02 March 2021

Padel, Marcelo Capitani firma con Wilson

Proseguono gli investimenti di Wilson nel padel, Marcelo Capitani entra ufficialmente nella famiglia "W"

1/6

Marcelo Capitani entra ufficialmente nella famiglia Wilson. Il marchio statunitense continua ad investire nel padel e dopo la firma di Alix Collombon, si assicura l'ingresso nella propria scuderia del classe 1975 con doppia nazionalità italiana e argentina, attuale numero 1 del ranking italiano nel padel. Capitani vanta trent'anni di carriera come giocatore professionista e coach, idoneità professionale votata tra Italia (segue attualmente la Nazionale juniores), Spagna e Argentina. Uno dei principali motori del padel agonistico azzurro, è stato però anche 3 volte campione della Liga spagnola (2009/2013/2014), è arrivato al 20° posto nel ranking mondiale (2006/2007) e nel nostro paese si è laureato 10 volte campione nel grande Slam italiano.

Wilson e Marcelo Capitani hanno dunque deciso di iniziare questo percorso di stretta collaborazione, sia tecnica e promozionale, in relazione anche all’arrivo della nuova collezione Ultra, sia nella parte organizzativa e strategica visto la sua grande esperienza, che lo vede ricoprire anche il ruolo di capitano della squadra “Orange Padel Club” di Roma, una delle Provincie straordinariamente in “crescita” per il gioco del padel. Andrea Peruzzo Sport Marketing Manager Executive Wilson IT: “Sono fiero di annunciare che il numero uno d’Italia nel gioco del Padel Marcelo Capitani farà parte del Team Wilson per le prossime due stagioni. Si tratta di un’ulteriore partnership di successo che, certamente, porterà grandissimi risultati per il nostro brand in Italia. Rivolgo un grande in bocca al lupo a Marcelo, grande atleta, ma soprattutto uomo di indubbia disponibilità e professionalità”. Il commento di Marcelo Capitani: “Sono felicissimo e decisamente onorato di poter collaborare con un brand importante come Wilson. Per me tutto questo genera una grandissima motivazione, ed è un’ulteriore e importante spinta per poter raggiungere i prossimi obiettivi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE