vantaggio di un break. Sembra un copione già scritto: il numero 23 del mondo prova a modificarlo ma, ancora una volta, non ci riesce. Nel decimo gioco è al servizio per portare il match al terzo e fallisce nuovamente la chance. Di conseguenza, si gioca un secondo tiebreak, questo letteralmente dominato dal numero 309 del mondo, il quale, grazie a due minibreak, chiude 7 punti a 2 e trionfa con il punteggio di 7-6 7-6 dopo 2 ore esatte di partita. Per il diciannovenne di Sutton si tratta della prima vittoria a livello di circuito maggiore. Sinner ha probabilmente pagato la poca esperienza su questa superficie (ricordiamo che non ha mai giocato Wimbledon a livello Junior e non ha ancora vinto un match in main draw sull'erba), tuttavia, viste le occasioni sprecate, rimane la delusione per un match che poteva finire in maniera decisamente differente.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA