Andrea De Marchi sbarca a Tarbes: "Atmosfera bellissima. A quest'età può vincere chiunque"

Andrea De Marchi è arrivato a Tarbes dove giocherà l'edizione 2021 de "Les Petit As"

Andrea De Marchi è sbarcato a Tarbes, dove giocherà l’edizione 2021 de “Les Petit As”. L’estate è stata ricca di soddisfazioni per il romano, che oltre alla vittoria individuale nel G2 di Pescara; in nazionale si è lanciato alla conquista della European Summer Cup e dell’ITF World Junior Tennis insieme a Jacopo Vasamì e Federico Cinà (entrambi al via del torneo francese). “Sono appena arrivato e l’atmosfera è bellissima - spiega De Marchi, contattato da IL Tennis Italiano -. Ci sono tre palloni che ospitano tutti i campi. All’interno di uno di questi c’è qualcosa di simile ad una fiera, ci sono ragazzi da tutto il mondo. Con alcuni ci siamo già svagati giocando a pittino”. Appena approdato nella cittadina francese, il tennista laziale ha poi svolto la prima sessione di allenamento alla vigilia del suo debutto in tabellone principale contro il qualificato spagnolo Sergio Planella Hernandez: “Mi sono allenato un paio d’ore. La maggior parte dei campi sono usati per il torneo quindi non è facile adoperarsi per gli allenamenti, abbiamo a disposizione tre-quattro campi. La superficie è abbastanza lenta, credo di potermi trovare a mio agio”.

Dopo una stagione passata in campo con i migliori ragazzi del continente, De Marchi trae un bilancio del livello trovato in giro per l’Europa: Devo dire che siamo quasi tutti sullo stesso piano. Non c’è necessariamente un ragazzo più forte, la maggior parte delle volte può vincere chiunque. In queste partite la differenza la fanno il fatto fisico ed il modo in cui entriamo in campo mentalmente”. Recentemente protagonista dei successi della nazionale under 14, Andrea ha particolarmente legato con i suoi compagni: “Io, Jacopo e Federico siamo amici da tanto perché ci siamo conosciuti diversi anni fa. Quest’anno abbiamo passato più tempo insieme e abbiamo legato ancora di più, mi diverto con loro e siamo in sintonia fuori dal campo - racconta Andrea che poi ne approfitta per ringraziare la Federazione -. La FIT negli ultimi mesi mi ha aiutato molto. Siamo andati in Repubblica Ceca, a Valencia, a Nantes e abbiamo fatto l’Europeo. Ora ho avuto il via libera per giocare qui e li ringrazio. Vedremo come andranno le cose in futuro, ma finora stanno andando bene ed il merito è anche loro”. Parlando di futuro De Marchi non ha ancora certezze, ma sta iniziando a fare i primi piani in ottica 2022: Questo dovrebbe essere l’ultimo torneo under 14 della mia stagione. L’obiettivo l’anno prossimo è quello di iniziare a giocare ITF under 18, ma la programmazione la farò più avanti con il mio maestro Alessandro Galli”.

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA