Tommy Haas, ritorno in grande stile a Berlino. Thiem e Sinner lo elogiano

Tommy Haas, ritorno in grande stile a Berlino. Thiem e Sinner lo elogiano

Il tedesco insegna tennis a 42 anni, giocando alla pari con Thiem e Sinner che ne tessono le lodi.

Bett1Aces: Sinner batte Haas e vola in semifinale

Bett1Aces: Sinner batte Haas e vola in semifinale

L'altoatesino, al primo incontro dopo il lungo stop, sconfigge l'ex tennista tedesco e passa il turno

Sinner, ritorno in campo a Berlino contro Haas. Ma dove ci eravamo lasciati?

Sinner, ritorno in campo a Berlino contro Haas. Ma dove ci eravamo lasciati?

Jannik torna a competere a distanza di oltre 4 mesi dal ko con Kudla a Indian Wells. Lo fa contro un giocatore che si è ritirato quasi 3 anni fa, tanti punti d'interesse sul banco.

Pouille-Planque, la (brutta) fine di una (bella) storia

Pouille-Planque, la (brutta) fine di una (bella) storia

Il legame tra Lucas Pouille e il coach Emmanuel Planque sembrava inscalfibile, eterno. Invece è bastata una cattiva stagione per chiuderlo "di comune accordo" con un freddo comunicato. Le avvisaglie c'erano, ma sorprende la tempistica: tra pochi giorni c'è la finale di Davis. Il francese è sceso al numero 32 ATP.

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Indian Wells, BNP Paribas e il record di pubblico

Indian Wells, BNP Paribas e il record di pubblico

Title sponsor dal 2009, il noto gruppo francese estende l'accordo con il torneo di Indian Wells per altri cinque anni: si andrà avanti fino al 2023. “Non vediamo l'ora di contribuire all'ulteriore crescita dell'evento” dice il CEO di BNP Paribas USA. Nuovo record di pubblico: oltre 450.000 spettatori.

Tommy Haas dice basta, stavolta sul serio

Tommy Haas dice basta, stavolta sul serio

La notizia che ci si attendeva al termine del BNP Paribas Open è arrivata alla vigilia: Tommy Haas, direttore del torneo, lascia ufficialmente il tennis giocato, alla soglia dei 40 anni. "Potrò sempre dire che la mia ultima vittoria è stata contro Federer", ha scherzato l'ex n.2 ATP, recordman di infortuni. Continuerà a giocare solo nelle PowerShares Series, il Champions Tour USA.

Indian Wells: 1 milione in più se fai la doppietta

Indian Wells: 1 milione in più se fai la doppietta

Con lo scopo di migliorare il campo di partecipazione del doppio, il super torneo di Indian Wells offrirà un clamoroso incentivo: 1 milione di dollari extra per chi vincerà sia singolare che doppio. Nella storia è successo sei volte, l'ultima nel 2009. Ad oggi, ci sono 27 “papabili”.

Tommy Haas: “Non mi sono ancora ritirato!”

Tommy Haas: “Non mi sono ancora ritirato!”

In un'intervista con il Desert Sun, l'ex n.2 ATP sosteneva di aver cessato l'attività ATP. Oggi arriva un comunicato della sua compagnia di management in cui smentisce tutto. “A parte esibizioni e Champions Tour, potrei giocare ancora in doppio”. Notizie ufficiali sul suo futuro arriveranno dopo Indian Wells.

Indian Wells è sempre più bello (e verde)

Indian Wells è sempre più bello (e verde)

Ancora novità per la prossima edizione del BNP Paribas Open. Quest'anno ci saranno notevoli interventi sulle aree destinate al pubblico, con l'aggiunta di tanto verde. “Vogliamo che il pubblico abbia l'impressione di trovarsi in un paradiso del tennis” dice Tommy Haas.

Federer rimpiangerà soli 140 punti?

Federer rimpiangerà soli 140 punti?

Dovesse vincere le ATP Finals di Londra, Roger Federer si porterebbe a soli 140 punti dal numero uno ATP, occupato l’ultima volta cinque anni fa. Vuol dire che con pochissimi successi in più oggi sarebbe già al comando. “Il n.1 – dice – è il traguardo più ambito per un tennista, ma alla mia età non può essere un obiettivo".

Quel benedetto ranking protetto

Quel benedetto ranking protetto

Nel rule-book dell’ATP figura come strumento a tutela dei giocatori infortunati, ma per alcuni il ranking protetto è diventato un giochino per fare soldi nei grandi tornei, grazie a montepremi sempre più corposi. Sembra il caso di Dmitry Tursunov, che in dodici tornei, vincendo solo due partite, ha incassato oltre 260.000 euro. Vi spieghiamo come funziona.

30 anni di Aptos: da Rafter e Murray alla Next Gen...

30 anni di Aptos: da Rafter e Murray alla Next Gen...

Soltanto sei tornei Challenger hanno superato il muro delle 30 edizioni. In questi giorni raggiunge il traguardo la tappa californiana di Aptos, che negli anni ha festeggiato le vittorie di due futuri numeri 1 come Pat Rafter e Andy Murray. Senza dimenticare la wild card richiesta da un ex numero 2 ATP...

Tommy Haas, forse la carriera è finita qui

Tommy Haas, forse la carriera è finita qui

La quinta sconfitta di fila al primo turno ha seminato più di un dubbio nella mente di Tommy Haas. Il tedesco dovrebbe ritirarsi a fine anno, ma quella contro Jan Lennard Struff potrebbe essere stata la sua ultima partita. “Devo capire se ha ancora senso scendere in campo”. Certo, se dovesse arrivare una wild card per lo Us Open...

Djokovic a Eastbourne, Haas a Wimbledon

Djokovic a Eastbourne, Haas a Wimbledon

Novak Djokovic dice “sì” all’Aegon International di Eastbourne, e per la terza volta in carriera giocherà un torneo la settimana prima di uno Slam. L'esempio di Wawrinka mostra che può essere molto utile. Ufficializzate le prime wild card per Wimbedon: Tommy Haas e Denis Shapovalov nel main draw, solo qualificazioni per Marcus Willis.

Federer ha fatto 1,100: Connors è raggiungibile?

Federer ha fatto 1,100: Connors è raggiungibile?

Lo svizzero raccoglie la vittoria numero 1.100 in carriera, portandosi a 156 lunghezze dal record di Jimmy Connors. Fino a qualche anno fa sembrava irraggiungibile, adesso l'impresa non sembra così proibitiva. Soprattutto se dovesse giocare fino al 2020...Commiato per Haas, Lorenzi KO con Sascha Zverev.

25 anni di Halle in 25 curiosità

25 anni di Halle in 25 curiosità

Il ricco torneo tedesco, nato tra mille dubbi nel 1993, festeggia la sua 25esima edizione. La stampa tedesca ci ha raccontato la storia del Gerry Weber Open in 25 curiosità, dal Challenger su terra all'orso mascotte, passando per...l'interprete di Nadal. Il 2017 sarà l'anno buono per il record di pubblico?

Niente panico per Roger Federer, anzi...

Niente panico per Roger Federer, anzi...

Nonostante la sconfitta contro Tommy Haas, Stoccarda ha lasciato buone sensazioni a Roger Federer. “La sconfitta è colpa mia, ma mi porto via tante sensazioni positive”. Avrà qualche giorno in più per prepararsi al torneo di Halle. E poi, l' ultima volta che aveva perso contro Haas...

Altro che Federer: è il giorno di Haas!

Altro che Federer: è il giorno di Haas!

Che sorpresa a Stoccarda: a 39 anni Tommy Haas si regala una delle più gustose vittorie in carriera, rovinando la festa al rientrante Roger Federer. Nel match più anziano dal 1982 lo svizzero sembra in controllo, ma a metà secondo set allenta la presa e Haas è bravissimo ad approfittarne. Salva un match-point, alza il livello e scappa via nel terzo, firmando il capolavoro davanti a moglie e figlie.

Federer, l’assalto a Wimbledon sta per partire

Federer, l’assalto a Wimbledon sta per partire

A 73 giorni dal successo a Miami, Roger Federer è pronto a tornare in campo. La sua stagione sull’erba partirà da un “classico” contro il 39enne Tommy Haas, che cinque anni fa a Halle riuscì a fargli lo scherzetto. Roger sembra in gran forma, parla apertamente di “obiettivo Wimbledon” e rassicura i suoi tifosi: per quest’anno niente più pause.

Cori da stadio, campi “non perfetti”, l'addio di Haas...

Cori da stadio, campi “non perfetti”, l'addio di Haas...

I giocatori non hanno fatto una piega quando il Foro Italico è stato travolto dai cori dello Stadio Olimpico per la finale di Coppa Italia. Dunque, perché lamentarsi della libertà di movimento per il pubblico? Il football americano di Jack Sock, la diplomazia di Nadal, il bel commiato di Tommy Haas e altro ancora.

Le chiacchiere e la musica di Roger Federer

Le chiacchiere e la musica di Roger Federer

Improvvisamente libero per il ritiro di Nick Kyrgios, Roger Federer è ugualmente sceso in campo per salutare il pubblico. “Lo scorso anno ho giocato solo un torneo in condizioni normali. Adesso sto di nuovo bene e questo influisce sul mio gioco”. E mostra un video musicale, in cui canta insieme ad Haas e Dimitrov.

Riecco Tommy Haas (con un nuovo brand)

Riecco Tommy Haas (con un nuovo brand)

L'ultima stagione agonistica di Tommy Haas parte dall'esibizione di Kooyong, primo impegno dopo 446 giorni di stop. “Non volevo che un infortunio decidesse il mio ritiro. Mi sento in forma, punto a uno o due exploit”. Nel frattempo indosserà un nuovo capo di abbigliamento, che ha pensato a una collezione tutta per lui.

Indian Wells non smette di crescere

Indian Wells non smette di crescere

Proseguono i lavori per migliorare il più grande torneo, per montepremi e spettatori, dopo gli Slam. Il Campo Centrale si sta rifacendo il trucco dopo l'arrivo dell'avveniristico Stadium 2. Prevista una suite di extra-lusso e il rifacimento dei posti a sedere nella parte alta. Ma non si fermeranno qui: per il futuro si pensa a nuovi ristoranti, un museo e un hotel.

Haas è pronto a ripartire. Con Rios come coach?

Haas è pronto a ripartire. Con Rios come coach?

Il tedesco dovrebbe tornare in campo all’Australian Open, dopo oltre un anno di stop per infortunio, e si sta allenando duramente a Indian Wells. Ha intenzioni importanti, come testimonia una voce delle ultime ore: sarebbe pronto a iniziare una collaborazione con l’ex numero uno del mondo.

Nono intervento per Haas ma il tedesco non si ritira

Bisognerà attendere almeno sei mesi prima di rivedere in campo l'ex numero 2 del mondo Tommy Haas