Statistiche web
di Giulio Vitali
21 November 2023

Coppa Davis, Jannik Sinner: "Stanco, ma pronto per giocare. Torino già alle spalle"

Gli azzurri e capitan Volandri parlano in conferenza stampa presentando le finali di Malaga: "Campi più lenti di Torino"

Foto Brigitte Grassotti

Si avvicina a grandi passi il momento del debutto dell'Italia nelle finali di Malaga di Coppa Davis: la Nazionale guidata da capitan Filippo Volandri esordirà giovedì mattina alle 10.00 contro l'Olanda. Gli azzurri sono arrivati in Spagna sabato, eccetto Sinner che, vista la sua cavalcata alle ATP Finals, ha raggiunto il gruppo ieri. Oggi era giornata di conferenza stampa per la squadra italiana. Ha parlato Sinner presentando questo appuntamento: "Sono arrivato con buone sensazioni, ma quel che ho fatto a Torino non importa. Sono felice di essere qui, credo che la nostra sia una bella squadra, una squadra forte. Abbiamo tante opzioni da poter mettere in campo. Vedremo come andrà, noi daremo il 100% comunque". Da valutare sarà anche la brillantezza del giocatore altoatesino dopo una settimana particolarmente dispendiosa a Torino: "Siamo tutti un po' stanchi, fisicamente e mentalmente. La stagione è stata lunga, ma ogni settimana è diversa. Mi sento pronto a competere al 100%, domani avremo un altro giorno per allenarci. Lo sfrutterò, ma proverò anche a riposarmi. Poi vedremo chi giocherà giovedì".

Si è soffermato soprattutto sul suo possibile avversario d'esordio Lorenzo Musetti, analizzando Botic Van de Zandschulp: "E' un giocatore che si adatta bene a queste situazioni. Quest'anno, è vero, ha fatto meno bene della scorsa stagione ma nelle ultime settimane ho visto di nuovo il Van de Zandschulp che conoscevamo. A Bercy ha battuto giocatori forti come Tommy Paul. E' sicuramente un avversario insidioso su queste superfici. Noi cercheremo di essere fastidiosi altrettanto". Il carrarino ha fatto un bilancio sulla sua stagione: "E' stata una buona stagione per me sulla terra rossa e sull'erba, non ho finito come avrei voluto ma è parte della crescita. La vittoria con Djokovic? E' stata la più bella della mia carriera, qualcosa che sognavo fin da bambino. Ora mi sento pronto per questo evento, sono felice di terminare la stagione qui a Malaga".

Infine ha parlato anche il capitano Filippo Volandri, parlando della sfida contro l'Olanda: "Siamo una squadra forte, lo sappiamo. Ma abbiamo toccato con mano come in Coppa Davis la classifica non conti, per cui dobbiamo essere pronti in ogni match al 100%, è questa la cosa importante. Van de Zandschulp? Quest'anno ha fatto peggio dell'anno scorso, ma nelle ultime settimane ha confermato il livello. tra dritto e rovescio colpisce la palla in maniera diversa, non dà grande continuità. non gli piace ritmo alto. La mia scelta andrà verso chi mi darà più garanzie per quel tipo di partita". Sulla velocità dei campi: "Veloce ma meno di Torino. Rispetto all'anno scorso c'è anche meno differenza tra il Centrale e i campi di allenamento. Le palline sono veloci ma si aprono abbastanza presto. La fortuna per me è avere giocatori di questo livello è che si sanno adattare, sono abituati a farlo ad ogni settimana. Ci aspettiamo anche un pubblico importante, come l'anno scorso. A ognuno dei ragazzi ho chiesto la massima disponibilità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA