La nuova regola WTA sul coaching debutta a Dubai

La nuova regola WTA sul coaching debutta a Dubai

A partire dalla settimana dei tornei di Dubai e Budapest i coach WTA potranno interagire con le giocatrici direttamente dal box

Rischio Halep: “Inizio il 2019 senza allenatore”

Rischio Halep: “Inizio il 2019 senza allenatore”

La numero 1 del mondo inizierà la nuova stagione senza coach. Lasciata a piedi da Darren Cahill, Simona Halep non ingaggerà nessuno, almeno nei primi tornei. Erano già stati fatti alcuni nomi, ma dovranno aspettare. E lei precisa: “Vorrei vincere Wimbledon, ma non sarà il mio obiettivo principale”.

Cahill sceglie la famiglia: bye bye Halep

Cahill sceglie la famiglia: bye bye Halep

Al termine di una stagione fantastica, con il titolo al Roland Garros e il numero 1 WTA, Darren Cahill chiude la collaborazione con Simona Halep. Vuole trascorrere più tempo con la famiglia, in particolare con i figli adolescenti. “La ringrazio per avermi fatto fare il lavoro dei sogni”.

La dimensione di Simona: n.1 senza pressione

La dimensione di Simona: n.1 senza pressione

Capita raramente che una numero 1 del mondo approcci uno Slam con una viva serenità e senza grande pressione: eppure, dopo quello che ha passato negli ultimi anni, Simona Halep si trova nell'invidiabile posizione. Ha vinto 17 delle ultime 19 partite, è già qualificata per il Masters... e non corre il rischio di trovare la Sharapova al primo turno.

TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE
Cahill: "Il coaching in campo andrebbe esteso”

Cahill: "Il coaching in campo andrebbe esteso”

Il coach australiano, mentore di Simona Halep, ritiene che la possibilità di dare suggerimenti durante un match sia una buona cosa. Tuttavia, dovrebbe essere consentito più di una volta per set: “Soltanto così possiamo influire”. La norma non vale nel main draw degli Slam: “Per questo cerco di educare Simona a cavarsela da sola”.

Deșteaptă-te Simona, non è un sogno!

Deșteaptă-te Simona, non è un sogno!

Al quarto tentativo, in un tripudio di bandiere rumene, Simona Halep vince il suo primo titolo del Grande Slam. Ci era andata vicina per tre volte: certi fallimenti potevano sgretolare le sue certezze, invece ha continuato a lavorare a testa bassa e ha cacciato via gli ultimi fantasmi, superando in rimonta Sloane Stephens. Per poi commuoversi.

Simona, stavolta non puoi più fallire

Simona, stavolta non puoi più fallire

Giocando la sua “seconda miglior partita”, Simona Halep centra la terza finale al Roland Garros. Perfetta per un set, ha rimontato da 2-4 nel secondo. Sarà la volta buona? “Oggi ho più esperienza, però cambiamo argomento... non avete visto che bel tempo?”. Per sollevare il trofeo, dovrà battere Sloane Stephens: l'ha già superata cinque volte su sette.

Aga la Maga regala un altro miracolo

Aga la Maga regala un altro miracolo

Sul Centrale che nel 2012 le ha regalato il più importante titolo in carriera, Agnieszka Radwanska ritrova un tennis vintage, manda in tilt il sistema operativo della Halep e la spunta in rimonta. Nonostante il suo illustre passato, aveva battuto solo una volta una n.1: sei anni fa a Sydney con la Wozniacki. Va fuori un altra big: tabellone apertissimo.

Simona va oltre il dolore, ma le basterà?

Simona va oltre il dolore, ma le basterà?

Nel match più lungo di sempre del torneo femminile (almeno per numero di game), Simona Halep resta a galla battendo 15-13 al terzo una coraggiosa Lauren Davis. Sofferente a una caviglia, imbottita di antidolorifici, ha annullato tre matchpoint consecutivi. “Dopo un match come questo, la caviglia andrà sempre peggio. Ma io non mollerò”.

Halep, una numero uno senza sponsor?

Halep, una numero uno senza sponsor?

Le indiscrezioni pubblicate dal sito Tennis Life parlano di una rottura fra la numero uno del ranking WTA e Adidas, che la vestiva dal 2014. Pare che la cifra chiesta dall’entourage della Halep sia stata ritenuta eccessiva in relazione al valore commerciale della giocatrice, e che il brand tedesco abbia preferito puntare maggiormente su Garbine Muguruza.

L'uomo che ti porta al numero 1 del mondo

L'uomo che ti porta al numero 1 del mondo

Darren Cahill è tra i segreti che hanno permesso a Simona Halep di salire al numero 1 WTA: ce l'aveva fatta anche con Hewitt e Agassi. Si erano separati ad aprile, ma la rumena ha capito quanto fosse importante e ha fatto marcia indietro. I dettagli della partnership, il coaching in campo e una sentenza: “Simona è più forte di quanto creda”.

Simona Halep e l'incitamento della Clijsters

Simona Halep e l'incitamento della Clijsters

Simona Halep rivela di aver parlato con Kim Clijsters dopo la finale perduta al Roland Garros. “Per un po', il pensiero di quella partita mi ha ucciso, ma Kim mi ha detto che ha perso quattro finali Slam prima di vincere la prima. Avrò un'altra chance”. La collaborazione con Andrei Pavel non è iniziata troppo bene...

Halep-Pliskova, doppia via per cercare il n. 1

Halep-Pliskova, doppia via per cercare il n. 1

Entrambe in lotta per la leadership WTA di fine anno, Simona Halep e Karolina Pliskova scelgono strade diverse. La prima aggiunge Andrei Pavel al suo team: la seguirà negli allenamenti in Romania e nei tornei in cui non ci sarà Darren Cahill. Da parte sua, la Pliskova rinuncia a coach David Kotyza.

Djokovic chiude il toto-coach: avanti solo con Vajda e Imaz

Djokovic chiude il toto-coach: avanti solo con Vajda e Imaz

A quanto pare, almeno per ora Novak Djokovic non ha intenzione di sostituire Boris Becker. Lo si apprende da una foto pubblicata dal serbo su Facebook, che raffigura tutto il suo team. Ci sono Vajda e Imaz, ma nessun’altro. Il messaggio è piuttosto chiaro.

Djokovic fra Nenad Zimonjic e Darren Cahill?

Djokovic fra Nenad Zimonjic e Darren Cahill?

Il sito serbo Telegraf rivela che il numero due del mondo sarebbe molto vicino a stringere una collaborazione con l’amico e più volte compagno di doppio Nenad Zimonjic. Nonostante il 40enne sia ancora in attività, questa ipotesi ha comunque più credito di quella che lo vorrebbe presto a fianco di Cahill, attuale coach della Halep. Tutto sembra partito dai bookmakers!