Saltano tutti i tornei cinesi: addio anche alle Wta Finals

Saltano tutti i tornei cinesi: addio anche alle Wta Finals

Il governo cinese ha cancellato ogni manifestazione sportiva per il resto dell'anno. Gaudenzi: "Rispettiamo la decisione con un peso sul cuore"

La Cina cancella gli eventi sportivi nel 2020: saltano anche le WTA Finals a Shenzhen

La Cina cancella gli eventi sportivi nel 2020: saltano anche le WTA Finals a Shenzhen

Oltre al torneo femminile di Shenzhen, eliminati dal calendario di quest'anno anche il Masters 1000 di Shanghai e altri nove tornei tra ATP e WTA

Svitolina, una rivincita a suon di pugni virtuali

Svitolina, una rivincita a suon di pugni virtuali

Elina Svitolina veniva da un periodo complicato. Eppure il rapido dimagrimento faceva parte di una strategia, inserita in un contesto di allenamenti alternativi. Qualche settimana fa diceva di essere convinta della direzione intrapresa. Le davano credito in pochi, invece....

Elina Svitolina, supplente a sorpresa

Elina Svitolina, supplente a sorpresa

Era tra le meno accreditate, ha finito col vincere da imbattuta: Elina Svitolina si aggiudica le WTA Finals e chiude in bellezza un stagione che era diventata quasi preoccupante. In finale ha mostrato una fase difensiva notevolissima, portando Sloane Stephens all'esasperazione e a troppi errori gratuiti.

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Sloane dall'inferno al paradiso

Sloane dall'inferno al paradiso

La seconda semifinale del Masters sembrava un incubo per Sloane Stephens: in netto svantaggio, sale sull'ultimo treno disponibile e riesce a vincere. Karolina Pliskova va KO alla distanza. “Vincere il primo game dopo aver perso i primi otto mi ha dato una scossa”. Comunque vada, nel 2018 ha dimostrato di poter essere una top-player.

Il ruggito della Svitolina: finale a Singapore

Il ruggito della Svitolina: finale a Singapore

Elina Svitolina supera Kiki Bertens in tre set e conquista la finale delle WTA Finals di Singapore. Decisiva la maggiore pazienza dell'ucraina, protagonista di un match tutto grinta e difesa. Sono le qualità che le hanno permesso di arrivare in finale da imbattuta, pur senza mai emozionare. Domenica sfiderà Sloane Stephens.

Sloane completa il quartetto delle sorprese

Sloane completa il quartetto delle sorprese

Definite le semifinali delle WTA Finals 2018, che non vedranno in campo nessuna delle prime cinque del mondo. L'ultimo posto se lo prende Sloane Stephens, che approfitta di una pessima Kerber (38 gratuiti in due set) e prenota il duello con Karolina Pliskova. L'altra sfida sarà fra Bertens e Svitolina. Possono vincere tutte.

Bertens, tutto cambia in dodici mesi

Bertens, tutto cambia in dodici mesi

Nella scorsa off-season Kiki Bertens aveva meditato di dire basta col tennis, perché malgrado dei buoni risultati non si sentiva bene con se stessa. Tuttavia, i pensieri negativi sono volati via in fretta, sgomberando il campo per la miglior stagione della sua vita. La olandese è in semifinale alle WTA Finals dopo il ritiro della Osaka, e può fare altra strada.

Elina rischia, poi chiude da imbattuta

Elina rischia, poi chiude da imbattuta

I regolamenti delle WTA Finals prevedono calcoli e confusione per stabilire la classifica de gironi: alla fine Elina Svitolina mette tutti d'accordo, battendo la Wozniacki e chiudendo il Gruppo Bianco con tre vittorie. In conferenza stampa, la danese rivela di avere l'artrite reumatoide.

Sloane Stephens scopre una nuova arma: la pazienza

Sloane Stephens scopre una nuova arma: la pazienza

Sfruttando un campo lentissimo, l'americana mostra maggiore pazienza rispetto a Kiki Bertens e raccoglie la seconda vittoria, giocando soprattutto di rimessa. Le sorti del Gruppo Rosso, tuttavia, non sono ancora decise: tutte le quattro giocatrici hanno ancora la teorica possibilità di passare il turno.

“Grazie Singapore, ma Shenzhen è un'opportunità”

“Grazie Singapore, ma Shenzhen è un'opportunità”

Nella conferenza stampa di fine anno, la WTA traccia le linee guida del futuro. Ringraziata Singapore, che quest'anno dovrebbero sancire il record di pubblico, Steve Simon guarda con ottimismo alla nuova sede e promette che il coaching avrà un'evoluzione. Nonostante manchino le stelle, gli ascolti sono cresciuti in misura importante.

La dura legge della (mai doma) Kerber

La dura legge della (mai doma) Kerber

Naomi Osaka lotta per due ore e mezza anche contro Angelique Kerber, ma la sua casellina delle vittorie a Singapore è ancora vuota. Troppi errori e un paio di ingenuità nei momenti chiave la condannano alla sconfitta, in un duello che rilancia invece la Kerber. Venerdì si giocherà l'accesso in semifinale nel match contro Sloane Stephens.

La Svitolina rifiorisce all'improvviso

La Svitolina rifiorisce all'improvviso

L'ucraina non era certo tra le favorite alle WTA Finals, invece è la prima a conquistare due vittorie. Non è ancora certa del passaggio in semifinale, ma l'atteggiamento e il tennis espresso contro Karolina Pliskova inducono all'ottimismo. Si sta ritrovando fisicamente e ha l'atteggiamento giusto.

Wozniacki, tanta corsa per restare in corsa

Wozniacki, tanta corsa per restare in corsa

L'enorme differenza di condizione atletica fra Caroline Wozniacki e Petra Kvitova decide il loro incontro a Singapore: sfiancata dalla tattica della danese, Petra resta senza benzina in avvio di terzo set, lasciando strada libera all'avversaria. Caroline torna in corsa per un posto in semifinale.

Kiki Bertens, l'urlo (di gioia) di una miracolata

Kiki Bertens, l'urlo (di gioia) di una miracolata

L'olandese ha potuto giocare il Masters grazie al forfait di Simona Halep. Dopo aver scontato l'emozione nel primo set, ha fatto valere una gran potenza nel match contro Angelique Kerber, domata alla distanza. Hanno fatto la differenza un paio di game nel terzo set: sembravano perduti, ha finito con artigliarli. La semifinale è a portata di mano.

Sloane ride: non emoziona, ma vince

Sloane ride: non emoziona, ma vince

Basta un match così così a Sloane Stephens per conquistare la prima vittoria a Singapore. Nel duello fra debuttanti con Naomi Osaka la statunitense approfitta della giornata storta della campionessa dello Us Open, tradita da una cinquantina di errori gratuiti, e pur senza brillare la spunta in tre set.

Hewitt approda in cabina di commento

Hewitt approda in cabina di commento

Channel Nine, nuovo detentore dei diritti dell'Australian Open, ha ingaggiato nientemeno che Lleyton Hewitt nel suo team di telecronisti. “Sarà molto divertente”. SuperTennis offrirà tutti i match del Masters femminile, doppi compresi, mentre darà la priorità a Basilea su Vienna. Fognini permettendo...

Svitolina-Pliskova, sorprese a Singapore

Svitolina-Pliskova, sorprese a Singapore

Arrivate alle WTA Finals senza particolari ambizioni, dopo una seconda parte di stagione così così, Elina Svitolina e Karolina Pliskova partono fortissimo, sorprendendo rispettivamente Petra Kvitova e la campionessa in carica Caroline Wozniacki. Due vittorie che mescolano ulteriormente le carte di un torneo davvero apertissimo.

A Singapore si parte a fari spenti, però...

A Singapore si parte a fari spenti, però...

Senza Simona Halep e Serena Williams, sarà un Masters femminile un po' zoppo. Tuttavia, l'equilibrio potrebbe garantire un bello spettacolo. Difficile azzardare pronostici, anche se i precedenti favoriscono Kvitova e Stephens. Occhio a Naomi Osaka. Che Kerber sarà dopo la separazione con Fissette?

Simona rinuncia a Singapore: dentro Kiki Bertens

Simona rinuncia a Singapore: dentro Kiki Bertens

La numero uno WTA si è recata comunque a Singapore per fare un tentativo, ma la schiena le fa ancora male. Si tratta di un problema di ernia del disco, che richiede un mesetto di riposo. "Dispiace, ma non sono pronta per un torneo simile". Al suo posto entra Kiki Bertens, inizialmente fuori per soli 130 punti. Un meritato premio per la sua ottima stagione.

Singapore: ultimi pass per Pliskova e Svitolina

Singapore: ultimi pass per Pliskova e Svitolina

Evitata la bagarre: definito il campo di partecipazione delle WTA Finals. Gli ultimi posti sono andati a Karolina Pliskova ed Elina Svitolina. Decisiva la sconfitta di Kiki Bertens a Mosca. La ceca ha avuto una stagione senza acuti ma solida, mentre l'ucraina ringrazia l'ottimo avvio.

Angelique Kerber e Wim Fissette si separano!

Angelique Kerber e Wim Fissette si separano!

Alla vigilia delle WTA Finals, la tedesca annuncia la separazione con il coach che l'ha riportata ai vertici, e con cui ha vinto Wimbledon. Negli ultimi tre mesi ha raccolto pochi successi, ma lo scorso weekend erano ancora in campo insieme. Giocherà le WTA Finals senza coach, poi deciderà il da farsi per il futuro.

Shenzhen cambia sede per le WTA Finals 2019

Shenzhen cambia sede per le WTA Finals 2019

La maxi arena da 450 milioni di dollari promessa alla WTA dalla candidatura di Shenzhen non sarà pronta per il 2019, anno della prima edizione delle Finals nella città cinese. La burocrazia ha rallentato il via dei lavori, costringendo organizzatori e WTA a trovare una sede alternativa. L'hanno fatto in fretta: si giocherà allo Shenzhen Bay Sports Center.

La Cina fa volare Caroline Garcia

La Cina fa volare Caroline Garcia

I successi a Wuhan e Pechino erano un'altra cosa, ma la francese porta a casa un bel successo aggiudicandosi il torneo di Tianjin. Una partita ben giocata, con spettacolare rimonta nel tie-break del primo set, complica la qualificazione al Masters di Karolina Pliskova. “La Cina mi porta bene” dice la Garcia.

Febbre WTA Finals: in 4 per gli ultimi tre posti

Febbre WTA Finals: in 4 per gli ultimi tre posti

Gli ultimi tre posti liberi per le WTA Finals di Singapore sono in palio fra Stephens, Svitolina, Pliskova e Bertens, in rigoroso ordine di classifica. Per evitare rischi Sloane ha deciso di giocare a Mosca (con Pliskova e Bertens), mentre per la Svitolina potrebbe non esserci nessuna wild card libera. Ma il KO della Bertens a Linz gioca decisamente a suo favore.