Redazione - 20 gennaio 2020

Follie australiane: dal pigiama di Dimitrov alla banana di Benchetrit

Il bulgaro si è presentato in campo con una tuta da....letto, ma sotto aveva una maglietta 'flash'. Il francese protagonista di una richiesta 'indecente' ad una raccattapalle...

1 di 2

foto Instragram

Grigor, ma come ti vesti? Dimitrov si è presentato in campo per il suo debutto agli Australian Open con una tuta pigiama, svelando poi sotto una maglietta e dei pantaloncini supercolorati. «Ma a me piace così, e sono fortunato che la Nike si adatti ai miei gusti», ha detto il bulgaro, prima di sudarsi quattro set contro Londero. «Non ho problemi a indossare praticamente nulla, e sono convinto che sia molto ‘cool’, anche se un paio di amici mi hanno detto: ‘non pensavamo che avresti avuto il coraggio di metterti tutta quella roba insieme’. Amo i colori, sperimentare gli abbinamenti, decisamente non sono un tipo… vaniglia». Fra i meravigliati anche il suo coach Andre Agassi: «Mi ha guardato e mi ha detto: ‘wow, ma da dove esce questo?’». E pensare che il vecchio Kid ai suo tempi non era certo un esempio di sobrietà.

nIl ventunenne francese Elliot Benchetrit è invece sotto tiro per una banana: sabato nelle qualificazioni ha chiesto ad una raccattapalle di pelargliela («avevo le mani incerottate…») e il giudice di sedia lo ha ripreso. Quando oggi il video relativo è stato pubblicato su social, i commenti negativi lo hanno massacrato: «ma chi si crede di essere?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE