L'evoluzione del padel e le giocate moderne - 2a puntata

Come tutti gli sport anche il padel va incontro ad una evoluzione in tutti i settori che si riflette sulla tecnica e sulla tattica. Dopo aver analizzato la demivolée ci occupiamo oggi della "volcada"

courtesy World Padel Tour

1 di 2

La settimana scorsa abbiamo iniziato ad affrontare l’argomento dell'evoluzione del padel e delle giocate moderne, spiegando che ci sono 4 situazioni che sono cambiate negli ultimi anni: il controbalzo o demivolèe, “las volcadas” ai piedi degli avversari, il pallonetto dalla volèe ed il “globo a cargar” (intercettare lo smash avversario con la volèe)

Nella prima puntata abbiamo analizzato la demivolèe o controbalzo, oggi proseguiamo con “las volcadas”, un' altra delle giocate che sempre di più vengono utilizzate per recuperare il possesso della rete. Come sappiamo, l’unico modo di automatizzare una giocata è attraverso le ripetizioni, quindi meglio non tentare questo tiro se non lo si è allenato abbastanza. Quando ne avrete l’opportunità, non dovete esitare, ma giocare quel tiro e prendere la rete.

Quando giocare “la volcada”, allora? Quando riceviamo la palla ideale, che sarà senza dubbio una palla con poca velocità, meglio se in arrivo dopo un ottimo rimbalzo contro la parete di fondocampo e particolarmente in mezzo al campo.

Quale direzione imprimere al colpo? Per conquistare la rete l’obiettivo sarà giocare “la volcada" in mezzo ai due giocatori avversari, mentre voi e il vostro compagno scenderete entrambi a rete stringendo verso il centro (ad imbuto) nello stesso momento in cui viene giocata “la volcada” .

Quale traiettoria utilizzare? Per una buona volcada, l’apice della traiettoria della palla sarà dal proprio lato del campo, facendo in modo che quando la palla supera la rete stia ormai scendendo. In questo modo, per l’avversario la lettura del colpo diventa difficile, e quindi anche anticipare la volèe e colpire ad una altezza comoda.

Dal punto di vista tecnico-tattico conviene giocare un tiro lento, ma scendendo velocemente a rete , con un finale del colpo lento e gambe veloci. In questo modo l’avversario vedrà che arrivate veloci, mentre la palla non arriverà in tempo per poter eseguire la volèe.

Un consiglio importante: se arrivate a rete non dovete commettere l’errore di cercare di vincere subito il punto, ricordatevi che l’obiettivo è conquistare la rete e ottenere un maggior dominio territoriale.

LEGGI ANCHE

Impugnatura continental, seconda parte: come si impugna

Padel: i vantaggi della presa continental e come scegliere la volée giusta

I suggerimenti chiave per il tennista che vuole iniziare a giocare a padel

Come scegliere la pala giusta

Quando cambiare tattica e i rischi della grata

La bandeja: che cos'è e quando usarla

Primo giorno di padel: dalle regole del gioco all'attrezzatura

Padel, come eseguire il colpo fondamentale: il servizio

Padel, trucchi del mestiere su come utilizzare la risposta

Si tratta di un caratteristico colpo di padel che consiste nel lanciare la palla contro il proprio muro o contro il vetro a fondo, in modo che in seguito vada oltre la rete. Dobbiamo usarlo come ultima risorsa, perché è difficile controllare la direzione della palla.

Questo è un colpo che dovrebbe essere usato in extremis quando la palla è dietro al corpo. Ogni volta che abbiamo la possibilità di arrivare dietro la palla (molto vicino al muro) è meglio usare il colpo di uscita a muro di dritto o rovescio.

PADELISTI, alla prossima!

I video di Il Tennis Italiano

Guarda tutti i video di Il Tennis Italiano >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA