11 January 2021

Roddick parla di Sinner: "Mi ricorda molto Soderling, ma si muove meglio"

Andy Roddick ha parlato del tennista altoatesino durante un intervento televisivo

Jannik Sinner è ormai una realtà del circuito. Tanto elogiato in Italia, l'altoatesino ha rubato l'occhio anche all'estero ed oltreoceano lo hanno indicato come uno dei protagonisti attesi della stagione 2021. Del classe 2001 ha parlato anche Andy Roddick, intervenuto a Tennis Channel: "Questo ragazzo è semplicemente straordinario. Con entrambi i colpi imprime grande potenza alla palla e può cercare indistintamente la fiammata risolutiva - premette l'ex numero uno del mondo -. Jannik sta ultimando la fase di crescita, quando il fisico sarà ben strutturato e non più magro e allampanato, potrà solo che migliorare. Oggi Sinner mi ricorda Robin Soderling, anche se ha potenzialità più grandi e può muoversi meglio di quanto faceva lo svedese". Dopo il quarto di finale al Roland Garros e la vittoria ATP 250 di Sofia, Sinner a febbraio disputerà il secondo Australian Open della carriera. Lo scorso anno uscì per mano di Marton Fucsovics, una rara eccezione secondo Roddick: "Quando Jannik scende in campo sa quali partite può vincere e quasi sempre tiene fede al pronostico, deve essere così se vuoi fare carriera. D'altronde lo scorso anno abbiamo visto con che personalità ha giocato il quarto di finale al Roland Garros contro Nadal".

© RIPRODUZIONE RISERVATA