Ufficiale, cancellato il torneo di Madrid

Ufficiale, cancellato il torneo di Madrid

Il comunicato ufficiale nel pomeriggio di martedì. Gaudenzi: "Continuiamo a seguire le indicazioni delle autorità locali nel nostro processo decisionale".

Zapatero congela Madrid: "Non credo il torneo si giocherà"

Zapatero congela Madrid: "Non credo il torneo si giocherà"

Antonio Zapatero, vice consigliere della sanità pubblica della Comunità Autonoma di Madrid, pensa non sia possibile giocare il Mutua Madrid Open 2020

La Comunità di Madrid chiede la cancellazione del torneo

La Comunità di Madrid chiede la cancellazione del torneo

L’amministrazione della città di Madrid invia una lettera per chiedere di rinunciare al torneo di settembre per via dell'aumento dei casi e dell'incertezza dovuta al Covid-19.

Feliciano Lopez: "Fiduciosi sul poter avere spettatori a Madrid"

Il direttore del Mutua Madrid Open, intervistato da "Essentiallysports", si dice fiducioso sul poter giocare il torneo a porte aperte

La simpatica entrata di Belinda Bencic sul "campo" virtuale di Madrid

La simpatica entrata di Belinda Bencic sul "campo" virtuale di Madrid

La svizzera estrae il joystick fuori dal borsone come fosse la racchetta simulando una vera partita prima di giocare alla playstation contro la Suarez Navarro

Sorteggiati i gironi del torneo virtuale di Madrid: Fognini unico azzurro al via

Sorteggiati i gironi del torneo virtuale di Madrid: Fognini unico azzurro al via

I gironi del torneo virtuale di Madrid che vedrà al pad i protagonisti del circuito ATP e WTA

Le stelle ATP e WTA giocheranno il torneo di Madrid alla Playstation

Le stelle ATP e WTA giocheranno il torneo di Madrid alla Playstation

Dal 27 al 30 aprile si disputerà il Mutua Madrid Open Virtual Pro. I giocatori ATP e WTA si sfideranno alla playstation

La WTA non ci sta e cita in giudizio Ion Tiriac

La WTA non ci sta e cita in giudizio Ion Tiriac

In risposta alle tre cause legali intentate da Ion Tiriac, la WTA lo ha citato in giudizio perché ogni controversia avrebbe dovuto risolversi con un arbitrato a New York. “Il suo nome non compare negli accordi” dicono i suoi avvocati. “Tutti sanno che il torneo è suo” replica la WTA. Nel frattempo, Ion rivela che il Primo Ministro ungherese...

Manolo Santana, una lettera in difesa della Davis

Manolo Santana, una lettera in difesa della Davis

La leggenda spagnola teme per il futuro dell'Insalatiera: in particolare, non gli piace il fatto che la riforma preveda una sede unica ma itinerante. “Vorrei che rimanesse l'essenza della competizione: non sono sicuro che mi piacerebbe averla a Madrid. Sono convinto che i delegati voteranno nell'interesse del tennis”.

Madrid vuole un nuovo stadio da 8.000 spettatori

Madrid vuole un nuovo stadio da 8.000 spettatori

È la richiesta avanzata all'amministrazione comunale, perché l'ATP “vuole più pubblico” per i Masters 1000. Le trattative sono appena iniziate: il nuovo stadio costerebbe tra i 12 e i 25 milioni (la forbice dipende dalla presenza del tetto). Tuttavia, sembra che il consiglio comunale voglia mantenere il torneo alla Caja Magica.

Madrid è di Zverev... tra gli sbadigli

Madrid è di Zverev... tra gli sbadigli

Una prestazione di qualità consente ad Alexander Zverev di vincere il suo terzo Masters 1000. Un break per set mette in un angolo Dominic Thiem. “Le condizioni mi hanno dato una mano, ma la stagione su terra mi sta dando molto. Voglio continuare così”. Però non è stata una bella finale...

“Il torneo resterà a Madrid: è sicuro”

“Il torneo resterà a Madrid: è sicuro”

Manuela Carmena, sindaca di Madrid, si espone in prima persona: le trattative per prolungare l'accordo tra la città e gli organizzatori inizieranno presto, in modo da garantire la permanenza in Spagna del maxi-torneo di Ion Tiriac. In passato, la Carmena aveva cercato di ridurre il contributo pubblico. Quest'anno ha offerto gli ingressi istituzionali a club e associazioni sportive.

Petra, un'altra sorpresa nella Scatola Magica

Petra, un'altra sorpresa nella Scatola Magica

Terzo successo a Madrid per Petra Kvitova: in finale ha avuto bisogno di quasi tre ore per battere un'orgogliosa Kiki Bertens. L'olandese ha avuto più di una chance in avvio di terzo set, poi ha pianto in conferenza stampa. “Ero esausta, non mi aspettavo di resistere” dice la Kvitova, che sale al n.2 della Race to Singapore.

Thiem supera la prova del nove: è in finale

Thiem supera la prova del nove: è in finale

Le sei vittorie di Kevin Anderson in altrettanti precedenti mettevano in guardia Dominic Thiem, ma dopo un successo sulla terra contro Rafael Nadal diventa tutto più facile. L'austriaco domina senza particolari difficoltà la semifinale del Mutua Madrid Open, e domenica andrà a caccia del suo primo titolo in un Masters 1000.

Carro Armato Thiem è il vero Anti-Nadal?

Carro Armato Thiem è il vero Anti-Nadal?

Si verifica a Madrid l'incastro necessario per assistere a una sconfitta di Rafael Nadal sulla terra battuta: Dominic Thiem gioca un match strepitoso, mentre lo spagnolo perde la misura dei colpi: corto con il rovescio, falloso con il dritto. L'austriaco si impone in due set, ma nei prossimi match dovrà dimostrare di essere il vero Anti-Nadal.

Quando il brutto del calcio si infila nel tennis

Quando il brutto del calcio si infila nel tennis

Doppia polemica pallonara durante il Mutua Madrid Open: i tifosi di Atletico e Real non hanno preso bene il fatto che il madridista Rafa Nadal (che intanto ha raggiunto i 50 set vinti di fila sulla terra) abbia indossato una maglia dell'Atletico. Fischi durante la celebrazione per gli 80 anni di Manolo Santana perché è stato premiato da Emilio Butragueno, leggenda del Real.

La vera “inarrestabile” si chiama Kvitova

La vera “inarrestabile” si chiama Kvitova

A un anno dal rientro, la Kvitova sta vivendo uno stato di forma eccezionale. Quest'anno ha vinto tre tornei, 28 partite ed è imbattuta da 9 match. Nonostante abbia vissuto un'esperienza terribile, ha scelto un rientro sobrio e sorridente. Adesso è pronta a dare l'assalto a un obiettivo soltanto sfiorato in passato: il n.1 WTA.

Occhio Madrid, Berlino ci crede sul serio

Occhio Madrid, Berlino ci crede sul serio

Martedì scorso, una delegazione tedesca si è recata alla Caja Magica per discutere con gli organizzatori di una possibile offerta per trasferire il torneo da Madrid a Berlino. Noi ci eravamo già accorti di un possibile asse con la Germania. Tsobanian: “Vogliamo restare a Madrid, ma il rinnovo deve essere di almeno 10 anni”.

La rivoluzione canadese di Shapovalov

La rivoluzione canadese di Shapovalov

Primo risultato di rilievo per Denis Shapovalov sulla terra battuta: il baby canadese batte il connazionale Milos Raonic con una prestazione pressoché perfetta. “Sto ancora imparando a giocare sulla terra: adesso penso a migliorare, ma tra qualche anno voglio essere un candidato per il Roland Garros”.

La Pliskova fa paura anche sulla terra

La Pliskova fa paura anche sulla terra

Karolina Pliskova sembra aver trovato un feeling incredibile con la terra battuta. Dopo il successo a Stoccarda, la numero 6 del mondo si guadagna la semifinale a Madrid, battendo in due set Simona Halep, sua storica bestia nera. "Sono sorpresa dai miei risultati", dice Karolina, alla nona vittoria di fila sul rosso. Può puntare alla prima finale in un Mandatory.

La russa blaugrana fa piangere Madrid

La russa blaugrana fa piangere Madrid

Continua la serie negativa di Garbine Muguruza a Madrid: 64 errori gratuiti le sono fatali contro Daria Kasatkina, ma ci sono tanti meriti della russa. Abile in difesa, intelligente nelle scelte tattiche, ha disinnescato la potenza della spagnola. “Per me Dasha è un'artista, mi limito a dirle 2-3 cose e poi mi devo fidare di lei” dice coach Philippe Dehaes.

Nole, si fa dura: “Non è la fine del mondo”

Nole, si fa dura: “Non è la fine del mondo”

Altra sconfitta per il serbo, battuto in tre set da Kyle Edmund. “Ha avuto un po' di fortuna, ma anche il giusto coraggio al momento giusto”. Il serbo prova a prendere con filosofia la sconfitta, si dice soddisfatto dei progressi, ma certe affermazioni preoccupano. Parla di “preghiere” pensando al suo livello di gioco e ringrazia per aver già vinto tanto.

Tre minuti a -196°, 40 anni dopo Messner

Tre minuti a -196°, 40 anni dopo Messner

Nel quarantennale della clamorosa impresa dell'alpinista italiano (in cima all'Everest senza ossigeno), la crioterapia entra nel mondo del tennis con una macchina che alterna caldo (+79°) e freddo (-196°) per qualche minuto, dando immediati benefici ai giocatori. A Madrid, la macchina sta spopolando.

Feliciano tra campo e scrivania col sogno Federer

Feliciano tra campo e scrivania col sogno Federer

Il nuovo incarico di direttore del torneo impedirà a Feliciano Lopez di continuare a giocare a Madrid. Per questo, quella del 2018 sarà la sua ultima apparizione. “Arrivo nel momento più semplice, perché ormai l'evento è già radicato. Il mio sogno? Regalare ai madrileni l'ultima apparizione di Roger Federer”.

Lorenzi ci prova, ma non è ancora al 100%

Lorenzi ci prova, ma non è ancora al 100%

Il Masters 1000 di Madrid del tennis italiano si apre e chiude in sei ore: dopo Fabio Fognini va fuori all'esordio anche Paolo Lorenzi, sconfitto da Verdasco sul Manolo Santana. Il toscano imposta il match nel modo giusto e riesce a insfastidire il rivale, ma alla distanza emerge la superiorità del madrileno, che fa 500 vittorie a livello ATP.