TC Cagliari licenziati i collaboratori sportivi: "Scelta necessaria per salvarci"

Il Tennis Club Cagliari ha licenziato i dipendenti per fronteggiare l'emergenza coronavirus che sta mettendo in difficoltà la struttura sportiva

Foto Ray Giubilo

Il Tennis Club Cagliari dopo aver cessato temporaneamente l'attività - come successo alle altre strutture sportive del paese - a causa dell'emergenza coronavirus ha preso la "Dolorosa ma inevitabile decisione" di sospendere il rapporto di lavoro con tutti i collaboratori sportivi. Lo scrive l'Unione Sarda. Giuseppe Macciotta, presidente del circolo ha firmato una lettera in cui comunica a tutti i soci la decisione presa dopo una riunione in teleconferenza con il consiglio direttivo. "Siamo stati costretti a prendere la drastica decisione, per noi estremamente dolorosa, di recedere da tutti i rapporti lavorativi in essere presso il nostro circolo. Non abbiamo altra scelta se vogliamo salvare il nostro Tennis Club Cagliari". Queste le parole usate per avvisare i soci del centro sportivo che neanche un mese fa ha ospitato la sfida di Coppa Davis tra Italia e Corea del Sud. Quest'ultimo sforzo non è stato ripagato in termini economici dato l'obbligo di disputare gli incontri a porte chiuse non ha portato nelle casse del TC Cagliari gli incassi dei biglietti inizialmente preventivati. Una decina di persone tra maestri e preparatori riceveranno la mensilità di marzo, con un sussidio a fine aprile, l'obiettivo della struttura è quella di ripartire a Maggio confermando le precedenti collaborazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE