Andy Murray: ”I giovani non sono ancora al livello dei Fab-3.”

Il tennista britannico ha parlato ai giornalisti alla vigilia del suo debutto nel torneo Atp 250 di Montpellier contro il bielorusso Egor Gerasimov.

Foto Open Sud de France

“Ho deciso di non seguire l‘Australian Open, è stata una sofferenza non poterci essere” - ha dichiarato Andy Murray, risultato positivo al Covid-19 poco prima della partenza per Melbourne. Lo scozzese, attualmente al numero 121 ATP, è convinto che ci sia ancora distacco tra i ”Next Gen” e i Fab-3. “I ragazzi più giovani hanno dimostrato di non essere ancora al livello dei top 3. Mi aspettavo una finale più combattuta. Però, c’è molta differenza tra giocare un punto in una finale slam da una partita di quarti o di semifinale“.

Il 33enne, che giocherà il suo quinto evento Atp dall’inizio del 2020, ha elogiato i rivali di sempre:”Personalmente credo che se Novak non avesse colpito la giudice di linea, l’epilogo dello Us Open 2020 sarebbe stato lo stesso visto a Melbourne. Questi ragazzi (i Fab-3, ndr) da anni sono in cima alla classifica, hanno convissuto con la pressione per tutta la loro carriera e sanno come giocare al meglio quando conta davvero“.

L’ex numero 1 del mondo è determinato a ritornare ad alti livelli. “Devo cercare di rimanere in forma il più possibile. In questo modo non vedo motivo per cui non dovrei essere in grado di competere con i migliori. Credo di potermela giocare anche nei tornei più importanti. Questo speravo di dimostrarlo già in Australia.“

Il tre volte vincitore slam debutterà quest’oggi, martedì 23 febbraio, contro Egor Gerasimov nell’ultimo match in programma sul centrale di Montpellier. In caso di vittoria potrebbe sfidare Jannik Sinner al secondo turno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE