Naomi Osaka batte Azarenka e trionfa di nuovo a New York: suoi gli US Open 2020

Naomi Osaka batte Azarenka e trionfa di nuovo a New York: suoi gli US Open 2020

La nipponica conquista nuovamente lo slam di Flushing Meadows battendo Victoria Azarenka in rimonta

US Open: Osaka e Azarenka, le due finaliste a caccia del terzo slam

US Open: Osaka e Azarenka, le due finaliste a caccia del terzo slam

La nipponica e la bielorussa, a due settimane dalla finale non giocata di Cincinnati, scendono in campo per giocarsi il primo slam post-lockdown

Us Open 2020: Azarenka spegne la corsa di Serena, sarà finale contro Osaka

Us Open 2020: Azarenka spegne la corsa di Serena, sarà finale contro Osaka

Le due finaliste del Western & Southern Open si giocheranno il titolo nello slam newyorchese

Cincinnati, forfait di Osaka: niente finale femminile e titolo ad Azarenka

Cincinnati, forfait di Osaka: niente finale femminile e titolo ad Azarenka

Naomi Osaka non giocherà la finale dell'edizione 2020 del Western & Southern Open consegnando così il successo a Victoria Azarenka

Cincinnati, Osaka e Azarenka volano in finale: Mertens e Konta ko

Cincinnati, Osaka e Azarenka volano in finale: Mertens e Konta ko

Naomi Osaka e Victoria Azarenka si giocheranno il titolo nel Western & Southern Open 2020

L'inarrestabile girandola dei coach WTA

L'inarrestabile girandola dei coach WTA

Punto della situazione sugli allenatori che vanno e vengono dalle panchine del circuito femminile. Con Halep e Kerber “libere”, ci sono altre novità: Vika Azarenka ha ritrovato Wim Fissette, mentre la Svitolina ha promosso Andrew Bettles nel ruolo di head coach. Neo top-10, Kiki Bertens ha scelto di investire.

Brava e fortunata: Giorgi in semifinale a Tokyo

Brava e fortunata: Giorgi in semifinale a Tokyo

Dura appena 28 minuti il quarto di finale di Tokyo fra Giorgi e Azarenka: la bielorussa getta la spugna dopo soli otto giochi per un problema alla coscia sinistra, lasciando strada alla maceratese. Per Camila è la terza semifinale in un Premier, e le regala un nuovo best ranking fra le top-30.

Contro la Wozniacki è sempre super Giorgi

Contro la Wozniacki è sempre super Giorgi

Splendida prestazione di Camila Giorgi a Tokyo: l'azzurra fa fuori la numero 2 WTA Caroline Wozniacki, dominandola nel primo parziale e poi riprendendola e superandola nel terzo. Le condizioni indoor hanno aiutato il suo piano: aggredire il più possibile, per non far fare gioco alla danese. Best ranking sempre più vicino.

Bajin, da sparring delle big a coach da Slam

Bajin, da sparring delle big a coach da Slam

Uno dei principali artefici del successo Slam di Naomi Osaka è Sascha Bajin, l'ex sparring partner di Serena, Azarenka e Wozniacki, che dopo tante stagioni da collaboratore sentiva il desiderio di diventare coach a tempo pieno. La giapponese gli ha offerto la possibilità, lui l'ha colta e in pochi mesi ha vinto uno Slam.

Si chiude il tetto sull'Ashe, Sloane va

Si chiude il tetto sull'Ashe, Sloane va

Un ottimo match, il migliore del torneo, risolleva le quotazioni della campionessa in carica. Doma in due set una ringhiante Azarenka, forse aiutata da una piccola pausa (davvero necessaria?) quando la bielorussa le aveva preso le misure. Vince tre game di fila e approda agli ottavi, senza rinunciare al suo approccio un po' naif.

WC per Wawrinka, Azarenka e Kuznetsova

WC per Wawrinka, Azarenka e Kuznetsova

Ufficializzate le wild card dello Us Open 2018. Il vincitore di due anni fa, Stan Wawrinka, non dovrà giocare le qualificazioni. Stesso privilegio per Azarenka e Kuznetsova, che pure oggi avrebbero un ranking sufficiente. La USTA aveva in mano solo metà degli inviti: gli altri erano già assegnati sulla base di accordi e/o regolamenti.

'Sloane, adesso vinci fuori dagli Stati Uniti!'

'Sloane, adesso vinci fuori dagli Stati Uniti!'

È l'appello di Martina Navratilova a Sloane Stephens, che non vince un match fuori dall'America da quasi due anni. “È soltanto una questione mentale: può giocare bene dappertutto”. Non ci sono certezze per Vika Azarenka: “La sua situazione mi ricorda la mia, quando non sapevo se la federazione cecoslovacca mi avrebbe fatto uscire dal paese...”

I timori della Azarenka: “Non so quando tornerò”

I timori della Azarenka: “Non so quando tornerò”

Nonostante la splendida semifinale a Miami, la bielorussa non ha certezze sulla sua programmazione, poiché è ancora in corso una faccenda giudiziaria che stabilirà l'affido del figlio Leo, conteso con il padre Billy McKeague. “Non potrei immaginare di viaggiare senza mio figlio. Non dico altro, perché le mie parole vengono sempre usate contro di me”.

Stephens,  sempre più... Born in the USA

Stephens, sempre più... Born in the USA

Prosegue l'incredibile rendimento di Sloane Stephens negli Stati Uniti: nell'ultimo anno ha vinto 17 partite su 19. A Miami supera alla distanza Victoria Azarenka e centra la prima finale in un Premier Mandatory. Certo, fuori dal nordamerica non vince una partita da tempo immemore...

La magia di Miami riporta Mamma Vika tra le top-100

La magia di Miami riporta Mamma Vika tra le top-100

Due anni dopo, Victoria Azarenka torna a battere una top-10. Con un convincente 7-5 6-3 su Karolina Pliskova si assicura il rientro tra le top-100. Ogni volta che è arrivata in semifinale, ha vinto il torneo. “Volevo vedere a che punto sono: credo di aver trovato le risposte giuste”. Adesso trova Sloane Stephens.

Il bel ritorno delle mamme: Serena e Vika

Il bel ritorno delle mamme: Serena e Vika

L'8 marzo del BNP Paribas Open ha segnato il ritorno nel circuito WTA di Williams e Azarenka, entrambe a segno. Serena batte la Diyas, ma dovrà crescere ancora, mentre "Vika" sembra in gran forma con la Watson. Peccato che la battaglia legale che la tiene ferma in California sia ancora lontana dalla conclusione. "Una storia degna di un film: non auguro a nessuno di passare qualcosa di simile".

Mamma Azarenka vede la luce in fondo al tunnel?

Mamma Azarenka vede la luce in fondo al tunnel?

Dopo che il tribunale californiano ha passato alla Bielorussia la causa per l’affidamento del figlio Leo, il ritorno in campo di Victoria Azarenka sembra vicino. L’ex n.1 WTA ha ripreso un’intesa attività social, ha chiesto una wild card per il Premier 5 di Doha, ed è tornata ad allenarsi col suo “mentore” Vyacheslav Konikov, che l’aveva seguita dai 9 ai 13 anni.

Melbourne a rischio per Vika e Serena?

Melbourne a rischio per Vika e Serena?

Serena Williams e Victoria Azarenka sono attesissime all'Australian Open, ma le notizie delle ultime ore sembrano collocarle entrambe lontano dall'Australia nel corso del torneo. La Williams è stata annunciata (con una tempistica che lascerebbe pochi dubbi) come relatrice a una convention a Hollywood, mentre la Azarenka potrebbe essere impegnata in tribunale. Per una questione sempre più spinosa.

Wild card a sorpresa: Vika sarà a Melbourne

Wild card a sorpresa: Vika sarà a Melbourne

Cambia tutto per Victoria Azarenka. non si era iscritta all'Australian Open, facendo pensare che la battaglia legale per l'affidamento del figlio potesse essere ancora complicata. A sorpresa, gli organizzatori le concedono una wild card. I tempi sono troppo ravvicinati per pensare che non sia successo qualcosa. “Per lei è stato un anno difficile, dunque abbiamo cercato di aiutarla” dice il direttore del torneo Craig Tiley.

Australian Open: Serena iscritta, mistero Azarenka

Australian Open: Serena iscritta, mistero Azarenka

Pubblicate le entry list del prossimo Australian Open. Fra i primi 100 dei ranking ATP e WTA manca solo Svetlana Kuznetsova, alle prese col recupero da un'operazione al polso. Serena Williams c'è: è ancora presto, ma il direttore del torneo Craig Tiley è fiducioso di vederla a Melbourne. Victoria Azarenka non usa il ranking protetto.

Mamma Vika resta sola: il futuro è un mistero

Mamma Vika resta sola: il futuro è un mistero

Nel giro di una settimana Victoria Azarenka perde sia coach Michael Joyce sia il preparatore atletico Ashcon Rezazadeh. Impegnata nella battaglia legale per la custodia del figlio, non può dare garanzie sul proprio futuro. La sua partecipazione al WTA di Auckland, annunciata una decina di giorni fa, sembra in forte dubbio.

Tutte le novità regolamentari per il 2018 della WTA

Tutte le novità regolamentari per il 2018 della WTA

Oltre alla norma anti-furbette, studiata per prevenire i ritiri tattici pre Slam, nel rulebook del circuito WTA entreranno altre sette regole nuove, quasi tutte studiate per correggere delle situazioni capitate nella scorsa stagione. Dal coaching al riposizionamento delle teste di serie, il time violation più severo, le top-20 wild card, la maternità e altro ancora.

Johanna Konta verso l'ex coach della Sharapova

Johanna Konta verso l'ex coach della Sharapova

Sarebbe in dirittura d'arrivo la trattativa tra la n.1 britannica e Michael Joyce, ex giocatore-cavia di David Foster Wallace, nonché coach di Maria Sharapova per quasi sette anni. A breve dovrebbe essere libero dall'impegno con Vika Azarenka e ha una caratteristica: viene da sodalizi piuttosto duratori.

La battaglia per il figlio vale più della Fed Cup

La battaglia per il figlio vale più della Fed Cup

Con un sentito post su Twitter, Victoria Azarenka svela il Segreto di Pulcinella: non giocherà la finale di Fed Cup perché sta portando avanti una battaglia legale per la custodia del piccolo Leo. Le diatribe burocratiche la bloccano in California, dove si sta comunque allenando. Quest'anno ha giocato soltanto 6 partite.

Figlio o carriera? Vika non ci sta, ma salta lo Us Open

Figlio o carriera? Vika non ci sta, ma salta lo Us Open

Con un accorato messaggio via Twitter, Victoria Azarenka annuncia il forfait dallo Us Open perché “sta lavorando” per risolvere alcune faccende legali con l'ex compagno. Billy McKguire non gradirebbe l'idea che il bimbo debba viaggiare per il mondo con la madre tennista, e per ora l'avrebbe avuta vinta. Vika non ci sta, ma intanto ferma la sua carriera.