Federer, nella programmazione del 2020 c'è Roma

Federer, nella programmazione del 2020 c'è Roma

Internazionali d'Italia presenti nel calendario 2020 di Roger Federer, ma resta la solita incognita legata al torneo di Madrid

Allerta Coronavirus, l'ATP cancella quattro Challenger in Cina

Allerta Coronavirus, l'ATP cancella quattro Challenger in Cina

La diffusione del Coronavirus spaventa anche l'ATP che ha deciso di cancellare i quattro tornei Challenger programmati in Cina nel mese di marzo. Al momento l'ITF conserva le proprie date

"Calendario duro? Sono stufo di queste str....”

"Calendario duro? Sono stufo di queste str....”

Con 75 partite sulle gambe, Alexander Zverev si lamenta della durezza del calendario ATP. “È ridicolo giocare undici mesi all'anno, succede solo nel tennis”. Dura replica di Yevgeny Kafelnikov. “Negli anni 90 si giocava fino al 10 dicembre e non si lamentava nessuno”. Chi ha ragione? L'opinione di Federer.

Piquè, guarda che il tennis non è un circo

Piquè, guarda che il tennis non è un circo

Non contento di essersi comprato la Davis, Gerard Piqué ha in mente altri eventi, svuotati di senso agonistico ma pieni di soldi. La Majesty Cup sarebbe un torneo a 64 giocatori, con 10 milioni in palio... tutti per il vincitore. Il contrario di quello che (a parole) chiedono giocatori: più “democrazia” e un calendario meno duro.

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Judy Murray: “Ascoltate i giocatori!”

Judy Murray: “Ascoltate i giocatori!”

La mamma di Andy è convinta che i troppi infortuni degli ultimi anni siano dovuti alla durezza del calendario. “Per questo, l'ATP dovrebbe ascoltare il parere dei giocatori prima di stilarlo”. Judy suggerisce anche una Davis a cadenza biennale e dà un consiglio alla Medina Garrigues, neocapitana di Fed Cup: “Investa tempo nel conoscere le giocatrici”.

2018: il circuito WTA sbarcherà a Hiroshima

2018: il circuito WTA sbarcherà a Hiroshima

Entra in calendario la città vittima del terribile attacco nucleare del 1945: ospiterà il Japan Open, sottraendolo a Tokyo (che comunque avrà il suo torneo). Per il resto non cambia nulla: per vedere novità importanti dovremo aspettare il calendario 2019. Non c'è la fila per ospitare nuovi tornei.

E se 96 giocatori fossero un po' troppi?

E se 96 giocatori fossero un po' troppi?

L'assenza delle teste di serie nei primi turni di Indian Wells e Miami toglie appeal alle prime giornate, dove si alternano giocatori di seconda fascia, lasciando stranito sia lo spettatore sul posto che in TV. Inoltre, un mese di tempo per due tornei sembra troppo. In teoria si potrebbe ridurli per fare spazio in calendario, ma non sarebbe semplice.