Il tennis intimo dei documentari: quattro campioni come non li abbiamo mai visti

Il tennis intimo dei documentari: quattro campioni come non li abbiamo mai visti

Il calvario di Andy Murray, la maternità di Serena e, più recentemente, l'impresa della Spagna in Coppa Davis vissuta attraverso la tragedia di Bautista Agut. Ma anche l'ingiustizia subita da Vilas nel lontano 1975... storie di sofferenza, di rivincita, da gustarsi in queste serate, in attesa che il grande tennis ricominci

Piqué non la pensa come Albert Costa: "Pessimista per la Davis"

Piqué non la pensa come Albert Costa: "Pessimista per la Davis"

Il difensore del Barcellona, a capo del gruppo Kosmos, si pronuncia in maniera totalmente differente rispetto al direttore della Davis.

Coppa Davis, i convocati di Italia-Corea del Sud

Coppa Davis, i convocati di Italia-Corea del Sud

Le scelte dei capitani per la sfida di Coppa Davis in programma a Cagliari tra Italia e Corea del Sud

L'ultimo desiderio sportivo di capitan Noah

L'ultimo desiderio sportivo di capitan Noah

Da venerdì, allo Stade Pierre Mauroy di Lilla, la Francia giocherà per vincere la Davis per il secondo anno consecutivo, ma anche per fare un regalo d'addio a capitan Yannick Noah, uomo simbolo del team, che saluterà dopo la finale. Punta a regalarsi un'ultima soddisfazione, prima di lasciare una competizione che non gli appartiene più.

Dieci nomi per l'ultima (vera) finale di Davis

Dieci nomi per l'ultima (vera) finale di Davis

Nessuna sorpresa nelle convocazioni: il forfait di Gasquet ha risolto i dubbi di Noah, che punta su Tsonga, Pouille, Chardy ed Herbert/Mahut. Per la Croazia, invece, Cilic, Coric, Skugor, Pavic e Dodig. I francesi non sono al 100%, ma i due singolaristi croati arriveranno da Londra, più stanchi e con meno tempo per adattarsi alla terra. Può essere un fattore.

Italia: la nuova "Davis" partirà dall'India

Italia: la nuova "Davis" partirà dall'India

Buon sorteggio per l'Italia nel primo turno della Coppa Davis 2019: a febbraio (1-2) gli azzurri faranno visita all'India, una delle nazioni meno pericolose fra le 24 a caccia di un posto al gran finale. L'unica incognita riguarda l'obbligo di giocare fuori casa, anche se negli ultimi anni gli indiani stanno perdendo il vizio di puntare sull'erba, preferendo spesso il cemento.

Tsonga: quattro tornei per meritarsi la Davis

Tsonga: quattro tornei per meritarsi la Davis

Tornato in campo a 7 mesi dall'infortunio al ginocchio sinistro, Jo-Wilfried Tsonga ha perso all'esordio a Metz, ma è sembrato in buone condizioni. I francesi puntano a recuperarlo in vista della finale di Davis, e lui spera di convincere Noah: "Vorrà dire che avrò vinto tante partite". Per farcela ha quattro tornei: Orleans, Anversa, Vienna e Bercy.

Davis Cup: e se fosse l’anno degli States?

Davis Cup: e se fosse l’anno degli States?

Dopo aver riconquistato la Fed Cup dopo 17 anni, gli Stati Uniti possono puntare a riprendersi anche la Davis. L’hanno vinta in trentadue occasioni, ma solo una volta negli ultimi 22 anni. A Nashville avranno un match-passeggiata col Belgio, sono uno dei team più omogenei e con l’Isner di Miami se la possono giocare contro qualsiasi avversaria.

ATP-ITF: battaglia per la Coppa del Mondo

ATP-ITF: battaglia per la Coppa del Mondo

Il maxi-progetto per la Coppa Davis presentato dall’ITF non ha frenato le intenzioni dell’ATP di rilanciare la World Team Cup. I due eventi diventerebbero molto simili e anche vicini in calendario, ma Kermode fa spallucce, forte di un vantaggio temporale. Visto che l’ITF dovrà aspettare il meeting di agosto, le mosse dell’ATP possono avere un ruolo determinante anche sul futuro della Davis.

Allarme Tsonga: salta anche Miami. Davis a rischio?

Allarme Tsonga: salta anche Miami. Davis a rischio?

Lo stiramento al bicipite femorale accusato un mese fa a Montpellier è più grave di quanto sembrasse: dopo il forfait a Indian Wells, Jo-Wilfried Tsonga rinuncia anche al Masters 1000 di Miami. La sua partecipazione ai quarti di Coppa Davis contro l'Italia pare in dubbio. Per gli azzurri sarebbe una notizia positiva, anche se la Francia resta comunque una vera corazzata.

Zverev molla Ferrero, ha puntato Becker?

Zverev molla Ferrero, ha puntato Becker?

Nonostante l’avvio splendido, la collaborazione fra Alexander Zverev e Juan Carlos Ferrero è terminata dopo soli sei mesi. L’ex numero uno voleva intervenire sulla professionalità anche fuori dal campo, “Sascha” non era d’accordo. Nelle prossime settimane si farà aiutare da Becker, al quale si è avvicinato molto. Non sorprenderebbe l’arrivo di un accordo vero e proprio.

Torna 13 anni dopo, solo per giocare in Davis

Torna 13 anni dopo, solo per giocare in Davis

Jensen Hiu aveva smesso di giocare nel 2004. Oggi, con una laurea in tasca e undici scuole sotto la sua responsabilità, ha sentito il richiamo del suo Paese e tornerà a giocare per Singapore, nel Gruppo IV di Coppa Davis. Tra i suoi compagni, un ragazzo che ai tempi del suo esordio non era ancora nato.

2017 - Moments of glory

2017 - Moments of glory

La stagione del circuito ATP e WTA è composta da oltre 100 tornei, più o meno prestigiosi, sparsi in tutto il pianeta. Ma in fin dei conti sono solo una dozzina le competizioni che restano sul serio nei libri di storia. E regalano momenti di gloria impareggiabili.

Il trionfo di un sistema che funziona

Il trionfo di un sistema che funziona

Non era mai capitato nella storia della Coppa Davis che una nazione conquistasse l’Insalatiera schierando otto giocatori diversi. È la vittoria di un movimento che al momento non ha top player, ma sforna grandi giocatori a ripetizione. Per il secondo anno di fila la Davis si vince senza top-10: prima che ci riuscisse l’Argentina, non succedeva dal 1996!

Noah, il rischio ha pagato. Due volte?

Noah, il rischio ha pagato. Due volte?

Il doppio della finale di Coppa Davis è della Francia: malgrado la scelta di capitan Noah di rinunciare alla coppia Herbert/Mahut, il primo trova una buona intesa anche con un ottimo Richard Gasquet. Superati in quattro set De Loore e Bemelmans. Qualche rischio l'hanno corso, ma Noah ci aveva visto giusto.

Pollicino Goffin, serve un altro miracolo

Pollicino Goffin, serve un altro miracolo

Toccherà a David Goffin aprire la finale di Lille, contro il suo amico Lucas Pouille. Ci ha perso tre volte su tre, ma stavolta non può sbagliare. È l'unico top-10 in gara: le speranze del Belgio di vincere l'Insalatiera passano quasi tutte da lui. Van Herck sceglie De Loore per il doppio, mentre Noah si prende un bel rischio: fuori Mahut, sarà Gasquet a far coppia con Herbert.

Kyrgios: la Coppa Davis e Hewitt come medicina

Kyrgios: la Coppa Davis e Hewitt come medicina

Da quando sulla panchina dell'Australia siede Lleyton Hewitt, il bilancio di Nick Kyrgios in nazionale è di tre vittorie e zero sconfitte. "Rusty" ha saputo responsabilizzarlo e creare un grande spirito di squadra. La Davis può diventare la cura per Kyrgios? Dovesse trascinare l'Australia a un titolo che manca dal 2003, riconquisterebbe anche l'affetto dei suoi connazionali.

Coppa Davis: c'è un dubbio Fognini?

Coppa Davis: c'è un dubbio Fognini?

Oltre a 360 punti e il ritorno fra i Top-30, la cavalcata al Masters 1000 di Miami ha lasciato in eredità a Fabio Fognini anche un fastidio al polso e al gomito destro. Mentre i compagni sono già a Charleroi, il ligure si è preso un paio di giorni di riposo. Barazzutti ha convocato anche Giannessi, ma l’impressione è che Fabio sarà regolarmente in gara. Domani la conferenza stampa dallo Spiroudome.

Italia in Belgio al gran completo. Basterà?

Italia in Belgio al gran completo. Basterà?

Nessuna sorpresa in vista di Belgio-Italia nel “nomination day” per i quarti di finale di Coppa Davis: Corrado Barazzutti conferma il quartetto vittorioso in Argentina, mentre il capitano belga Johan Van Herck ritrova il suo numero uno David Goffin. Secondo il presidente FIT Angelo Binaghi, intervenuto a Rai GR Parlamento, l’Italia parte sfavorita. “Ma molto dipenderà dalle condizioni di Fognini”.

Quando i sogni diventano realtà

Quando i sogni diventano realtà

THE LIST - Il trionfo dell'Argentina a Zagabria in dieci scatti. Sguardi, emozioni, delusione, gioia, fino alla super festa. Dopo quattro finali perse, finalmente i sudamericani ce l'hanno fatta: la Coppa Davis è tutta per loro. 

La Croazia vince il doppio e si affida alle statistiche

La Croazia vince il doppio e si affida alle statistiche

COPPA DAVIS – Cilic/Dodig riportano in vantaggio la Croazia nella finale di Zagabria, spuntandola in tre set contro Del Potro/Mayer. Gli argentini pagano a caro prezzo la scarsa attitudine al doppio, ma continuano a sperare nel primo trionfo in Davis. Anche se i numeri parlano a favore dei padroni di casa: nelle ultime quattro finali, la formazione che ha vinto il doppio sull’1-1 ha conquistato l’Insalatiera.

GLI HIGHLIGHTS DI CILIC-DELBONIS
GLI HIGHLIGHTS DI DEL POTRO-KARLOVIC
GLI HIGHLIGHTS DEL DOPPIO

L'ora degli abbracci è già terminata

L'ora degli abbracci è già terminata

LA PREVIEW – Alle 14, a Zagabria, scatta la finale di Coppa Davis. Per gli argentini è una religione, per i croati un sogno da rivivere a 11 anni dal trionfo di Ljubicic e compagnia. I padroni di casa sembrano avere qualcosina in più, ma se Del Potro fa il Del Potro... L'analisi della prima giornata con le quote UNIBET.

L’ITF pensa al World Group II di Davis, da giocare su 2 giorni

L’ITF pensa al World Group II di Davis, da giocare su 2 giorni

Il francese Bernard Giudicelli, membro del Board of Directors dell’ITF, ha svelato una nuova proposta al vaglio della Federazione Internazionale per cambiare il format delle serie minori di Coppa Davis: istituire un secondo gruppo mondiale e ridurre a due le giornate di gara, per rendere le serie più “vendibili”.

Coppa Davis, il maltempo fa slittare gli incontri

Coppa Davis, il maltempo fa slittare gli incontri

Si è finalmente placata la pioggia che ha bagnato Pesaro sin da ieri sera. Il primo match di singolare dovrebbe cominciare alle ore 15.. DA PESARO, FABRIZIO SALVI

Davis Cup, i convocati azzurri

Davis Cup, i convocati azzurri

Corrado Barazzutti ha diramato la lista dei convocati in vista dell’atteso weekend di Coppa Davis contro l’argentina capitanata da Daniel Orsanic.. Di FABRIZIO SALVI