14 settembre 2016

Rozzano fa 40 anni e scatta la festa

Per onorare i 40 dalla fondazione del Tennis Rozzano, che risale al 1976, il Training Team ha pensato in grande, con un week-end a tutto tennis.

Rozzano fa 40 anni e scatta la festa

Una normale festa sarebbe stata troppo banale, così, per onorare i 40 dalla fondazione del Tennis Rozzano, che risale al 1976 (anno dello storico successo dell’Italia in Coppa Davis), il Training Team ha pensato in grande, con un week-end a tutto tennis. Si terrà sabato 24 e domenica 25 settembre, e ruoterà attorno all’edizione 2016 del “C’era una volta - Memorial Luigi Pastori”, l’evento di tennis vintage con abiti bianchi e racchette di legno, uno dei must della società rozzanese. L’evento, inizialmente previsto per il secondo fine settimana di settembre, è slittato all’ultimo, per accompagnare a dovere le celebrazioni per il quarantennale dalla fondazione. Oltre al torneo, diventato sempre più ambito e frequentato anno dopo anno, nel pomeriggio di domenica 25 settembre verranno celebrati tutti i campioni sociali della stagione 2016, divisi in varie categorie, e verranno coinvolti anche i vari atleti che negli anni hanno militato nelle fila del Tennis Rozzano, arrivato fino alla Serie A1 femminile. “L’intenzione - spiega la responsabile Amanda Gesualdi - è quella di ripercorrere e festeggiare la storia del club, riportando a Rozzano alcune delle giocatrici che l’hanno reso grande nei vari campionati disputati anni dopo anno. L’evento sarà aperto a tutti i nostri soci”. Invitato anche il sindaco del Comune di Rozzano, Barbara Agogliati.

 

Nel frattempo, con l’estate che va concludendosi e il via dell’anno accademico 2016/2017, sta per ripartire anche la scuola tennis, come al solito divisa fra i campi del Tennis Rozzano e quelli del Centro Sportivo della Polizia di Milano, oltre che la parte di attività relativa alle discipline bionaturali, con i vari seminari a carattere psicologico. “Inoltre - sottolinea la Gesualdi - abbiamo rinnovato la collaborazione con l’Università Bocconi, che ci permetterà di nuovo di essere la sede degli allenamenti e dei campionati delle formazioni universitarie, la cui selezione avverrà nella prima settimana di ottobre”. Sempre a ottobre, grazie alla collaborazione con la chef e terapista alimentare Ramona Saviola, ripartiranno i corsi di cucina naturale, organizzati nella sede di Basiglio, centro di tutte le attività legate alle discipline bionaturali. Infine una menzione per Sara Marcionni, l’atleta dell’Asd Training Team sempre più in evidenza a livello internazionale. Di recente la 26enne originaria di Sondrio ha raggiunto a Trieste la sua prima semifinale in doppio a livello Itf, salendo alla posizione n.955 della classifica di specialità, e ha raccolto anche i primi due punti in singolare. Dovesse conquistarne un terzo, sarebbe certa dell’ingresso nella classifica mondiale Wta. Attualmente la tennista cresciuta a Rozzano è impegnata in un Itf da 10 mila dollari in Sardegna, mentre la prossima settimana sarà al via dei campionati italiani di seconda categoria. “Tutto sta procedendo nel verso giusto - chiude la Gesualdi - e vale la pena ricordare che a 18 anni Sara era classificata 3.5. Il suo percorso è un esempio: con grande forza di volontà, prima o poi, i risultati arrivano”. 

 

Ufficio Stampa

© RIPRODUZIONE RISERVATA