Ranking Atp e Wta: Sinner entra in top-40

Ranking Atp e Wta: Sinner entra in top-40

L'altoatesino è numero 37 dopo la vittoria a Sofia, mentre al femminile Sabalenka entra in top-10

Ranking ATP aggiornato: Cecchinato tra i primi 80, balzo in avanti di musetti

Ranking ATP aggiornato: Cecchinato tra i primi 80, balzo in avanti di musetti

I due azzurri raccolgono i frutti del torneo in Sardegna

Il nuovo ranking strizza l'occhio a Federer ma Djokovic 'vede' il record di settimane al numero 1

Il nuovo ranking strizza l'occhio a Federer ma Djokovic 'vede' il record di settimane al numero 1

L'Atp ha ufficializzato il meccanismo per le classifiche mondiali basato su 22 mesi. Favoriti i big mentre l'Italia sogna Berrettini e Fognini alle Finals

+1.619 in 11 mesi: Andujar guida gli «scalatori»

+1.619 in 11 mesi: Andujar guida gli «scalatori»

13 giocatori hanno chiuso il 2018 nella top-100 dopo aver scalato oltre cento posizioni in un anno solo. Incredibile il balzo di avanti del rientrante Andujar: a gennaio era n.1.701, oggi è sull'82esimo gradino. In evidenza anche il francese Hubert e il cileno Garin, anche se i progressi più importanti sono di Alex De Minaur. Fra gli "scalatori" anche Cecchinato e Berrettini.

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Quella classifica ATP in cui comanda l’Italia

Quella classifica ATP in cui comanda l’Italia

Dalla classifica ATP della settimana emerge che, prendendo in esame il ranking del 20esimo giocatore di ogni nazione, l'Italia è quella messa meglio di tutte, grazie a Gian Marco Moroni (n.227). Significa che, anche se manca il campione che il pubblico desidera, la base dei nostri "pro" è numerosissima.

La miglior Italia dal '79, ma guai ad accontentarsi

La miglior Italia dal '79, ma guai ad accontentarsi

Era da 39 anni e 4 mesi che l'Italia non aveva due giocatori fra i primi 20 della classifica ATP. Un traguardo che ribadisce come il 2018 sia la miglior stagione del nostro tennis maschile dai tempi di Panatta e Barazzutti. Giusto festeggiare, vietato accontentarsi: numeri e possibilità dicono che il terreno è quello ideale per provare a fare ancora meglio.

Djokovic, il sorpasso passa da Pechino

Djokovic, il sorpasso passa da Pechino

Se Novak Djokovic dovesse accettare la wild card offerta dal torneo di Pechino, si costruirebbe la possibilità di diventare numero 1 ATP addirittura tra un paio di settimane. Dovrebbe raggiungere almeno la finale a Pechino e vincere a Shanghai. Con Nadal fermo, è favorito per la leadership di fine anno. C'è anche l'opzione Vienna.

Djokovic non si nasconde: rivuole il n.1

Djokovic non si nasconde: rivuole il n.1

Di solito ai big non piace parlare di classifica, mentre Novak Djokovic lo fa senza problemi: "mentirei - racconta - se dicessi di non puntare al numero uno ATP entro la fine dell'anno". Senza punti da difendere e con gli avversari in difficoltà, ha grandi chance di riuscirci. Il segreto della sua rinascita? Qualche giorno in mezzo alle montagne, isolato dal mondo.

La crisi infinita di Sock: da leader a disastro

La crisi infinita di Sock: da leader a disastro

A fine 2017 agguantava in extremis un posto alle ATP Finals vincendo a Parigi Bercy, e poi arrivava a un solo set dalla finale all’O2 Arena. Ma i propositi da top player di Jack Sock sembrano franati: è numero 176 della Race, e nel 2018 ha vinto la miseria cinque partite in sedici tornei. Ha perso subito anche a Cincinnati, raccogliendo l'ottava sconfitta di fila.

Un lunedì pieno di best ranking

Un lunedì pieno di best ranking

VIDEO - L'Australian Open metteva in palio una montagna di punti che hanno rivoluzionato la classifica mondiale. Vi mostriamo i dieci giocatori (più un azzurro) che hanno festeggiato il loro best ranking nella nuova classifica ATP. Dal numero 3 di Marin Cilic al 173 di Lorenzo Sonego.

Federer rimpiangerà soli 140 punti?

Federer rimpiangerà soli 140 punti?

Dovesse vincere le ATP Finals di Londra, Roger Federer si porterebbe a soli 140 punti dal numero uno ATP, occupato l’ultima volta cinque anni fa. Vuol dire che con pochissimi successi in più oggi sarebbe già al comando. “Il n.1 – dice – è il traguardo più ambito per un tennista, ma alla mia età non può essere un obiettivo".

È Rafael Nadal il vero numero uno del 2017

È Rafael Nadal il vero numero uno del 2017

Rafael Nadal batte un buon Hyeon Chung all'esordio a Parigi Bercy e mette d'accordo anche la matematica: sarà numero uno del mondo a fine stagione per la quarta volta, dopo 2008, 2011 e 2013. Il giusto premio per un'annata splendida, che l'ha riportato dove merita di essere. Mai nessuno aveva chiuso da n.1 a nove anni dalla prima volta. "Significa tantissimo, ma la stagione - avverte - non è ancora finita".

Traffico a NY: 8 donne e 3 uomini per il n.1

Traffico a NY: 8 donne e 3 uomini per il n.1

Calcolatrice alla mano, i 2.000 punti in palio allo Us Open tengono ben undici giocatori in corsa per guidare le classifiche mondiali di lunedì 11 settembre: tre uomini e otto donne. Uno scenario inedito, reso possibile da otto mesi di duopolio Nadal-Federer nel maschile e senza una vera regina a livello WTA. Chi saprà approfittarne?

Rafa Nadal torna N.1. E Moya lo sapeva già.

Rafa Nadal torna N.1. E Moya lo sapeva già.

Vari fattori hanno permesso a Rafael Nadal di tornare al numero uno del mondo, ma in primis c'è la sua rinascita. Ha ritrovato una buona condizione fisica, all'Australian Open si è reso conto di poter ancora fare grandi cose, ed è ripartito in quarta. "Ho conservato passione a amore per il gioco, e questo mi ha permesso di tornare in vetta".

Nadal-Federer: ora è battaglia vera per il n.1

Nadal-Federer: ora è battaglia vera per il n.1

Il forfait di Andy Murray per il Masters 1000 di Cincinnati ha regalato l'ufficialità: allo Us Open il circuito ATP avrà un nuovo numero uno del mondo. Sarebbe stato Rafael Nadal in caso di semifinale a Montreal, ma la sconfitta contro Shapovalov ha offerto una grandissima chance a Federer: ora è (quasi) tutto nelle sue mani. Una situazione impensabile solo otto mesi fa.

“No” di Nadal ad Amburgo. Il n.1 può aspettare.

“No” di Nadal ad Amburgo. Il n.1 può aspettare.

Una finale ad Amburgo sarebbe bastata a Rafael Nadal per tornare al n.1 ATP. Gli organizzatori speravano che, insieme a un corposo assegno, potesse bastare per portarlo in terra tedesca, invece “Rafa” – in vacanza a Ibizia – ha rifiutato la wild card. Tornerà a Montreal, dove inizierà la vera battaglia con Federer per la vetta del ranking ATP.

21-11-2016: data storica per il ranking ATP

21-11-2016: data storica per il ranking ATP

Per la prima volta da quando nel 1973 è stato inventato il ranking ATP come lo conosciamo oggi, non era mai capitato che a fine anno ci fossero dieci top ten di dieci nazioni diverse. Una netta inversione di tendenza rispetto alle “scuole” del passato. Piangono gli USA: a fine ’79 avevano sette dei primi dieci del mondo, oggi per trovare uno statunitense bisogna scendere fino a Isner (n.19).

Murray spinge verso il n.1

Murray spinge verso il n.1

A tre settimane dalla fine della stagione, la distanza in classifica tra Andy Murray e Novak Djokovic è sempre più risicata. I punti in palio sono ancora molti ma... di ROBERTA LAMAGNI

Un canadese di 14 anni nel ranking Atp

Un canadese di 14 anni nel ranking Atp

Felix Auger Aliassime è il primo tennista nato nel nuovo millennio a entrare nel ranking Atp. Il 14enne canadese è nato nello stesso giorno di Federer ... di FABIO BAGATELLA

Nishikori a un passo dal podio

Nishikori a un passo dal podio

La finale di Acapulco regala a Nishikori il quarto gradino nella classifica Atp, il suo best ranking. Il podio è a un passo e il nipponico si gode le amenità messicane ... di FABIO BAGATELLA

Vamos Rafa! Nadal torna numero uno

Vamos Rafa! Nadal torna numero uno

Il maiorchino approfitta del ritiro di Berdych e vola in finale a Pechino riconquistando la vetta del ranking... di GIORGIO VALLERIS

Djokovic, 100 settimane in vetta

Djokovic, 100 settimane in vetta

Il campione serbo festeggia oggi questo importante traguardo, ma deve guardarsi le spalle da Nadal... di GIORGIO VALLERIS

Fognini sarà Top 10?

Fognini sarà Top 10?

Il giocatore ligure sta scalando il ranking Atp grazie ai successi di Stoccarda e Amburgo. Per lui si parla anche di un eventuale ingresso tra i top 10. Tu cosa ne pensi? Vota il nostro sondaggio ...

Federer e Nadal giù, dopo 10 anni

Roger Federer e Rafael Nadal hanno dominato il ranking Atp per dieci anni. Era dal 10 novembre 2003 che nessuno dei due si trovata nei primi due posti della classifica...

Seppi punta in alto

Andreas ha infranto il muro dei top 20, raggiungendo la 18esima posizione del ranking Atp. Ora l'altoatesino guarda avanti: "Spero sia solo l'inizio..."