Redazione
- 28 June 2020

Assoluti Todi: Sonego e Paolini sono campioni d'Italia

Lorenzo Sonego e Jasmine Paolini si sono aggiudicati lo scudetto vincendo le rispettive finali contro Andrea Arnaboldi e Martina Trevisan

Foto Marta Magni

Lorenzo Sonego e Jasmine Paolini si sono aggiudicati i tricolori individuali trionfano nelle rispettive finali dei Campionati Italiani Assoluti, andati in scena al Tennis Club Todi 1971. Entrambi i giocatori hanno rispettato il seeding portandosi a casa il titolo, il numero 46 ATP ha sconfitto Andrea Arnaboldi con il punteggio di 6-4 6-3 in un’ora e 46 minuti di gioco, mentre la numero 95 WTA, avanti 6-5 nel primo set dell’ultimo atto del torneo contro Martina Trevisan, ha approfittato del ritiro dell’avversaria per presunto stiramento al bicipite femorale destro.

“Ho vinto partite sofferte sin dal primo turno, ho rischiato di tornare subito a casa ma con cuore e grinta ho recuperato. Volevo far bene e sono riuscito ad alzare il livello partita dopo partita. In finale ho giocato alla perfezione, era necessario per battere Arnaboldi che ha disputato un grande torneo”. Le parole di Sonego che conferma quanto fosse importante per lui vincere questa edizione dei Campionati Assoluti, la prima dal 2004. La prossima settimana Sonego sarà prima testa di serie anche a Perugia: Ora c’è il torneo di Perugia, poi se tutto andrà bene partirò per l’America. Intanto mi godo questo successo che dedico alla mia ragazza, alla mia famiglia, al mio team e a chi ogni giorno crede in me e mi permette di migliorare”

In campo femminile trionfo di Jasmine Paolini, un primo set tirato contro Trevisan e poi il ritiro dell’avversaria. Non mi aspettavo il ritiro, era una partita combattuta, non c’erano ancora stati break - spiega Paolini - Durante il dodicesimo game mi sono girata e Martina mi ha detto di essersi fatta male: mi dispiace, avrei preferito vincere diversamente. Il titolo mi rende felice, soprattutto pensando ai primi match in cui non ho avvertito buone sensazioni in campo. Ora mi sento molto meglio, ho giocato 4 partite: mettere incontri sulle gambe era uno dei miei obiettivi”. Paolini ha poi elogiato l’organizzazione per le misure di sicurezza prese: Dal punto vista organizzativo è stata davvero una settimana perfetta, compreso il discorso sicurezza. Mi sono trovata benissimo, non hanno fatto mancare nulla a noi giocatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE