Australian Open: Nadal, Djokovic e gli altri big in quarantena ad Adelaide

Australian Open: Nadal, Djokovic e gli altri big in quarantena ad Adelaide

Adelaide ospiterà la quarantena dei big che il 29 ed il 30 gennaio scenderanno in campo per una due giorni di esbizione

Australian Open, allenamenti in quarantena: Tennis Australia frena l'ATP. Manca la conferma

Australian Open, allenamenti in quarantena: Tennis Australia frena l'ATP. Manca la conferma

Tennis Australia chiarisce che non sono state ancora prese decisioni sulla modalità della quarantena che gli atleti dovranno rispettare

Due settimane di slittamento per gli Australian Open 2021? Lo scenario proposto dal governo

Due settimane di slittamento per gli Australian Open 2021? Lo scenario proposto dal governo

Martin Pakula ministro dello sport dello stato di Victoria ha parlato di uno nuovo scenario che prende piede in vista dell'Australian Open 2021

Australian Open ad aprile? Per Brett Phillips potrebbe essere uno scenario possibile

Australian Open ad aprile? Per Brett Phillips potrebbe essere uno scenario possibile

Il court announcer di ATP Cup e Australian Open non esclude la possibilità di giocare il primo slam della stagione ad aprile

Australian Open, Craig Tiley: "Prima del 2023 sarà difficile rivedere il torneo com'era prima"

Australian Open, Craig Tiley: "Prima del 2023 sarà difficile rivedere il torneo com'era prima"

Secondo il direttore degli Australian Open, il torneo non tornerà alla normalità prima del 2023 o del 2024. Per questo Tennis Australia analizza possibili scenari per il 2022

Australian Open, la lettera mandata ai giocatori: ancora nessuna svolta, impossibile bolla come a New York

Australian Open, la lettera mandata ai giocatori: ancora nessuna svolta, impossibile bolla come a New York

Lukas Lacko pubblica sui social la comunicazione arrivata ai giocatori in merito agli Australian Open

Craig Tiley: "Molti tennisti di alto livello stanno già pensando al 2021"

Craig Tiley: "Molti tennisti di alto livello stanno già pensando al 2021"

Il presidente di Tennis Australia dopo essere stato in contatto con alcuni giocatori: "Loro considerano che esiste la possibilità di non giocare nel 2020"

Brisbane e i dubbi sulla World Team Cup

Brisbane e i dubbi sulla World Team Cup

Fase di stallo nella trattativa tra Tennis Australia e le istituzioni del Queensland per definire Brisbane come una delle tre sedi per la nuova World Team Cup. La città vuole avere un buon campo di partecipazione ed è insoddisfatta delle (non) risposte ricevute da TA. Esiste un contratto che prevede il torneo ATP-WTA fino al 2021.

Aveva 14 cent in banca. Oggi è top-100 ATP

Aveva 14 cent in banca. Oggi è top-100 ATP

Messi alle spalle anni di tribolazioni, Jason Kubler entra per la prima volta tra i top-100 ATP. Un problema cronico al ginocchio lo aveva costretto a sei operazioni e a giocare esclusivamente sulla terra battuta. Lo scorso anno, dopo aver dato lezioni per sopravvivere, ha scelto di darsi un'ultima chance: ne è venuto fuori un 2018 miracoloso.

Riforma Davis, battaglia sempre più aspra

Riforma Davis, battaglia sempre più aspra

Due brutte notizie per Dave Haggerty e il suo entourage: Tennis Australia voterà contro le proposte di modifica, mentre il presidente di Tennis Europe ha scritto a tutte le federazioni europee: "Non vedo i vantaggi della riforma". Le preoccupazioni sono soprattutto di natura economica.

La World Team Cup fa scoppiare la Guerra Civile

La World Team Cup fa scoppiare la Guerra Civile

L'ATP beffa sul tempo l'ITF e annuncia il varo di un maxi-evento a squadre che si terrà in Australia, a partire dal 2020, prima dell'Australian Open. 24 squadre e un centinaio di giocatori (probabilmente) spalmati in quattro città. Una fotocopia della Davis che dovrebbe nascere sei settimane prima: l'ITF è indignata: “L'ATP ha perso una chance di collaborare per il bene del tennis”.

L'Australian Open dei record è sempre più ricco

L'Australian Open dei record è sempre più ricco

Qualcuno si è lamentato dell'aumento dei costi dei biglietti e dei prezzi a Melbourne Park, ma è comunque arrivato il record di spettatori. La situazione economica dell'Australian Open è straordinaria e la casse della federazione locale gioiscono: hanno rinnovato con KIA e raccolto nuovi sponsor di livello internazionale.

Un altro Australian Open per Hewitt

Un altro Australian Open per Hewitt

A due anni dall’addio ufficiale al tennis giocato, Lleyton Hewitt tornerà in campo addirittura per la terza volta, all'Australian Open. L’ex numero uno del mondo ha accettato l’invito dell’amico Sam Groth, che disputerà a Melbourne il suo ultimo torneo. Giocheranno il doppio insieme, e “Rusty” promette battaglia: «non saremo in gara per fare numero».

Tomic, la corda si è spezzata: niente wild card

Tomic, la corda si è spezzata: niente wild card

Bernard Tomic non riceverà una wild card per l'Australian Open. Le bizze comportamentali del 2017 e l'indifferenza ai tentativi di aiuto di Tennis Australia, lo obbligheranno a fare tutto con le proprie mani. "Sappiamo cosa può fare - ha detto Hewitt - ma deve tornare a farlo". Potrebbe giocare i play-off di dicembre, ma pare che non ne abbia voglia.

Ashleigh Barty, l'aborigena che sogna le top-10

Ashleigh Barty, l'aborigena che sogna le top-10

Aveva lasciato il tennis per il cricket, poi Ashleigh Barty è tornata in punta di piedi: quest'anno voleva entrare tra le top-100 ma ha vissuto una stagione clamorosa, chiudendo in 17esima posizione. Favorita per la Newcombe Medal, adesso vuole di più e punta decisa all'Australian Open. “La pressione è soltanto un privilegio”.

Tennis Australia: “Tomic, accetta il nostro aiuto!”

Tennis Australia: “Tomic, accetta il nostro aiuto!”

La federazione australiana vorrebbe mettere a disposizione di Bernard Tomic un team di persone per risollevare una carriera che sta franando. Craig Tiley, direttore dell'Australian Open, l'ha definito un supporto di “salute e benessere”. Con le bizze di Kyrgios e la fragilità di Kokkinakis, vogliono capire se possono contare ancora su di lui.

Quando incassare 200 milioni non è così vantaggioso...

Quando incassare 200 milioni non è così vantaggioso...

Nel 2013, Tennis Australia lasciò a Channel Seven i diritti dell'Australian Open senza effettuare un bando, perdendo un potenziale guadagno. Il presidente Steve Healy promosse un'indagine, ipotizzando il conflitto d'interesse di qualche dirigente. Una di questi, ormai ex, si sente diffamata e si è rivolta alla Corte Suprema del Victoria.